Agnosia visiva: cause, sintomi, diagnosi e trattamento
Salute

Agnosia visiva: cause, sintomi, diagnosi e trattamento

Visual agnosia è caratterizzata dall'incapacità di riconoscere oggetti familiari. È una condizione rara nei centri visivi del cervello che lo rende incapace di dare un senso agli stimoli visivi precedentemente noti. Una definizione di agnosia visiva più accurata sarebbe l'incapacità di riconoscere le impressioni sensoriali all'importazione di oggetti familiari da vista, solitamente a causa di una lesione di una delle aree di associazione visiva. Questa condizione può anche essere chiamata cecità oggettiva o cecità psichica.

Quali sono le cause dell'agnosia visiva?

Si ritiene che il danno alla corteccia associativa visiva associata del cervello o parti del flusso centrale della visione a causa di una lesione su i lobi parietali e temporali sono la causa primaria dell'agnosia visiva. Queste regioni del cervello memorizzano anche memorie e sono responsabili dell'associazione di oggetti. Le lesioni a queste parti del cervello possono essere causate da:

  • Incidente cerebrovascolare (CVA): Altrimenti noto come ictus, questa condizione può portare alla rapida perdita di funzionalità cerebrale. L'ictus provoca un disturbo dell'erogazione di sangue alla parte del cervello che si trova e può essere il risultato di ischemia, trombosi, embolia arteriosa o emorragia. Gli ictus provocano in genere disabilità della funzione motoria, con la maggior parte degli individui affetti che perdono la capacità di spostare determinati arti e / o muscoli.
  • Disturbi neurologici: A causa di problemi con il sistema nervoso, sia biochimici che elettrici. Possono avere origine nel cervello, nel midollo spinale o nei nervi.
  • Demenza : si verificano comunemente negli anziani, ma i casi esistono prima dei 65 anni. La demenza è la perdita del funzionamento cognitivo e dei disturbi della memoria. Non è dovuto al normale invecchiamento, con la causa più comune di demenza Alzheimer.

Altre possibili cause:

  • Cause ereditarie
  • Infezione cerebrale
  • Lesione cranica
  • Avvelenamento da monossido di carbonio
  • Recupero da cecità

Sintomi e complicanze di agnosia visiva

La maggior parte dei casi di agnosia visiva si riscontra negli anziani che hanno subito un danno cerebrale in una certa misura. Di seguito sono riportati i sintomi che possono verificarsi:

  • Non è possibile identificare oggetti comuni
  • Impossibilità di disegnare oggetti comuni
  • Impossibile copiare disegni di oggetti comuni
  • Riconoscimento dei colori compromessi (acromatopsia)
  • Impossibilità di riconoscere familiari volti (prosopagnosia)
  • Incapacità di ricordare facce familiari o imparare nuovi (prosopamnesia)

Tipi di agnosia visiva

Esistono molti tipi e sottotipi di agnosia visiva. Le categorie più comunemente riconosciute includono:

  • Agnosia visiva suppercettiva: Incapacità di riconoscere gli oggetti, anche se sono nella visione normale. Per esempio, le persone affette non sarebbero in grado di copiare e disegnare un oggetto semplice
  • Agnosia visiva associativa: Gli individui affetti possono descrivere un oggetto, come influenza vari altri sensi e la sua classificazione, ma non sono in grado di riconoscerli. Tuttavia, possono ancora disegnare l'oggetto attraverso la copia.
  • Prosopagnosia: Conosciuto anche come cecità facciale, è un disturbo cognitivo della percezione facciale: l'incapacità di riconoscere i volti, incluso il proprio volto. Altri aspetti dell'elaborazione visiva e del processo decisionale rimangono generalmente intatti. La parte specifica del cervello associata alla prosopoagnosia è il giro fusiforme, noto per l'attivazione in risposta al vedere i volti.
  • Topographagnosia: Caratterizzato dall'incapacità di orientarsi verso ciò che lo circonda. Deriva dall'incapacità di dare un senso alle informazioni spaziali selettive, come i punti di riferimento. Gli individui affetti non sono in grado di formare una rappresentazione mentale del loro ambiente o di una "mappa cognitiva", il che si traduce in disorientamento dei pazienti.
  • Pura alessia: Noto anche come cecità mondiale pura e può comportare individui affetti da gravi problemi di lettura, mentre altre abilità linguistiche come denominazione, ripetizione orale, comprensione uditiva o scritti rimangono tipicamente intatti.

Diagnosi e trattamento di agnosia visiva

L'agnosia visiva può essere una diagnosi difficile da fare, poiché le persone che hanno la condizione non sono consapevoli che c'è un problema con la loro capacità visiva o la sensazione che possono compensare senza un intervento medico. Pertanto, il sospetto di agnosia visiva si verifica spesso quando il paziente è sottoposto a visita di un medico di routine. Questo spesso si presenta sotto forma del paziente che menziona un problema con la loro visione che non possono facilmente descrivere, con test accurati che trovano la diagnosi.

La diagnosi di agnosia visiva includerà la ricerca di eventuali precedenti eventi di danno cerebrale come un ictus. Sarà esclusa una precedente storia medica di casi familiari, condizioni di salute o avvelenamento da monossido di carbonio. Inoltre, saranno effettuati test generali sullo stato cognitivo per vedere se sono presenti sintomi di demenza o altri deficit neurologici.

Altre valutazioni possono includere campi visivi, acutezza visiva, percezione del colore, lettura, disegno, riconoscimento facciale e riconoscimento della linea

Test diagnostici agnosici visivi specifici includono:

  • Test di denominazione di Boston: Comprende disegni a 60 linee con il paziente incaricato di assegnare un nome verbale dell'immagine entro 20 secondi.
  • Tracciamento oculare: Misurazione del punto di sguardo o movimento dell'occhio rispetto alla testa.
  • Test della memoria di riconoscimento Warrington: Comprende 50 parole stampate al ritmo di una parola ogni tre secondi.
  • Test di riconoscimento facciale di Benton: Test della capacità di riconoscere i volti.

Il trattamento dell'agnosia visiva assumerà spesso la forma di trattare la condizione sottostante. Tuttavia, alcuni casi possono essere considerati irreversibili, come nel caso di gravi danni cerebrali. I pazienti con agnosia visiva possono trarre beneficio dalla terapia fisica e dalla terapia occupazionale per migliorare le loro condizioni. Anche la logopedia può essere utile.

Batteri dell'intestino e resistenza all'insulina legati all'obesità: Studio
5 Sintomi che rivelano un grave problema cardiaco

Lascia Il Tuo Commento