Che cosa causa la chemosi (congiuntiva gonfia)? Sintomi, diagnosi, trattamento e prevenzione
Salute

Che cosa causa la chemosi (congiuntiva gonfia)? Sintomi, diagnosi, trattamento e prevenzione

La chemosi è un condizione infiammatoria riferita ad una congiuntiva gonfia; la mucosa che copre la sclera o il bianco del bulbo oculare. Gonfiore della congiuntiva può portare l'occhio a diventare irritato e si presenta come la superficie esterna dall'aspetto acquoso o gelatinoso. La chemosi è un sintomo non specifico che può avere un numero qualsiasi di cause diverse.

Leggi anche: Che cosa causa macchie marroni sulla sclera e come liberarsene

Cosa causa la chemosi?

Il lavoro del la congiuntiva è quella di lubrificare l'occhio producendo muco e lacrime, anche se la maggior parte delle lacrime proviene dalla ghiandola lacrimale. La congiuntiva serve anche come difesa contro i potenziali microbi di entrare nell'occhio che potrebbero potenzialmente causare danni. Quando le difese della congiuntiva sono attive, può diventare gonfia, aumentando la produzione di perdite di fluido da capillari anormalmente permeabili. Ciò porta alla presentazione comunemente conosciuta di chemiosita, occhi lacrimanti.

Esistono varie cause di chemosi, con il più comune allergie, infezioni virali e batteriche e lo sfregamento costante degli occhi stessi. Qualsiasi fattore che può causare irritazione agli occhi può portare allo sviluppo della chemosi.

Le seguenti sono alcune delle cause più comuni di chemosi:

  • Allergie : cambiamenti stagionali, peli di animali domestici, polline e praticamente qualsiasi cosa altrimenti potresti essere allergico ad avere un'alta probabilità di far lacrimare gli occhi e diventare prurito.
  • Infezioni : Comunemente causate da infezioni batteriche o virali che portano a una condizione chiamata congiuntivite. Mentre questi tipi di infezione possono essere contagiosi, portando gli occhi a diventare rosso, prurito e acquoso, il sintomo specifico della chemosi non può essere trasmesso da solo.
  • Interventi oculari : Esecuzione di qualsiasi tipo di la chirurgia per gli occhi o la palpebra spesso porta allo sviluppo della chemosi. Fortunatamente, questi sintomi di solito durano solo un paio di giorni con un trattamento appropriato con colliri, impacchi freddi o cerotti temporanei.
  • Ipertiroidismo : una malattia della ghiandola tiroidea che porta alla sovrapproduzione di ormone tiroideo. Questa condizione può portare a diversi tipi di problemi agli occhi come rigonfiamento degli occhi, gonfiore degli occhi e retrazione delle palpebre.
  • Eccessivo sfregamento : il continuo contatto, sfregamento o graffiatura degli occhi è una causa comune di chemosi. Strofinare gli occhi non è mai raccomandato in quanto ciò indurrà più irritazione e forse anche causare danni agli occhi.

Le cause meno comuni di chemosi includono:

  • Cellulite orbitale
  • Glaucoma acuto
  • Ostruzione della vena cava superiore
  • Cefalea a grappolo
  • Orticaria
  • Rabdomiosarcoma dell'orbita
  • Infezioni parassitarie
  • Lupus eritematoso sistemico
  • Angioedema
  • Dacriocistiti
  • Fistola cavernosa carotidea

Sintomi di chemosi

Sintomi di chemosi spesso includono:

  • Occhi lacrimanti
  • Lacrimazione eccessiva
  • Prurito oculare
  • Doppio o visione offuscata

I malati di chemosi possono anche avere difficoltà a chiudere completamente l'occhio interessato a causa del gonfiore. Si consiglia di consultare un medico se si inizia a provare dolore oculare di qualsiasi tipo in combinazione con gli occhi lacrimosi in quanto potrebbe segnalare una condizione oculare sottostante più grave.

Come diagnosticare la chemosi

La diagnosi di chemosi sarà composta da una serie di domande riguardanti l'intensità, l'irritazione, il dolore, l'irrigazione e la trasudazione del liquido degli occhi, così come ogni altro sintomo che si presenta. È anche importante rivelare eventuali precedenti allergie o condizioni mediche che si possono avere.

Si svolgerà anche un esame approfondito degli occhi, che comporterà l'uso di apparecchiature oftalmologiche specializzate per vedere l'estensione della patologia oculare. Se necessario, il medico può anche suggerire di sottoporsi a studi di imaging dell'occhio o eseguire una biopsia nei casi in cui si sospetta un tumore.

Trattamento e prevenzione della chemosi

Le metodologie di trattamento dipendono generalmente dalla causa sottostante del tuo particolare caso di chemosi. Di seguito sono riportati esempi di vari trattamenti

Collirio lubrificante : aiuta a combattere la secchezza e l'irritazione degli occhi e viene comunemente prescritto in caso di lieve gonfiore.

Impacco freddo : può fornire sollievo immediato per ridurre l'intensità della chemiosite, ma solo per i casi lievi.

Patching : fatto comunemente per i pazienti che hanno difficoltà a chiudere l'occhio. L'applicazione di cerotti aiuta a prevenire l'eccessiva irritazione e l'essiccazione dell'occhio.

Corticosteroidi : somministrati comunemente sotto forma di collirio per aiutare a ridurre la risposta infiammatoria dell'occhio e successivamente ridurre il gonfiore dell'occhio.

Farmaci anti-infiammatori : possono essere farmaci topici o orali per aiutare nella riduzione dell'infiammazione e del dolore.

Antistaminici : un trattamento comune per reazioni allergiche per sopprimere il rilascio di istamina, una sostanza prodotta dall'organismo quando esposto a allergeni.

Adrenalina o epinefrina : trattamento standard di emergenza per reazioni anafilattiche potenzialmente fatali. Un assoluto deve nei casi in cui il paziente ha difficoltà a respirare o deglutire.

Antibiotici : può essere prescritto per le infezioni batteriche che risultano in chemosi o post-chirurgiche per ridurre il rischio di un'infezione secondaria. Questo può venire sotto forma di colliri medicati o pomate. Sfortunatamente, gli antibiotici non sono efficaci contro i virus.

Congiuntivoplastica : un intervento minore che comporta l'esecuzione di una piccola incisione nella congiuntiva e la rimozione della membrana in eccesso. Questo può essere richiesto in caso di gonfiore prolungato.

Evitando i potenziali trigger allergici, puoi aiutare a ridurre l'insorgere della chemosi. Si raccomanda inoltre di mantenere un elevato livello di igiene personale per limitare la condivisione di oggetti personali che potrebbero venire a contatto con gli occhi, come asciugamani o prodotti cosmetici. Tuttavia, è importante tenere presente che la chemosi potrebbe non essere prevenibile in alcuni casi.

I sintomi dell'artrite reumatoide possono essere ridotti con un farmaco sperimentale, Baricitinib: Studio
Come sbarazzarsi di un crick nel collo

Lascia Il Tuo Commento