Schizofrenia negli anziani, gestione dei disturbi psicotici della vecchiaia
Salute

Schizofrenia negli anziani, gestione dei disturbi psicotici della vecchiaia

Gestire il disturbo psicotico La schizofrenia negli anziani è importante ma deve affrontare anche molte sfide. Chiunque a qualsiasi età può sperimentare la schizofrenia, ma l'età può essere un fattore importante nell'efficacia del trattamento. Ad esempio, i farmaci antipsicotici possono causare effetti indesiderati negli anziani, anche se possono avere effetti collaterali minimi nei pazienti più giovani. Per questo motivo, diventa più difficile trattare la schizofrenia negli anziani.

La ricerca ha dimostrato che l'uso di farmaci antipsicotici deve essere inferiore se usato negli anziani al fine di minimizzare gli effetti collaterali negativi.

Invecchiamento e schizofrenia

È stato dimostrato che la schizofrenia accelera l'invecchiamento fisico rispetto alla popolazione generale. È stato inoltre dimostrato che la durata media della vita di una persona con schizofrenia è inferiore di 20 a 23 anni rispetto alla popolazione generale. Fondamentalmente, una persona schizofrenica tra i 40 ei 50 anni avrà una salute paragonabile a una persona di 60 e 70 anni.

Differenza tra schizofrenia precoce, insorgenza tardiva e insorgenza tardiva

Schizofrenia ad insorgenza precoce, tardiva -Soffi la malattia
e la psicosi simile alla schizofrenia ad esordio molto tardivo
"Uno sguardo più ravvicinato alle caratteristiche che definiscono."
Insorgenza precoce
Schizofrenia
Insorgenza tardiva
Schizofrenia
Psicosi simil-schizofrenia ad insorgenza tardiva
Età di esordio Più giovani di 40 anni Età media (dai 40 ai 65 anni) Vita tardiva (oltre i 65 anni)
Genere predominante Uomini Donne Donne
Sottotipo paranoico Comune Comune molto comune Comune
Sintomi negativi Contrassegnato Presente Assente
Pensiero disturbo Presente Presente Assente
Anomalie fisiche minori Presente Presente Assente
Anomalie della struttura cerebrale
(ad es. colpi, tumori)
Assente Assente Contrassegnato
Compromissione neuropsicologica:
Apprendimento Ing
Ritenzione
Contrassegnato
Assente
Presente
Assente
Probabilmente contrassegnato
Probabilmente contrassegnato
Progressivo deterioramento cognitivo Assente Assente Contrassegnato
Storia familiare di schizofrenia Presente Presente Assente
Disadattamento della prima infanzia Presente Presente Assente
Rischio di discinesia tardiva Presente Presente Contrassegnato
Dose neurolettica giornaliera Alta Inferiore Minima

Differenza tra schizofrenia ad esordio precoce, insorgenza tardiva e molto tardiva. Scarica la tabella di confronto (JPG)

Adattato da Palmer BW, McClure FS, Jeste DV. Schizofrenia in età avanzata: i risultati sfidano i concetti tradizionali. Harv Rev Psychiatry 2001; 9 (2): 51-8.

Fattori di rischio per la schizofrenia negli anziani

Fattori di rischio per la schizofrenia negli anziani includere:

  • Storia familiare
  • Deficit sensoriali
  • Isolamento sociale
  • Disturbo della personalità premorboso
  • Anomalie neuropsicologiche
  • Essere femminile

Cause e sintomi della schizofrenia negli anziani

Come con molti disturbi mentali, non esiste una causa precisa della schizofrenia, ma entrano in gioco diversi fattori. I geni, gli squilibri chimici nel cervello, le relazioni familiari, gli ambienti e l'uso di droghe sono tutti fattori che possono contribuire all'insorgenza della schizofrenia.

I sintomi della schizofrenia includono:

  • Delusioni
  • Allucinazioni
  • Pensiero disorganizzato
  • Comportamento motorio disorganizzato e anormale
  • Sintomi negativi - mancanza di capacità di funzionare normalmente, mancanza di emozioni, mancanza di espressione, ecc.

Trattamento della schizofrenia negli anziani

Con un trattamento adeguato, gli individui con schizofrenia possono vivere una vita normale e, anche se non esiste una cura, i sintomi possono essere ben gestiti. I farmaci vengono spesso diagnosticati per alleviare allucinazioni e delusioni. Antipsicotici, in particolare, possono aiutare con eventuali squilibri chimici nel cervello. Sfortunatamente, come con qualsiasi farmaco c'è il rischio di effetti collaterali - specialmente negli anziani.

Gli effetti indesiderati comuni degli anziani dovuti all'uso di farmaci antipsicotici sono:

  • Movimenti incontrollati
  • Aumento di peso
  • Sonnolenza
  • Capogiri
  • Irrequietezza
  • Bocche secche
  • Stitichezza
  • Nausea
  • Vomito
  • Visione offuscata
  • Bassa pressione sanguigna
  • Sequestri
  • Basso numero di globuli bianchi
  • Disfunzione sessuale

Ci sono anche trattamenti non farmacologici, come la ricerca di terapie, o uno a uno o un gruppo. Diversi tipi di terapia per trattare la schizofrenia includono:

  • Terapia cognitivo-comportamentale
  • Gruppi di auto-aiuto
  • Terapia familiare
  • Riabilitazione
  • Trattamento integrato di abuso di sostanze

Integrando una combinazione di medici e non trattamenti medici una persona con schizofrenia può benissimo vivere una vita normale.

Sostanze chimiche a base di piante trovate nel nostro cibo prevenire il cancro alla prostata
Le differenze cerebrali tra i sessi hanno scoperto

Lascia Il Tuo Commento