Questo farmaco comune potrebbe mettere a rischio le tue ossa
Salute

Questo farmaco comune potrebbe mettere a rischio le tue ossa

I farmaci hanno lo scopo di aiutare a curare i disturbi, ma nel caso di osteoporosi, un farmaco comune usato per il trattamento in realtà aumenta il rischio di fratture ossee. Gli scienziati stanno ora avvertendo che i farmaci che sostengono di rafforzare le ossa hanno effettivamente l'effetto opposto.

Il farmaco in questione è noto come bisfosfonato. I ricercatori hanno scoperto che i pazienti che assumono questa classe di farmaci nell'arco di cinque anni hanno alterato la composizione ossea, causandoli a diventare più fragili, aumentando il rischio di fratture.

I farmaci rinforzanti l'osso legati alle ossa più deboli

Lo studio includeva 50 donne di età Da 65 a 93 che stavano assumendo bifosfonati. Questi farmaci hanno lo scopo di ridurre il rischio di fratture, in quanto causano una maggiore mineralizzazione e difficoltà delle ossa. Ma le scoperte più recenti possono alterare il modo in cui i medici trattano i pazienti con osteoporosi.

La professoressa Eve Donnelly, della Cornell University di New York, ha dichiarato : "È una specie di spada a doppio taglio. È estremamente utile prevenire la perdita di massa ossea, ma i farmaci rallentano anche questo processo naturale, che consente il turnover. Questa è una delle avvertenze che mi piacerebbe impartire. Quello che abbiamo osservato è in realtà il risultato di un trattamento a lungo termine. "

I bifosfonati sono raccomandati per essere somministrati da tre a cinque anni. Gli esperti suggeriscono che i pazienti dovrebbero essere rivalutati dopo cinque anni per determinare se la loro continuazione è sicura. Alcuni dei volontari nello studio stavano assumendo questi farmaci per un massimo di otto anni.

I partecipanti sono stati suddivisi in cinque gruppi basati sull'uso di fratture e bifosfonati.

Si è verificata un'analisi bioptica dello strato esterno del femore, quali ricercatori hanno scoperto di essere più mineralizzati e più duri. Stime attuali di rotture della coscia tra gli utenti di bifosfonati sono stimati tra 10 su 10.000. Attualmente, i benefici di questi farmaci superano il rischio. Uno studio ha stimato che per ogni 100 fratture prevenute dal farmaco ne ha causato una

D'altra parte, l'uso di questi farmaci è stato collegato a una condizione della mandibola dolorosa e sfigurante e ad un rischio più elevato di problemi alla vista.

Se sei preoccupato di usare i bifosfonati, parla con il tuo medico. Se sei attualmente su di loro, non smettere di prenderli senza prima parlare con il medico.

Sintomo potenziale di stress visivo della Sindrome da Stanchezza Cronica (CFS)
I tassi di obesità infantile continuano a salire negli Stati Uniti

Lascia Il Tuo Commento