Prendi QUESTO per ridurre gli effetti collaterali pericolosi degli antibiotici
Organi

Prendi QUESTO per ridurre gli effetti collaterali pericolosi degli antibiotici

I probiotici hanno guadagnato popolarità negli ultimi dieci anni, e meritatamente. I benefici dei probiotici sono di vasta portata - sono stati trovati per aiutare a rafforzare l'immunità, trattare problemi digestivi, allergie e disturbi della pelle, e ridurre i livelli di colesterolo, depressione e ansia. I probiotici sono anche un complemento ideale alla terapia antibiotica e ricercatori dell'organizzazione Cochrane Collaboration hanno scoperto che l'assunzione di probiotici può prevenire effetti collaterali associati all'antibiotico, come la diarrea.

Anche se i professionisti della salute naturale generalmente scoraggiano l'uso di antibiotici, ci sono casi in cui gli antibiotici sono assolutamente essenziali e prenderli può significare la differenza tra la vita e la morte. Il problema con gli antibiotici è che non uccidono solo i batteri insalubri; uccidono anche batteri benefici nell'intestino. I batteri benefici sono tenuti a tenere sotto controllo i batteri malsani, così come a rafforzare l'immunità e la digestione. L'esaurimento dei batteri sani causati dagli antibiotici porta spesso a una crescita eccessiva di batteri C. difficile e altri batteri nocivi. Di conseguenza, può anche causare sintomi come diarrea e colite.

Gli scienziati dell'organizzazione Cochrane Collaboration hanno analizzato i dati di 4.213 adulti e bambini che erano in terapia con antibiotici. Secondo i dati, solo il 2% dei pazienti a cui erano stati somministrati probiotici in combinazione con antibiotici aveva sviluppato una diarrea associata a C. difficile (CDAD). Questo è stato confrontato con il 6% dei pazienti a cui non sono stati somministrati probiotici. L'assunzione dei probiotici aveva portato a una riduzione del 64% della diarrea e aveva anche portato ad una riduzione di altri effetti collaterali antibiotici, come nausea e dolori allo stomaco.

"A breve termine, assunzione di probiotici in combinazione con antibiotici sembra essere un modo sicuro ed efficace per prevenire la diarrea associata all'infezione da Clostridium difficile ", afferma il ricercatore capo, Bradley Johnston dell'Ospedale per l'Istituto di ricerca sui bambini malati a Toronto, in Canada. "L'introduzione di alcuni regimi probiotici come ausiliari agli antibiotici potrebbe avere un impatto immediato sui risultati dei pazienti, specialmente in contesti epidemici. Tuttavia, dobbiamo ancora stabilire i ceppi probiotici e le dosi che forniscono i migliori risultati e determinare la sicurezza dei probiotici nei pazienti immunocompromessi. "

Questa scoperta è importante perché la diarrea associata a C. difficile è sia difficile che costosa Secondo il Dr. Johnston, "l'implementazione della dose appropriata e dei ceppi di probiotici negli ospedali potrebbe fornire risparmi sui costi e migliorare la qualità della vita." Va notato, tuttavia, che i probiotici non ridurre il numero di persone infette da C. difficile, piuttosto riduce i sintomi pericolosi associati all'infezione.

I probiotici sono economici, facili da prendere e facilmente accessibili. Sono l'antidoto perfetto per antibiotici perché aiutano a reintegrare i batteri sani che gli antibiotici uccidono nell'intestino.Anche se non si utilizzano antibiotici, è comunque consigliabile consumare probiotici regolarmente come parte di uno stile di vita sano. i plement possono essere trovati online e nei negozi di alimenti naturali in tutto il paese. Consumare regolarmente cibi ricchi di probiotici è anche benefico, e alcune delle migliori fonti includono yogurt, kefir, kimchee, miso, crauti, tempeh, sottaceti, tè di kombucha e spirulina.

L'ansia è un segno precoce del morbo di Alzheimer?
Con un ritmo circadiano interrotto, anche una dieta a basso contenuto di sale può aumentare la pressione sanguigna a riposo, rischio vascolare

Lascia Il Tuo Commento