Lesioni traumatiche cerebrali associate al morbo di Parkinson, ma non al morbo di Alzheimer o demenza incidente
Organi

Lesioni traumatiche cerebrali associate al morbo di Parkinson, ma non al morbo di Alzheimer o demenza incidente

La lesione cerebrale traumatica (TBI) con perdita di coscienza (LOC) è stata trovata associata a morbo di Parkinson di età avanzata, ma non alla malattia di Alzheimer o alla demenza incidente. Il Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie ha stimato che 1,3 milioni di americani visitano il pronto soccorso ogni anno per un trauma cranico, quindi gli effetti successivi del TBI sono importanti da comprendere.

I ricercatori hanno studiato le cartelle cliniche di 7.130 anziani di quale 865 ha sofferto un TBI con LOC. Tra questi ultimi, 142 erano rimasti incoscienti per oltre un'ora. I ricercatori hanno valutato le associazioni tra TBI e esiti clinici tardivi come lieve decadimento cognitivo, demenza e malattia di Alzheimer. Stavano anche esaminando le autopsie del cervello disponibili per circa il 23% dei partecipanti, alla ricerca di collegamenti tra TBI e risultati neuropatologici.

Non c'era un'associazione significativa tra TBI con LOC e demenza o malattia di Alzheimer. D'altra parte, c'era un forte legame tra TBI con LOC e lo sviluppo del morbo di Parkinson.

La ricercatrice Kristen Dams-O'Connor ha dichiarato: "I risultati di questo studio suggeriscono che alcune persone con una storia di TBI sono a rischio di neurodegenerazione tardiva, ma non di Alzheimer. Vogliamo identificare e trattare la neurodegenerazione post-TBI mentre le persone sono ancora vive, ma per fare questo, dobbiamo prima capire la malattia. Gli studi prospettici sulla donazione cerebrale TBI possono aiutarci a caratterizzare la neurodegenerazione post-TBI, identificare i fattori di rischio e sviluppare trattamenti efficaci. "

I risultati possono aiutare i medici a diagnosticare la neurodegenerazione della vita tardiva in pazienti che hanno sperimentato TBI con LOC nei loro primi anni. Questo potrebbe portare a precedenti interventi e trattamenti per contribuire a ridurre la progressione di queste malattie.

Trauma cranico aumenta il rischio di malattia di Parkinson: studio precedente

Ricerche precedenti hanno trovato risultati simili che dimostrano che il TBI aumenta il rischio di vita futura Morbo di Parkinson. I ricercatori dell'UCLA hanno scoperto che era la perdita di un tipo specifico di neurone dietro l'aumento del rischio a lungo termine del morbo di Parkinson dopo un trauma cranico.

I ricercatori hanno scoperto che una lesione traumatica cerebrale nei ratti ha causato una perdita del 15% nelle cellule cerebrali dopo il trauma. Dopo 26 settimane, questa perdita ha raggiunto il 30%. La perdita di tali dimensioni nella cellula cerebrale potrebbe portare a sintomi cardinali del motore osservati nel morbo di Parkinson.

L'autrice senior Marie-Francoise Chesselet ha affermato: "Abbiamo riscontrato che con una lesione cerebrale traumatica moderata, la perdita di neuroni era troppo piccola numero per causare la malattia di Parkinson, ma è sufficiente per aumentare il rischio di malattia di Parkinson. Riducendo il numero di neuroni dopaminergici, ogni ulteriore insulto al cervello attaccherà un minor numero di neuroni. Di conseguenza, la soglia per i sintomi sarebbe stata raggiunta più rapidamente. Poco dopo una lesione cerebrale traumatica, questi neuroni sono più vulnerabili a un secondo insulto. "

I ricercatori hanno esaminato gli effetti a breve ea lungo termine del TBI, insieme agli effetti dei bassi dosaggi del paraquat antiparassitario, un fattore di rischio per il morbo di Parkinson. Nello studio acuto, i ratti hanno subito una perdita del 15% delle cellule cerebrali a seguito di una lesione cerebrale traumatica moderata. La perdita di cellule cerebrali si espanse al 30% quando fu introdotto il paraquat.

Lo studio a lungo termine non includeva il paraquat ei ratti sperimentarono una perdita del 30% dei neuroni del cervello solo dopo 26 settimane dopo un TBI.

Autore dello studio David A. Hovda ha concluso: "Questi sono i primi dati che rivelano che in un modello di lesione cerebrale traumatica sperimentale, non solo i neuroni dopaminergici nigrostriatali degenerano, quelli che sopravvivono diventano sensibilizzati alla tossicità del paraquat. Questi risultati suggeriscono che si dovrebbe prestare maggiore attenzione al rischio a lungo termine del Parkinson dopo lesione cerebrale traumatica e che l'epidemiologia di entrambi i fattori di rischio, lesione cerebrale ed esposizione al paraquat deve essere valutata in combinazione. "

Lettura correlata:

Sintomi della malattia di Parkinson, cadute ridotte da una comune droga da demenza e semplici rimedi casalinghi

I sintomi e le cadute della malattia di Parkinson possono essere ridotti dalla comune droga da demenza insieme ai semplici rimedi casalinghi. I ricercatori hanno scoperto che un comune farmaco per la demenza può aiutare a prevenire debilitanti cadute nella malattia di Parkinson.

Concussione (trauma cranico) aumenta il rischio di demenza negli anziani

La commozione cerebrale (trauma cranico) aumenta il rischio di demenza negli anziani. Circa 1,7 milioni di americani subiscono una leggera commozione ogni anno, e quasi il 15% di coloro che subiscono lesioni cerebrali ripetute soffrono di funzionamento anormale del cervello anni dopo.

Fonti:
//www.mountsinai.org/about-us /newsroom/press-releases/link-found-between-traumatic-brain-injury-and-late-life-parkinsons-but-not-alzheimers-disease
//newsroom.ucla.edu/releases/traumatic -Brain-infortunio-a-rischio-213.647

Uomini con stress e ansia come donne formose
Un tè per dormire può aiutarti a dormire?

Lascia Il Tuo Commento