L'artrite reumatoide può essere scatenata da infezioni, studio genetico
Salute

L'artrite reumatoide può essere scatenata da infezioni, studio genetico

L'artrite reumatoide (RA) può essere scatenata da infezioni a seconda del tuo corredo genetico. Il gruppo di ricerca del Centro per la Genetica e la Genomica per la ricerca sull'artrite del Regno Unito dell'Università di Manchester ritiene che i risultati possano avere importanti implicazioni sulla diagnosi e il trattamento dell'artrite reumatoide.

Alcuni pazienti con artrite reumatoide risultano positivi a autoanticorpi, mentre il 30 percento rimane "sieronegativo". Per lo studio, i ricercatori hanno distinto tra i due sottotipi RA in base alla loro distinzione genetica: artrite reumatoide sieropositiva e sieronegativa.

I ricercatori hanno scoperto che diverse varianti genetiche di una proteina che contribuisce in larga misura alla capacità del sistema immunitario di combattere l'infezione sono associato ai due tipi di RA.

Dr. Steve Eyre del centro genetica e genomica di Manchester ha commentato: "Riconosciamo che l'artrite reumatoide è una malattia complessa che può avere una presentazione e risultati variabili per persone diverse, in particolare, nel modo in cui rispondono al trattamento. Questi risultati si aggiungono alla nostra capacità di definire geneticamente i sottotipi dell'artrite reumatoide, che è un passo importante verso la selezione del miglior trattamento per ciascun paziente. "

La direttrice del centro, la professoressa Jane Worthington, ha aggiunto:" Ora abbiamo stabilito una base genetica per questi due tipi di artrite reumatoide, speriamo che porti a pazienti che ricevono una diagnosi più rapida, accurata e un trattamento più appropriato e mirato. Questi risultati hanno aperto la porta a una migliore comprensione dell'artrite reumatoide sieronegativa. "

Tipi di artrite reumatoide

Come menzionato, ci sono due tipi di artrite reumatoide: sieropositivi e sieronegativi. Nell'artrite reumatoide sieropositiva, il paziente risulta positivo agli anticorpi anti-citrullinati proteici (ACPA) nel sangue. Questi anticorpi sono prodotti contro le proteine ​​sottoposte a citrullinazione, un cambiamento molecolare nella struttura. Gli ACPA sono presenti nel 60-80% dei pazienti affetti da artrite reumatoide.

Nei pazienti sieronegativi, nel sangue non sono presenti anticorpi anti-proteina citrullinata.

La conferma della diagnosi RA è più facile per il tipo sieropositivo. Tuttavia, l'artrite reumatoide può ancora svilupparsi in coloro che sono sieronegativi.

Insieme agli ACPA nel sangue, i pazienti sieropositivi hanno anche una sequenza comune di aminoacidi chiamata epitopo condiviso. Non è ben chiaro come questa sequenza contribuisca all'artrite reumatoide, ma è stato proposto che l'epitopo condiviso si leghi a parti di proteine ​​chiamate peptidi citrullinati, e in questo modo contribuisce alla produzione di anticorpi anti-CCP.

Il fumo ha anche stato trovato per essere un fattore di rischio per l'artrite reumatoide in quelli con l'epitopo condiviso. Gli scienziati ritengono che l'infiammazione polmonare derivante dal fumo porti alla proteina di citrullinazione, che a sua volta induce anticorpi anti-CCP in persone geneticamente predisposte con l'epitopo condiviso.

Altre differenze includono fattori di rischio per l'artrite reumatoide e cambiamenti nella diagnosi. Ad esempio, una persona con artrite reumatoide sieronegativa può sviluppare un'eruzione cutanea, che può modificare la diagnosi per l'artrite psoriasica.

Artrite reumatoide e insonnia legata a sintomi depressivi, affaticamento e disabilità
Uomini vs. Donne: uomini a più alto rischio di morire di cancro

Lascia Il Tuo Commento