Dove vivi può essere una fonte di ansia
Organi

Dove vivi può essere una fonte di ansia

Avere sentimenti di stress e ansia da di tanto in tanto è normale. Lo stress e l'ansia salutari si manifestano come sentimenti fugaci e temporanei. Tuttavia, ci sono persone che hanno in corso ansia e preoccupazioni che interferiscono con la loro vita quotidiana. Questo livello di stress continuo può rendere difficile per gli individui lasciare le loro case e socializzare.

Un recente studio condotto dall'Università di Cambridge ha scoperto che le donne che vivono in aree povere o private avevano il 60% in più di probabilità di avere ansia rispetto alle donne che vivono in condizioni più ricche le zone. Questo è in netto contrasto con gli uomini, poiché l'area in cui vivevano non faceva differenza per il livello di ansia.

L'ansia generalizzata è una malattia che ha molte somiglianze con il disturbo di panico, il disturbo ossessivo-compulsivo e altri tipi di ansia. Tuttavia, sono tutti unici a modo loro. I disturbi d'ansia sono i problemi di salute mentale più comuni nel mondo occidentale. Detto questo, il costo annuale stimato relativo al trattamento è di $ 42 milioni solo negli Stati Uniti. Mentre i sintomi del disturbo d'ansia generalizzato possono variare da persona a persona, i seguenti sono i più esposti:

  • Preoccupanti persistenti di preoccupazioni piccole o grandi, sproporzionate rispetto all'impatto dell'evento
  • irrequietezza o incapacità di rilassarsi
  • Difficoltà a concentrarsi
  • Preoccuparsi di eccessivamente preoccupante
  • La paura di prendere decisioni sbagliate che portano a disagio

Potrebbe anche avere varie manifestazioni fisiche, tra cui:

  • Fatica
  • Tensione muscolare
  • Facilmente spaventato
  • Sudorazione
  • Mal di testa
  • Irritabile
  • Tremante
  • Problemi di sonno
  • Nausea, diarrea o sindrome dell'intestino irritabile

Lo studio

I ricercatori hanno raccolto dati da quasi 21.000 persone in e intorno a Norwich, nell'est dell'Inghilterra, che ha partecipato allo studio EPIC-Norfolk tra il 1993 e il 2000. I ricercatori hanno scoperto che una su 40 donne e una su 22 uomini aveva un disturbo d'ansia generalizzato. Le donne avevano il 60% in più di probabilità di soffrire di afflizione rispetto alle donne che vivono in aree che non erano private. Questa associazione non è stata vista negli uomini.

"I disturbi d'ansia possono essere molto invalidanti, influenzano la vita, il lavoro e le relazioni delle persone e aumentano il rischio di depressione, abuso di sostanze e gravi condizioni mediche. chi vive in aree svantaggiate non solo deve affrontare gli effetti del vivere in povertà, ma è anche molto più suscettibile all'ansia rispetto ai suoi coetanei. In termini reali, dato il numero di persone che vivono in povertà in tutto il mondo, questo mette molti milioni di donne a aumento del rischio di ansia ", dice il primo autore Olivia Remes.

Il gruppo di ricerca riconosce che è difficile confermare tale affermazione, ma afferma che la sua analisi lo supporta. Questo risultato può essere il risultato di uno stile di vita domestico, poiché le donne spesso rimangono a casa da sole. Notano anche che le donne devono bilanciare reddito da guadagni, avere figli e persino essere un custode, il che contribuisce al loro carico.

"I disturbi d'ansia colpiscono un numero considerevole di persone e possono portare a scarsi risultati di salute e rischio di suicidio Ora sappiamo che le donne sono particolarmente colpite dalla privazione, mentre gli uomini meno. Questo è intrigante e sono necessarie ulteriori ricerche su questo, in particolare nelle regioni più povere ", spiega la professoressa Carol Brayne.

Il tuo fegato è in pericolo?
Enzimi epatici elevati: cause, sintomi e trattamento

Lascia Il Tuo Commento