Yoga per la stitichezza: 17 posizioni yoga per alleviare i problemi digestivi
Mangiare Sano

Yoga per la stitichezza: 17 posizioni yoga per alleviare i problemi digestivi

Lo yoga è salutato per i suoi numerosi benefici per la salute, come la riduzione dello stress e il sollievo dal dolore articolare. Ma lo sapevate che ci sono alcune posizioni yoga che possono aiutare con i vostri problemi digestivi, tra cui costipazione.

La costipazione può accadere di volta in volta, o può essere cronica. La stitichezza è definita come l'incapacità di passare un movimento intestinale. Ci sono numerose cause di stitichezza, come ad esempio non ottenere abbastanza fibra, cambiare la routine quotidiana, ignorare la necessità di superare le feci, non fare abbastanza esercizio fisico, non bere abbastanza liquidi, avere la febbre, essere sottopeso o sovrappeso, avendo ansia o depressione, essere incinta, sofferenza IBS o IBD, assumere determinati farmaci, essere diabetici, avere la sclerosi multipla e vivere con problemi psichiatrici, per nominarne alcuni.

Come potete vedere, costipazione possono essere collegati a uno stile di vita occupato e malsano. Prendersi il tempo libero per rilassarsi, distendersi e praticare lo yoga può mantenerti concentrato, calmo e sano.

Come lo yoga può alleviare la digestione

Lo yoga può facilitare la digestione in due modi. In primo luogo, aiuta a ridurre lo stress, in quanto può devastare il tuo sistema digestivo. C'è un rischio maggiore di costipazione durante i periodi di stress.

In secondo luogo, le posizioni contorte e invertite dello yoga offrono un delicato massaggio per il sistema digestivo, aumentando il flusso sanguigno e l'erogazione di ossigeno.

Rachael Weiss di The Playful Yogi ha spiegato, "Le persone che sono molto gonfie, hanno pance dilatate, o semplicemente hanno un po 'di grasso corporeo in più intorno al centro possono trovare colpi di scena estremamente impegnativi o scomodi. La mia regola generale è, se è doloroso, non farlo. Un po 'di disagio va bene, purché non sia doloroso. Se combatti con colpi di scena, considera l'attaccamento alla torsione supina - sulla schiena - o colpi di scena. "

Yoga per alleviare costipazione e problemi digestivi

Torsione supina: Stendere sulla schiena con le ginocchia al petto. Estendi una gamba dritta e tieni l'altra piegata al petto. Girare il ginocchio piegato sulla gamba dritta e cercare di avvicinarlo il più possibile al pavimento. Mantenere questa posizione, quindi passare con la gamba opposta.

Torsione Matsyasana: Seduto sul pavimento in posizione verticale, tenere una gamba dritta davanti e tenere l'altro ginocchio piegato, con il piede sul pavimento. Attraversa la gamba piegata sulla gamba dritta. Ora piega la gamba dritta in modo che il tallone del tuo piede arrivi verso i glutei. Ruota delicatamente il busto verso l'interno, in modo che tu stia guardando al lato della tua coscia esterna. Mantenere questa posizione e passare le gambe.

Torsione a mezzaluna: Stare in un ginocchio in avanti affondo in avanti è piegato, la gamba posteriore è diritta. Girare il busto e piegarsi in avanti in modo che il gomito si trovi all'esterno del ginocchio anteriore. Tieni questa posizione, rilascia e gira le gambe e torsione.

posa per alleviare il vento: Sdraiati sulla schiena, abbraccia le ginocchia al petto e tieni premuto.

Posa del bambino: Siediti sul tuo le ginocchia dritte, piegate in avanti con le braccia distese davanti a voi. Cerca di avvicinare la tua testa il più possibile a quella opaca.

Queste sono solo alcune pose di yoga di base che puoi completare da sole. Se non sei sicuro di fare yoga da solo, potresti provare a metterlo in classe prima di ricevere una guida dall'istruttore. Una volta acquisita familiarità con le pose, puoi provare queste mosse nella comodità della tua casa e sperimentare i benefici digestivi che lo yoga ha da offrire.

Yoga per la stitichezza: pose avanzate

Le seguenti sono alcune posizioni yoga avanzate puoi provare se ti senti all'altezza. Tuttavia, è importante stare al sicuro e fare solo ciò di cui sei capace.

Posa della ghirlanda: Inizia in una posizione accovacciata con i piedi il più vicino possibile e leggermente rivolti verso l'esterno. Con i talloni sul pavimento, un asciugamano piegato può essere posizionato sotto di loro se questo non è possibile all'inizio. Ora separa le cosce leggermente più largo del tuo corpo, quindi piegati in avanti tra le tue cosce. Mentre lo fai, posiziona i gomiti all'interno delle ginocchia con i palmi delle mani uniti in una posizione di preghiera e spingi delicatamente contro le ginocchia. Tenere premuto per 30 secondi mentre si respira delicatamente attraverso il naso.

Posa della sedia: Stare dritti con i piedi uniti e le braccia lungo i fianchi. Ora alza le braccia sopra la testa in modo che i palmi delle mani tocchino in preghiera pongono sopra la tua testa. Mentre allunghi le braccia e le mani verso l'alto, piega lentamente le ginocchia il più possibile senza causare dolore o lesioni. Mentre fai questo, le tue braccia inizieranno naturalmente a piegarsi in avanti. È importante mantenere le cosce a contatto o il più vicino possibile durante questo periodo. Ora cerca di alzare le braccia lungo le orecchie. Ora inclinare il bacino e arrotondare la colonna vertebrale creando un po 'di un addome vuoto. Tenere premuto per 30 secondi e respirare lentamente attraverso il naso

Vajrayana: Sedersi a terra con i polmoni dritti sotto i glutei tenendo le mani sulle cosce. Rimanere ancora per 15 a 20 minuti. Questa posa è anche conosciuta come posa a diamante e una delle migliori pose di yoga per stitichezza e indigestione.

Dhanurasana: Chiamata anche la posa dell'arco e può essere eseguita iniziando in posizione sdraiata sullo stomaco e usando entrambi mani per afferrare entrambe le caviglie dietro di te. Questa posa rafforza caviglie, cosce, inguine, torace e organi addominali e midollo spinale. Fai questa posa per 3 o 4 minuti.

Suryanamaskar: Conosciuto come saluto al sole. Questa è una posa che coinvolge 12 diverse mosse che esercitano l'intero corpo.

Bhujangasana: Anche andando con il nome Cobra posa, questo può essere fatto iniziando in una posizione sdraiata sullo stomaco e sollevando la parte superiore del corpo con entrambe le braccia. Mantieni le gambe dritte e guarda avanti.

Halasana: Chiamata anche la posa dell'aratro, questo può essere ottenuto partendo dalla schiena e sollevando le gambe sopra la testa e sopra le spalle. Questa posizione può essere difficile in quanto richiede molta flessibilità poiché le dita dei piedi dovranno essere posizionate sopra la testa mentre sono distese sulla schiena.

Ardha halasana: Chiamata anche mezza posa dell'aratro, questa operazione può essere eseguita a partire dalla schiena e alza le gambe di 90 gradi verso l'alto. Tenere premuto per un paio di minuti e respirare lentamente.

Uttanpadasana: Conosciuta anche come gamba sollevata. Questo può essere ottenuto semplicemente restando sulla schiena mantenendo i palmi delle mani sul terreno. Ora alza le gambe a 45 gradi e tieni premuto per un paio di minuti.

Cane rivolto verso il basso: Una posa yoga comune e una che inizia a quattro zampe. Sollevati su tutto per gli arti e solleva i glutei in aria. Il tuo corpo dovrebbe essere in una posizione triangolare. Mantieni questa posizione per 10 respiri.

Piegamento in avanti: Questa mossa richiede molta flessibilità. Inizia stando dritto e piegandosi in avanti, lasciando cadere i palmi sul pavimento. Puoi piegare un po 'le ginocchia per aiutare a rendere questa mossa più confortevole. Tieni questa posizione per 10 respiri.

Mezzo aratro: Sdraiati sulla schiena, sollevare le gambe sopra la testa e usare le mani per sostenere il busto. I tuoi piedi dovrebbero andare sopra la tua testa, possibile toccare un muro se vicino a uno. Non ruotare la testa durante questa posa e tenere le spalle tirate indietro.

Sindrome dell'intestino irritabile, sindrome da stanchezza cronica e anoressia nervosa possono avere un'origine comune: Studio
I pacemaker accelerano il rilevamento della fibrillazione atriale, la somministrazione di anticoagulanti per la prevenzione dell'ictus

Lascia Il Tuo Commento