I parenti dei pazienti con malattia celiaca affrontano un aumento del rischio di malattie autoimmuni
Organi

I parenti dei pazienti con malattia celiaca affrontano un aumento del rischio di malattie autoimmuni

I parenti dei pazienti con malattia celiaca devono affrontare un aumentato rischio di malattie autoimmuni. Uno studio ha rilevato che i parenti di primo grado dei pazienti celiaci sono ad aumentato rischio di malattie autoimmuni. I risultati sono stati pubblicati in Clinical Gastroenterology and Hepatology.

L'autore principale Louise Emilsson ha dichiarato: "La prevalenza della celiachia nei parenti di primo grado delle persone celiache è di circa il 10%. Nonostante questi risultati, poco è noto sul rischio di malattia autoimmune non celiaca in questi individui. Abbiamo trovato risultati convincenti che anche i parenti stretti sono a rischio per queste condizioni, ma sorprendentemente abbiamo scoperto che anche i coniugi possono essere a rischio. "

Lo studio è stato condotto utilizzando uno studio di coorte osservativo nazionale, basato sulla popolazione. Lo studio ha incluso oltre 84.000 parenti di primo grado e coniugi di pazienti celiaci e 430.942 controlli.

Il periodo di follow-up era in media di 10,8 anni, in cui il 4,3% dei pazienti celiaci ha sviluppato malattia autoimmune non celiaca, rispetto al 3,3% nel gruppo di controllo. Il lupus eritematoso sistemico, il diabete mellito di tipo I e la sarcoidosi erano le più comuni malattie autoimmuni non celiache osservate nei pazienti.

La genetica può essere utilizzata per spiegare la connessione, ma per i coniugi i fattori ambientali possono giocare un ruolo più ampio. I coniugi possono condividere microbi simili - il che può aumentare il rischio

Un pregiudizio di accertamento può anche avere un ruolo, poiché i coniugi sono più propensi a richiedere cure mediche per il test delle malattie autoimmuni - rispetto alla popolazione generale - poiché sono più consapevoli di tali malattie.

Comorbidità tra celiachia e altre malattie autoimmuni

Esistono due teorie principali che spiegano la chiara comorbilità tra la malattia celiaca e altre malattie autoimmuni. Innanzitutto, potrebbe esserci un legame tra i geni della celiachia e altre condizioni autoimmuni. In secondo luogo, se la malattia celiaca non viene trattata, aumenta il rischio di altre malattie autoimmuni.

Sebbene non sia ancora chiaro quale delle teorie sia vera, i ricercatori ritengono che vi sia una perdita della funzione di barriera intestinale, che può ruolo in condizioni autoimmuni alternative. Questa nozione implica che le malattie autoimmuni possano essere fermate o prevenute, se i geni che causano malattie autoimmuni sono identificati ed eliminati e il trattamento inizia presto.

Autoimmune e altre condizioni di salute associate alla celiachia

La malattia celiaca è una condizione autoimmune dove il sistema immunitario inizia ad attaccare il glutine, una proteina presente nei prodotti di grano. La celiachia può portare a disagio e dolore addominale, ma può essere ben gestita fintanto che il paziente evita il glutine.

Come accennato, la celiachia è associata ad altre condizioni autoimmuni e di salute. Alcuni dei più comuni includono diabete di tipo 1, sclerosi multipla, tiroidite di Hashimoto, epatite autoimmune, morbo di Addison, artrite, sindrome di Sjögren, cardiomiopatia dilatativa idiopatica, anemia, sindrome da stanchezza cronica, dermatite erpetiforme, sindrome di Down, atassia da glutine, epatopatia, linfocitica colite, colite microscopica, cirrosi biliare primitiva, infertilità inspiegabile e nefropatia da IgA

Se si soffre di celiachia, si consiglia di parlare con il proprio medico circa il rischio di altre condizioni di salute e di iniziare misure preventive quando possibile.

La malattia di Alzheimer, l'invecchiamento può causare disturbi del sonno negli anziani a causa della perdita di neuroni
I ricercatori suggeriscono che la cannabis potrebbe essere una soluzione praticabile per l'attuale crisi degli oppioidi

Lascia Il Tuo Commento