Vitamina E per aiutare i muscoli?
Salute

Vitamina E per aiutare i muscoli?

Le attività quotidiane, così come l'esercizio fisico, possono causare la rottura delle membrane cellulari dei muscoli portare a infiammazione e indolenzimento muscolare. Molte persone raggiungono nei loro armadietti dei medicinali antidolorifici o pillole antinfiammatorie per curare l'infiammazione e il dolore muscolare, ma cosa succederebbe se ci fosse una vitamina che potrebbe aiutare? Una nuova ricerca della Georgia Health Sciences University mostra che la vitamina E è essenziale per la riparazione dei muscoli.

I dolori muscolari e l'infiammazione spesso impediscono alle persone di continuare con le loro normali attività quotidiane. Senza un'adeguata riparazione muscolare, i muscoli finiranno per disperdersi e morire. Ricerche precedenti su animali hanno dimostrato che la carenza di vitamina E è legata a problemi muscolari, ma il modo in cui è collegato non è noto. I ricercatori del recente studio della Georgia Health Sciences University credono di sapere, almeno in parte, in che modo la vitamina E lavora per la riparazione dei muscoli.

Come funziona la vitamina E per aiutare nella riparazione muscolare?

La vitamina E è una vitamina liposolubile ed è un antiossidante. Si ritiene che le sue proprietà antiossidanti aiutino la riparazione muscolare rimuovendo i sottoprodotti distruttivi dal corpo. Poiché la vitamina E è liposolubile, può effettivamente attaccarsi alla membrana muscolare per prevenire i danni dei radicali liberi. Aiuta anche a mantenere un importante componente di membrana, i fosfolipidi, funzionando correttamente in modo che funzionino efficacemente dopo che si è verificata una rottura nel muscolo. Aumentare l'assunzione di vitamina E con fonti di cibo o integratori può avere un effetto positivo sulle persone che soffrono di dolori muscolari.

Ciò che è abbastanza interessante è che i pazienti diabetici hanno difficoltà con la riparazione muscolare e tipicamente lamentano debolezza muscolare. L'aumento dell'assunzione di vitamina E nei pazienti diabetici può aiutarli con dolori muscolari e affaticamento. Sono necessarie ulteriori ricerche in questo settore per determinare i possibili benefici ed effetti collaterali dell'integrazione di Vitamina E nella popolazione diabetica.

Che effetto ha la vitamina E sull'infiammazione?

Molte persone usano pomata o crema di vitamina E sulla pelle dopo l'esposizione al sole per aiutare a lenire la pelle e prevenire l'infiammazione. In passato è stata condotta una ricerca che ha supportato il ruolo della vitamina E nel prevenire l'infiammazione della pelle dopo l'esposizione al sole. Precedenti ricerche hanno dimostrato che la Vitamina E per uso topico può ridurre i segni di infiammazione della pelle tra cui: arrossamento, prurito, gonfiore e temperatura.

Ulteriori ricerche dovrebbero esaminare se la Vitamina E possa non solo aiutare con la riparazione muscolare, ma se abbia un effetto sulla profondità infiammazione dei tessuti e infiammazione della pelle. È possibile che la vitamina E da sola o in combinazione con altre vitamine o minerali, possa avere un effetto positivo sia sul dolore muscolare che sull'infiammazione.

Dove si trova la vitamina E?

La vitamina E può essere trovata in una varietà di alimenti

- Oli vegetali

- Noci e semi

- Verdure a foglia verde scuro

- Alimenti fortificati inclusi cereali, succhi di frutta, margarina e alcuni spalmati

Inoltre, la vitamina E può essere assunta in modulo di integrazione. Mentre mangiare cibi con la vitamina E non comporta alcun rischio per la maggior parte delle persone, l'aggiunta di vitamina E, a dosi elevate, attraverso un integratore può avere effetti collaterali. Gli effetti collaterali dell'assunzione di un integratore di vitamina E comprendono un aumento del rischio di sanguinamento e un aumento del rischio di sanguinamento nel cervello. Se sei incinta, prendere un integratore di vitamina E può anche aumentare la possibilità di un difetto alla nascita. Si consiglia di parlare con il proprio medico prima di aggiungere un integratore di vitamina E nella propria routine quotidiana per proteggersi dai possibili effetti avversi.

100.000 Vite americane potrebbero essere salvate con un miglioramento della pressione sanguigna
Cattiva circolazione: cause comuni, sintomi e suggerimenti diagnostici

Lascia Il Tuo Commento