Rischio diabete di tipo 2 a causa di effetti inibitori dell'insulina della melatonina: Nuovo studio
Malattie

Rischio diabete di tipo 2 a causa di effetti inibitori dell'insulina della melatonina: Nuovo studio

Un nuovo studio ha rilevato che la segnalazione melatonina è un fattore di rischio per diabete di tipo 2 a causa degli effetti inibitori dell'insulina di questo ormone. Quando una persona dorme, il pancreas rilascia meno insulina, ma questa percentuale potrebbe variare su base notturna. La ricerca ha evidenziato che quasi il 30 percento di individui sono predisposti ad avere un pancreas più sensibile agli effetti inibitori dell'insulina della melatonina. Questi individui portano un gene recettore della melatonina alterato, che è un noto fattore di rischio per il diabete di tipo 2.

Gli studi hanno identificato oltre 100 geni correlati ad un aumentato rischio di sviluppare il diabete di tipo 2. Tra questi geni è il gene del recettore della melatonina, noto come MTNR1B, che si trova nel 30 percento della popolazione. Questo gene rende le cellule sensibili alla melatonina, ma i ricercatori volevano scoprire che cosa questo gene stava facendo al pancreas.

L'autore co-senior Hindrik Mulder ha detto: "Il diabete di tipo 2 è una malattia poligenetica, quindi è non un gene che causa la malattia: ci sono probabilmente centinaia di geni che predispongono insieme individui, dai quali è possibile dedurre che il contributo di ciascun singolo gene sarà piuttosto piccolo. "

I ricercatori hanno testato la loro ipotesi su 23 non diabetici individui con la variante del gene MTNR1B e 22 individui senza di essa. Ogni partecipante è stato consigliato di assumere quattro milligrammi di melatonina prima di andare a letto per tre mesi. Alla fine dello studio, gli individui con la variante del gene avevano una quantità di secrezione di insulina tre volte maggiore rispetto a quelli senza la variante del gene.

I ricercatori suggeriscono che questo non implica automaticamente che la pillola di melatonina occasionale sarebbe pericoloso. "Questa è solo un'ipotesi, ma penso che sollevi domande che forse l'uso prolungato della melatonina non è così innocuo", ha aggiunto Mulder.

"Normalmente non mangiamo o siamo fisicamente attivi di notte, quindi le nostre richieste di energia diminuiscono e non abbiamo bisogno della massima secrezione di insulina. Una probabile spiegazione è che, quando i livelli di melatonina aumentano, dicono alle nostre cellule beta di non rilasciare più insulina, "Mulder

diabete di tipo 2 e il suo collegamento a livelli di sonno e melatonina

Uno studio alternativo ha trovato che bassi livelli di melatonina sono associati ad un aumentato rischio di sviluppare il diabete di tipo 2. I risultati sono arrivati ​​da Brigham and Women's Hospital (BWH). Il ricercatore Dr. Ciaran McMullan ha spiegato: "Questa è la prima volta che viene stabilita un'associazione indipendente tra la secrezione notturna di melatonina e il rischio di diabete di tipo 2. Si spera che questo studio spinga la ricerca futura a esaminare cosa influenza la secrezione di melatonina di una persona e qual è il ruolo della melatonina nel modificare il metabolismo del glucosio di una persona e il rischio di diabete. "

I ricercatori hanno esaminato 370 donne che hanno sviluppato diabete e 370 controlli. I ricercatori hanno confrontato i due gruppi e hanno scoperto che bassi livelli di secrezione notturna di melatonina avevano il doppio del rischio di sviluppare il diabete di tipo 2, rispetto alle persone con alti livelli. La ricerca ha anche preso in considerazione altri noti fattori di rischio del diabete di tipo 2, inclusi indice di massa corporea, storia familiare di diabete e fattori di vita tra cui dieta, esercizio fisico, fumo e durata del sonno, e ancora trovato che la secrezione di melatonina è rimasto un fattore di rischio significativo.

Lettura correlata:

Il diabete di tipo 2 può essere gestito con l'esercizio aerobico a piedi

Il camminare combatte il grasso, aumenta i livelli di energia e persino protegge il cuore. Ma se si soffre di diabete di tipo 2, l'uso di interval-walking come esercizio aerobico può essere uno dei migliori tipi di medicina. Il diabete di tipo 2 aumenta il rischio di NAFLD, malattie del fegato, cinque volte: lo studio

Il diabete di tipo 2 aumenta il diabete rischio di fegato grasso non alcolico (NAFLD) cinque volte, secondo la ricerca. Ricercatori delle università di Southampton ed Edimburgo hanno esaminato casi di malattia epatica in pazienti diabetici in Scozia nell'arco di 10 anni. I ricercatori hanno scoperto che nei diabetici di tipo 2, i tassi di malattia del fegato sono alti ma non a causa del consumo di alcol, ma piuttosto della permeazione di grasso nel fegato - noto anche come steatosi epatica non alcolica.

Fonti:

//www.eurekalert.org/pub_releases/2016-05/cp-msi050516.php
//www.sciencedirect.com/science/article/pii/S1550413116301607
https : //sleepfoundation.org/sleep-news/study-links-diabetes-risk-melatonin-levels

Studi recenti mostrano che le donne hanno bisogno di uno screening meno frequente per il cancro ai polmoni
Influenza e collegamento grave della sepsi, gli esperti descrivono segnali di allarme di sepsi e shock settico

Lascia Il Tuo Commento