Un vaccino universale per l'influenza per tutta la vita potrebbe presto diventare una realtà
Salute

Un vaccino universale per l'influenza per tutta la vita potrebbe presto diventare una realtà

È così periodo dell'anno in cui le foglie iniziano a cambiare colore e iniziamo a vestirci un po 'più caldi. Questo cambiamento di clima segnala anche qualcosa che la maggior parte delle persone teme: ottenere la vaccinazione antinfluenzale. Mentre ottenere un vaccino antinfluenzale annuale può sembrare fastidioso, è assolutamente necessario. Il virus dell'influenza cambia ogni stagione rendendolo più difficile da prevenire.

Tutto ciò potrebbe cambiare, tuttavia, poiché un gruppo di ricercatori del Nebraska Center for Virology sta creando un tipo di vaccino piuttosto non convenzionale, che può fornire una vita lunga protezione contro l'influenza

"Un vaccino antinfluenzale ideale sarebbe poco costoso, fornirà un'immunità duratura, richiederà poche immunizzazioni e funzionerebbe contro tutte le varianti del virus," ha detto il ricercatore capo Eric Weaver, un assistente professore in la Scuola di Scienze Biologiche dell'Università del Nebraska-Lincoln

Un'infezione potenzialmente mortale

L'influenza può essere un'infezione devastante ed a volte è letale quando colpisce particolari dati demografici. È caratterizzata da febbre, tosse e dolori muscolari, con adulti più grandi, bambini piccoli, donne incinte e persone con problemi di salute cronici a più alto rischio di gravi complicanze.

Si stima che 40 milioni di persone abbiano contratto l'influenza durante il 2015-2016 stagione influenzale con circa 970.000 persone ricoverate in ospedale, secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC).

Anche se ancora nelle sue fasi iniziali, questo nuovo vaccino potrebbe essere il primo passo verso una vaccinazione universale contro l'influenza. Esperimenti preliminari sui topi erano un vaccino che combinava geni ancestrali centralizzati provenienti da quattro principali ceppi influenzali e sono stati trovati per proteggere dall'esposizione a dosi letali di sette dei nove virus influenzali ampiamente divergenti. Ancora più impressionante, i topi che non hanno ricevuto una dose più alta del vaccino non si sono ammalati.

Rispetto ai topi che hanno assunto solo il più tradizionale vaccino antinfluenzale o spray nasale, tutti si ammalarono e morirono quando esposti a gli stessi virus.

Insidie ​​dei metodi attualmente usati

Le vaccinazioni più convenzionali sull'influenza utilizzate oggi usano forme indebolite di virus per stimolare il nostro sistema immunitario a combattere l'infezione. Tuttavia, poiché l'influenza muta rapidamente, è difficile sviluppare un vaccino con efficacia a lungo termine. Un altro ostacolo è il fatto che quando le persone sono influenzate dall'influenza, può impiegare un po 'di tempo prima che inizino a mostrare i sintomi.

È stato dimostrato che la forma convenzionale del vaccino antinfluenzale ha un tasso di efficacia inferiore al 60% quando Corrispondono correttamente con il ceppo attualmente circolante e molto meno efficaci quando non sono abbinati.

Sfortunatamente, questa nuova forma di trattamento è lontana dall'essere utilizzata negli esseri umani, ma il risultato iniziale sembra promettente. La stima attuale è che probabilmente ci vorranno fino al 2020 o al 2025 prima che sia disponibile una vaccinazione contro l'influenza universale.

Malattie cardiovascolari, rischio di diabete ridotto con la dieta Paleo in donne obese in postmenopausa
4 Suggerimenti per migliorare la digestione

Lascia Il Tuo Commento