Sintomi comportamentali della schizofrenia legati alle caratteristiche anatomiche del cervello
Organi

Sintomi comportamentali della schizofrenia legati alle caratteristiche anatomiche del cervello

I sintomi comportamentali della schizofrenia sono legati alle caratteristiche anatomiche del cervello, secondo i ricercatori della Scuola di Medicina dell'Università di Washington. Il ricercatore senior, C. Robert Cloninger, ha dichiarato: "Osservando l'anatomia del cervello, abbiamo dimostrato che esistono sottogruppi distinti di pazienti con una diagnosi di schizofrenia correlata ai sintomi. Questo ci dà un nuovo modo di pensare alla malattia. Sappiamo che non tutti i pazienti con schizofrenia hanno gli stessi problemi, e questo ci aiuta a capire perché ".

I ricercatori hanno utilizzato scansioni MRI e imaging del tensore di diffusione su 37 volontari sani e 47 pazienti schizofrenici. Anomalie del corpo calloso - fasci di fibre che collegano gli emisferi destro e sinistro del cervello per la comunicazione - sono stati trovati in quelli con schizofrenia.

Un ulteriore esame delle anomalie ha rivelato che corrispondevano a scansioni di specifici sintomi schizofrenici. Alcune anomalie erano legate alle allucinazioni, mentre altre erano associate a comportamenti disorganizzati o pensiero e linguaggio disorganizzati.

Ricerche precedenti hanno rivelato che la schizofrenia non è semplicemente una malattia, ma piuttosto otto diverse malattie basate sulla genetica e sintomi unici. Le nuove scoperte approfondiscono questa nozione, e la ricerca futura dovrebbe esaminare il ruolo dei geni e come ogni trattamento può essere adattato a una singola malattia, in base a quali geni sono in uso.

Istruttore presso l'università Igor Zwir, Ph.D. ha aggiunto: "Non abbiamo iniziato con persone che avevano determinati sintomi e quindi abbiamo cercato di vedere se avevano anormalità corrispondenti nel cervello. Abbiamo appena visto i dati e questi modelli hanno iniziato a emergere. Questo tipo di informazioni granulari, combinate con dati sulla genetica della schizofrenia, un giorno aiuterà i medici a trattare il disturbo in un modo più preciso. "

I risultati sono stati pubblicati in NeuroImage .

Fonte :
//www.sciencedaily.com/releases/2015/10

Questi scienziati del premio Nobel del 2014 potrebbero salvarti la memoria?
Farmaci da prescrizione in aumento

Lascia Il Tuo Commento