Due o più bevande zuccherate al giorno aumenta il rischio di scompenso cardiaco
Salute

Due o più bevande zuccherate al giorno aumenta il rischio di scompenso cardiaco

Un recente studio ha scoperto che bere due o più bevande zuccherate un giorno aumenta il rischio di insufficienza cardiaca. L'insufficienza cardiaca colpisce circa 23 milioni persone in tutto il mondo e solo la metà delle persone con diagnosi di insufficienza cardiaca vive più a lungo di cinque anni. Gli uomini e gli anziani sono noti per essere a più alto rischio di insufficienza cardiaca.

Le bevande zuccherate e zuccherate sono popolari in tutto il mondo, specialmente per le giovani generazioni. Il consumo regolare di bevande zuccherate è stato collegato a pressione sanguigna, cambiamenti nei livelli di insulina e persino marcatori infiammatori legati all'aumento di peso, al diabete e alle sindromi metaboliche.

Al fine di valutare un legame tra bevande zuccherate e un aumento del rischio di insufficienza cardiaca, i ricercatori hanno esaminato i dati di 42.400 uomini svedesi.

Gli uomini avevano un'età compresa tra i 45 e i 75 anni quando iniziò lo studio. È stato chiesto loro di fornire un rapporto sul loro consumo di 96 alimenti e bevande comuni nel corso di un anno. Non è stata fatta alcuna distinzione su come le bevande sono state addolcite, ma non sono stati inclusi caffè, tè e succhi di frutta.

Gli uomini sono stati monitorati, in media, nel corso di 12 anni. Durante quel periodo furono riportati 3.604 casi di insufficienza cardiaca e morirono 509 uomini.

Pur tenendo conto anche di altri fattori che contribuiscono allo scompenso cardiaco, i ricercatori hanno stabilito che il consumo giornaliero di due bevande zuccherate aumentava il rischio di cuore fallimento di 23 percento rispetto a quelli che non consumavano le bevande zuccherate.

La ricerca è osservazionale quindi non esiste una causalità definita, e lo studio ha esplorato solo uomini caucasici, quindi è difficile escludere gli stessi effetti su donne o etnie diverse. Tuttavia, attira ulteriore attenzione sugli effetti nocivi delle bevande zuccherate.

I professori Miguel Martínez-González, MD e Miguel Ruiz-Canela, Ph.D., del Dipartimento di medicina preventiva e sanità pubblica, Università di Navarra e la rete di centri di ricerca biomedica sull'obesità e la nutrizione, hanno scritto in merito ai risultati dei ricercatori, "L'associazione ben nota di bevande zuccherate con obesità e diabete di tipo 2, che sono fattori di rischio per insufficienza cardiaca, rafforza il biologico plausibilità dei risultati [degli autori dello studio]. Sulla base dei loro risultati, il miglior messaggio per una strategia preventiva sarebbe quello di raccomandare un consumo occasionale di bevande zuccherate o di evitarli del tutto. "

I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Cuore .

Leggi anche: Studio: la soda dietetica può farti aumentare di peso

Le leggi esterne senza fumo hanno un crescente sostegno pubblico
Mese di sensibilizzazione sulle lesioni cerebrali in Canada: trauma cerebrale, trauma cranico, demenza, ipertensione, apnea notturna

Lascia Il Tuo Commento