Gli smartphone rilevano la depressione: Studio
Organi

Gli smartphone rilevano la depressione: Studio

Con l'avanzare della tecnologia, sembra che non ci sia nulla che i nostri smartphone non possano fare. Non sono più solo per fare telefonate, sono il nostro assistente personale all-in-one. Una nuova ricerca ha ora scoperto che i nostri telefoni sanno anche quando siamo depressi.

Un piccolo studio della Northwestern Medicine rivela che i nostri telefoni possono rilevare quando siamo depressi. Tracciando l'utilizzo e la posizione, i nostri telefoni possono determinare quando siamo depressi, dicono i ricercatori.

I risultati hanno rivelato che quelli che erano depressi usavano tipicamente i loro telefoni per un massimo di 68 minuti al giorno - questo rispetto alle persone non depresse che usano solo i loro telefoni per 17 minuti al giorno.

Con l'aiuto del localizzatore GPS, coloro che sono depressi passano la maggior parte del loro tempo a casa. Le persone che non sono depresse visiteranno più località.

Il sensore del telefono ha consentito ai ricercatori di identificare quelli con depressione con un'accuratezza dell'87%.

"L'importanza di questo è che possiamo rilevare se una persona ha sintomi depressivi e la gravità di questi sintomi senza porre loro alcuna domanda ", ha detto l'autore dello studio David Mohr.

" Ora abbiamo una misura oggettiva del comportamento correlato alla depressione. E lo stiamo rilevando passivamente. I telefoni possono fornire i dati in modo discreto e senza sforzo da parte dell'utente. "

Questo tipo di monitoraggio può aiutare per un intervento più rapido e un trattamento più precoce per chi soffre di depressione. Inoltre, è stato scoperto che il monitoraggio dello smartphone era più affettivo della diagnosi che semplicemente ponendo domande individuali.

Quando le persone fanno domande si pensa che di solito valutino i loro sentimenti su una scala da 1 a 10. I ricercatori dicono che le risposte potrebbero essere inaffidabili basato su questo metodo.

I risultati saranno pubblicati nel Journal of Medical Internet Research .

Fonti:
//www.eurekalert.org/pub_releases/2015-07 /nu-ypk071315.php

Attacchi epilettici focali collegati a tre regioni cerebrali, riscontrate con risonanza epilettica funzionale, cerebrale epilettica, cause focali epilettiche, epilessia focale negli adulti, crisi epilettiche focali, epilessia focale, epilessia focale trattamento, risonanza magnetica funzionale, trattamento con convulsioni parziali, crisi parziali semplici, notizie di salute
Sedersi in questo modo fa male al cuore

Lascia Il Tuo Commento