Lupus Erythematosus sistemico (SLE) aumenta il tasso di mortalità del 67%, tasso influenzato dalla razza, etnia
Diete

Lupus Erythematosus sistemico (SLE) aumenta il tasso di mortalità del 67%, tasso influenzato dalla razza, etnia

Il lupus eritematoso sistemico, o LES, è una malattia autoimmune che attacca erroneamente il tessuto sano nel corpo e ricerca mostra che aumenta i tassi di mortalità fino al 67%, con i giovani ad alto rischio.

La Lupus Foundation of America stima che circa 5 milioni di persone soffrano di qualche forma di lupus in tutto il mondo. Il lupus eritematoso sistemico è la forma più comune della malattia, ma ci sono altri tipi, come il lupus limitato alla pelle e il lupus neonatale.

Il recente studio, pubblicato in Reumatologia, indica che la mortalità sembra essere del 67% più alta per quelli con lupus eritematoso sistemico che per gli adulti senza malattia. Dopo aver analizzato i dati relativi ai pazienti con lupus nel Regno Unito tra il 1999> e il 2012, i ricercatori hanno scoperto che il tasso di mortalità per le persone affette da SLE era più di tre volte superiore a quello dei minori di 40 anni rispetto ai giovani senza condizioni autoimmuni.

Le cause più comuni di morte nell'analisi del lupus erano la malattia circolatoria e le neoplasie maligne. Tuttavia, il Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie riferisce che spesso la causa della morte per i pazienti affetti da lupus può essere insufficienza d'organo o malattia cardiovascolare causata dall'aterosclerosi. L'aterosclerosi si verifica quando una parete arteriosa si ispessisce a causa dell'accumulo di globuli bianchi e di cellule muscolari lisce che creano una placca grassa.

I ricercatori dell'Università di Nottingham del Regno Unito hanno esaminato circa 3.000 pazienti affetti da lupus, 200 dei quali deceduti. Hanno calcolato il tasso di mortalità e hanno osservato gli uomini contro le donne, stabilendo che gli uomini avevano circa il doppio delle probabilità di morire in un dato momento rispetto alle femmine con LES. È interessante notare che il 90% delle persone con diagnosi di lupus sono donne. È anche importante sottolineare che lo studio ha mostrato che il rischio relativo di morte era più alto in età più giovane, ma pressappoco uguale all'età di 80 anni.

I risultati hanno spinto le persone coinvolte nello studio a chiedere un miglioramento nel trattamento per I pazienti con lupus eritematoso sistemico (LLE), in particolare i pazienti giovani adulti.

I tassi di mortalità per lupus variano in base alla razza, all'etnia

A quanto pare, il tasso di mortalità del lupus sembra variare in base alla razza. L'anno scorso, il Brigham and Women's Hospital di Boston ha condotto uno studio che ha rivelato tassi di mortalità più bassi tra i pazienti di lupus asiatici e ispanici.

I ricercatori, i cui risultati sono stati pubblicati nella Artrite e reumatologia rivista , ha esaminato le denunce Medicaid presentate da oltre 42.000 malati di lupus tra il 2000 e il 2006. Per gruppo etnico razziale, le percentuali di persone con lupus erano le seguenti: nero, 40 percento; bianco, 38 percento; Ispanico, 15 percento; e Native American, 2 percento. I malati di lupus ispanici e asiatici avevano i tassi di mortalità più bassi. Il tasso era più alto tra i nativi americani, seguito dai neri e poi dai bianchi.

L'analisi mostrava che i tassi di mortalità erano del 52% più bassi tra gli ispanici e del 41% inferiori tra gli asiatici, rispetto ai bianchi. Utilizzando uno speciale indice di aggiustamento del rischio, lo studio si è adattato ad altre condizioni di salute nei soggetti, inclusa la pericardite, che è l'infiammazione del tessuto che circonda il cuore; trombocitopenia, una carenza di piastrine nel sangue; convulsioni e anemia.

I neri avevano punteggi più alti sull'indice di adeguamento al rischio, mentre gli ispanici e gli asiatici avevano punteggi più bassi. I bianchi avevano punteggi bassi, tranne che per un più alto tasso di nefrite lupica, che è il lupus dei reni. L'indice ha mostrato che i nativi americani avevano più diabete e obesità.

L'analisi ha anche preso in considerazione fattori socioeconomici e stile di vita. I ricercatori dicono che questi fattori hanno un ruolo nei risultati di salute, in particolare quando si tratta del nostro sistema immunitario.

Al momento, circa 1,5 milioni di residenti negli Stati Uniti di tutte le etnie diverse soffrono di qualche tipo di lupus.

Gli esperti dicono che conoscere le variazioni dei tassi di mortalità tra i gruppi etnici è fondamentale per capire i migliori metodi per trattare ciascun paziente, modificare i fattori di rischio e, naturalmente, migliorare la sopravvivenza per le persone che soffrono di lupus.

Migliorare la convivenza con il lupus con questi consigli

Con la dovuta cura, la maggior parte delle persone che soffrono di lupus - cioè l'80-90% - può vivere durata della vita normale. Anche i giovani adulti a più alto rischio di mortalità possono fare qualcosa per migliorare le loro possibilità di una salute migliore.

Ecco alcuni consigli per vivere con il lupus:

  • Flare-up: farmaci / terapie appropriate possono aiutare a controllare il bagliore -ups e previene danni permanenti agli organi, quindi lavora a stretto contatto con il tuo medico per monitorare le tue condizioni.
  • Cura del cuore : il lupus può essere duro sul sistema cardiovascolare, quindi fai controllare regolarmente il tuo cuore.
  • Cura del cervello : segnala al medico qualsiasi cambiamento di umore, memoria o concentrazione. Lupus può influire sui tuoi percorsi neurologici.
  • Gravidanza : rimanere incinta mentre il lupus è silenzioso (non flaring) sembra portare a gravidanze più sane.
  • Cura delle articolazioni: esercizio fisico regolare può aiutare a prevenire rigidità e gonfiore associato al lupus.
  • Dieta: una dieta sana per il cuore si è rivelata utile per chi soffre di lupus.
  • Esposizione al sole : proteggiti dal sole. Circa il 50% dei pazienti affetti da lupus si presenta con fastidiose eruzioni cutanee dovute all'esposizione al sole.

Il lupus può essere una malattia grave. Anni fa era una condanna a morte, ma oggi con più conoscenze e terapie mediche moderne, i pazienti con lupus possono vivere una vita piena. Se soffri di lupus, hai il potere di tenere la malattia sotto controllo evitando certe cose, prestando molta attenzione ai sintomi e vedendo il tuo medico su base regolare.

I tagli di freddo dovrebbero venire con etichette di avvertimento?
Obesità nei bambini legati all'insorgenza di malattie dell'anca

Lascia Il Tuo Commento