Epidemia di virus Zika 2016: rotte Zika mappate da madre a feto in via di sviluppo
Salute

Epidemia di virus Zika 2016: rotte Zika mappate da madre a feto in via di sviluppo

Sono state mappate le rotte di trasmissione del virus Zika dalla madre al feto in via di sviluppo, e i ricercatori hanno anche trovato un farmaco che potrebbe essere in grado di bloccare la diffusione del virus. Le due vie di trasmissione del virus Zika al feto sono o attraverso la placenta - che si svolgono nel primo trimestre, o attraverso il sacco amniotico che protegge un feto nell'utero - che si svolgono nel secondo trimestre. Lo studio di laboratorio sui tessuti umani ha scoperto che un antibiotico di vecchia generazione noto come duramicina può bloccare la replicazione del virus nelle cellule, interrompendo così la trasmissione del virus al feto.

La duramicina è spesso usata nel trattamento della fibrosi cistica, ma recente La ricerca ha scoperto che è efficace contro il virus del Nilo occidentale e il virus della dengue - trasmessi anche con la puntura di zanzara.
Eva Harris, professore di malattie infettive, ha dichiarato: "Il nostro documento mostra che la duramicina blocca efficacemente l'infezione di numerosi tipi di cellule placentari e tessuto placentare umano intatto del primo trimestre da ceppi contemporanei del virus Zika recentemente isolato dall'attuale epidemia in America Latina, dove l'infezione da virus Zika durante la gravidanza è stata associata a microcefalia e altri difetti congeniti alla nascita. Ciò indica che la duramicina o farmaci simili potrebbero ridurre o impedire efficacemente la trasmissione del virus Zika dalla madre al feto attraverso entrambe le potenziali vie e prevenire i difetti alla nascita. "

Il virus Zika può infettare diverse cellule della placenta, incluse quelle all'interno della placenta e all'esterno la membrana fetale. Il biologo Lenore Pereira ha aggiunto: "Questo suggerisce che queste cellule svolgono un ruolo significativo nel mediare la trasmissione al feto e supporta l'ipotesi che la trasmissione possa avvenire attraverso queste membrane indipendentemente dalla placenta, specialmente nella gestazione di metà e fine. I difetti di nascita più gravi associati all'infezione da Zika - come la microcefalia - sembrano verificarsi quando una donna viene infettata nel primo e nel secondo trimestre. Ma ci può essere una serie di difetti alla nascita minori ma ancora gravi che si verificano quando una donna viene infettata successivamente in gravidanza. "

I ricercatori hanno scoperto che l'antibiotico ha successo nel bloccare l'infezione di tutti i tipi di cellule placentari e fetali. Inoltre, un dosaggio del farmaco relativamente basso era sufficiente per combattere efficacemente il virus.

Fonti:
//www.ucsf.edu/news/2016/07/403611/researchers-map-zikas-routes-developing -fetus

La felicità aumenta con l'età: Studio
Studio rileva apnea ostruttiva del sonno (OSA) in pazienti con insufficienza cardiaca congestizia (CHF)

Lascia Il Tuo Commento