Recenti pazienti con calcoli renali a rischio più elevato di malattie cardiache e osteoporosi
Salute

Recenti pazienti con calcoli renali a rischio più elevato di malattie cardiache e osteoporosi

Recenti calcoli renali i pazienti hanno un rischio più elevato di malattie cardiache e osteoporosi. I risultati suggeriscono che un attento monitoraggio dei calcoli renali ricorrenti potrebbe aiutare a proteggere i pazienti da problemi cardiaci.

Quasi il 10% degli uomini e il sette percento delle donne svilupperanno calcoli renali e negli ultimi decenni prove crescenti hanno dimostrato che gli individui chi ha sperimentato calcoli renali ha un aumentato rischio di sviluppare altre condizioni, tra cui ipertensione, malattia renale cronica e malattie cardiache, ma i meccanismi coinvolti sono stati a lungo sconosciuti.

I ricercatori ipotizzano che l'aumento delle condizioni cardiache a causa di ricorrenti i calcoli renali possono essere associati a depositi anormali di calcio nei vasi sanguigni. La calcificazione vascolare è fortemente correlata alla malattia cardiaca e alla morte.

I ricercatori hanno usato le scansioni TC per valutare la gravità dei depositi di calcio nei vasi sanguigni su 111 partecipanti di cui 57 avevano calcoli renali ricorrenti e gli individui rimanenti sani.

I ricercatori hanno scoperto che le persone con calcoli renali ricorrenti presentavano calcificazioni superiori nell'aorta addominale. Ai pazienti con calcoli renali ricorrenti è stata riscontrata una minore densità ossea rispetto ai soggetti sani.

La ricercatrice capo Dr. Linda Shavit ha dichiarato: "I nostri risultati sollevano alcune importanti domande che possono essere rilevanti per la cura dei pazienti con calcoli renali. La TC esistente può essere uno strumento utile per la valutazione della calcificazione e dell'osteoporosi aortica, insieme al numero e alla distribuzione dei calcoli renali. Inoltre, l'evidenza sperimentale e clinica preliminare suggerisce che le strategie terapeutiche volte a trattare l'osteoporosi possono avere un effetto favorevole sulla calcificazione vascolare.

Dr. Eric Taylor ha scritto in un editoriale di accompagnamento, "Il nesso tra la formazione di calcoli renali di calcio, la demineralizzazione ossea e l'aterosclerosi dovrebbe essere un'area attiva di indagine perseguita dallo sperimentatore clinico e dallo scienziato di base. Gli studi futuri richiederanno un'attenta valutazione degli ormoni regolatori del calcio e fosforo e degli inibitori della calcificazione dei tessuti ipotizzati per svolgere ruoli importanti nella complessa fisiopatologia di tutti e tre gli stati patologici. "

La recidiva renale può essere prevista con un nuovo strumento: studio precedente

È stato trovato un nuovo strumento per prevedere con precisione la recidiva renale, che può aiutare medici e pazienti a implementare misure preventive. Lo strumento utilizza 11 domande per valutare il rischio di calcoli renali nei prossimi due, cinque o 10 anni.

Alcuni fattori di rischio per i calcoli renali ricorrenti includono l'età più giovane, essendo un maschio bianco, oltre ad avere una storia familiare di calcoli renali, sangue nelle urine, calcoli renali di acido urico, una pietra ostruttiva nella pelvi renale e una storia passata di dolore ai calcoli renali senza la presenza di un calcolo renale.

Lo strumento è stato sviluppato dal Dr. Andrew Rule della Mayo Clinic da dati presi da oltre 2.200 adulti.

La regola diceva: "Se sapessimo quali pazienti erano ad alto rischio per un altro calcolo renale sintomatico, allora potremmo consigliare ai pazienti se seguire diete per la prevenzione della pietra o prendere farmaci. Allo stesso tempo, i pazienti a basso rischio di avere un altro calcolo renale potrebbero non aver bisogno di diete e farmaci restrittivi. "

Lettura correlata:

I calcoli renali nelle donne aumentano il rischio di ictus e malattia coronarica (CHD)

I calcoli renali nelle donne aumentano il rischio di ictus e malattia coronarica (CHD). Il ricercatore principale Yanqiong Liu ha dichiarato: "Le persone dovrebbero essere preoccupate per i calcoli renali. L'evidenza suggerisce un'associazione tra calcoli renali e malattia cardiovascolare incidente, anche dopo aggiustamento per altri fattori di rischio cardiovascolare. "

Il rischio di calcoli renali può essere ridotto con una dieta DASH

Il rischio di calcoli renali può essere ridotto con una dieta DASH. La dieta DASH è comunemente raccomandata alle persone che cercano di abbassare la pressione sanguigna attraverso un intervento dietetico. Il DASH è l'acronimo di Dietary Approaches to Stop Hypertension. Bene, uno studio ora suggerisce che la dieta DASH potrebbe essere più efficace di una dieta a basso contenuto di ossalato per ridurre il rischio di calcoli renali.

Fonti:
//www.webmd.com/kidney-stones/ notizie / 20140807 / Will-rene-pietre-RECUR-new-test-potrebbe-dire
//www.newswise.com/articles/blood-vessel-calcification-may-put-kidney-stone-formers- in-aumento-rischio di malattia cardiaca

Eye Spy: ciò che i tuoi occhi potrebbero dirti
Insufficienza renale acuta negli anziani: cause e sintomi

Lascia Il Tuo Commento