Scienziati con successo rallentano l'invecchiamento
Salute

Scienziati con successo rallentano l'invecchiamento

Uno studio congiunto di Lomonosov Moscow State University e Stockholm University ha scoprì il ruolo dei mitocondri nell'invecchiamento a livello cellulare e permise agli scienziati di rallentare questo processo.

Il biologo e professore russo Vladimir Skulachev sviluppò un composto noto come SkQ1 antiossidante artificiale che mirava specificamente ai mitocondri in topi geneticamente modificati e ha rallentato la velocità con cui sono invecchiati. Questi topi hanno introdotto una mutazione nel loro genoma che accelera la mutagenesi all'interno dei mitocondri e ha comportato un più rapido tasso di invecchiamento. I roditori nello studio sono stati trovati per vivere per meno di un anno, mentre la durata media di un topo normale è di oltre due anni. I topi modificati erano anche più inclini a sviluppare malattie legate all'invecchiamento.

Questi topi sono stati usati per testare l'efficacia dello SkQ1 antiossidante artificiale sul rallentamento del processo di invecchiamento a livello cellulare. I topi geneticamente modificati furono divisi in due gruppi, con le prime dosi riceventi del composto nella loro acqua potabile quando raggiunsero 100 giorni e il secondo gruppo che bevve acqua normale. Gli effetti protettivi del composto sono stati osservati all'inizio quando hanno raggiunto tra i 200 ei 250 giorni di vita, con il gruppo di acqua normale che mostra segni di malattie legate all'età come perdita di peso, diminuzione della temperatura corporea, spine curve a causa di osteoporosi pelle più sottile, perdita di capelli, mobilità limitata e consumo di ossigeno

Gli scienziati ritengono che questo danno sia dovuto ai radicali liberi - i sottoprodotti tossici prodotti dai mitocondri. I topi nel primo gruppo hanno beneficiato delle proprietà protettive del composto e hanno visto una progressione più lenta di questi tratti correlati all'età, alcuni dei quali non si sono sviluppati affatto.
Skulachev ha commentato i risultati dello studio, affermando, "Questo il lavoro è piuttosto prezioso dal punto di vista sia teorico sia pratico. Innanzitutto, dimostra chiaramente il ruolo chiave delle specie di ossigeno reattivo prodotte dai mitocondri nel processo di invecchiamento dei mammiferi. Allo stesso tempo, il nostro studio apre la strada al trattamento dell'invecchiamento con antiossidanti mirati mitocondrialmente. "

Il successo di questo studio ha spinto Skulachev a sviluppare prodotti farmaceutici utilizzando il suo composto - il primo di questi prodotti è già sugli scaffali di La Russia ha superato la seconda fase delle sperimentazioni cliniche negli Stati Uniti. Con ulteriori studi e ricerche, potrebbero essere presto sviluppati farmaci per prevenire e rallentare il danno causato dalle malattie legate all'età.

Questa comune abitudine potrebbe richiedere anni di vita
Come far mangiare ai tuoi figli più frutta e verdura

Lascia Il Tuo Commento