Le recenti tendenze meteorologiche stanno danneggiando la nostra salute immunitaria
Salute

Le recenti tendenze meteorologiche stanno danneggiando la nostra salute immunitaria

Se ami il caldo, il tempo umido, probabilmente abbracci le ondate di calore che spesso ci troviamo di fronte i mesi estivi. Purtroppo, secondo una nuova ricerca, queste ondate di calore potrebbero essere dannose per la salute del sistema immunitario, in particolare per il sistema respiratorio, a causa dell'aumento della produzione di ozono. Questa nuova ricerca è stata condotta dal Stockholm Environment Institute (SEI) presso l'Università di York ed è stata recentemente pubblicata in Atmospheric Chemistry and Physics . A causa dei pericoli nascosti per la tua salute, potresti voler considerare di rimanere in casa la prossima volta che si scatena un'ondata di calore.

Vegetazione e protezione dall'inquinamento atmosferico

Normalmente, la vegetazione (le piante) gioca un ruolo importante nell'arrampicarsi dell'aria inquinamento da traffico e processi industriali assorbendo la produzione di ozono. La dott.ssa Lisa Emberson, che era la principale ricerca dello studio SEI, afferma che la vegetazione può assorbire fino al 20% della produzione globale di ozono atmosferico. Tuttavia, la ricerca SEI ha rilevato che la vegetazione non fornisce protezione durante le ondate di calore estreme, quando la produzione di ozono è al suo livello massimo. Ciò accade perché i processi di assorbimento dell'ozono che normalmente si verificano nelle piante sono influenzati da condizioni estreme di caldo e siccità. Gli stomi (che sono i pori delle foglie delle piante) si chiudono nel tentativo di conservare l'acqua durante i periodi di caldo estremo e di siccità. Ciò consente alle piante di sopravvivere in caso di condizioni meteorologiche estreme, ma limita anche la loro capacità di assorbire ozono e altri inquinanti atmosferici. Poiché la vegetazione può assorbire notevoli quantità di inquinamento atmosferico, quando si spengono durante condizioni climatiche estreme può avere un impatto negativo significativo sulla qualità dell'aria. Di conseguenza, la ridotta qualità dell'aria derivante dalla chiusura delle piante può avere un impatto negativo sulla nostra salute respiratoria e immunitaria. I ricercatori dello studio SEI hanno deciso di determinare in quale misura la maggiore produzione di ozono durante le ondate di calore influisce sulla nostra salute.

Focus sull'estate del 2006

Durante l'estate del 2006, un'ondata di calore e una siccità di accompagnamento passarono attraverso il Regno Unito e parti d'Europa. I ricercatori del SEI, così come quelli del King's College di Londra, hanno concentrato le loro ricerche su questo particolare evento per lo studio in corso. Sono stati utilizzati due modelli per misurare la salute umana e la valutazione del rischio degli ecosistemi e sono stati studiati due diversi scenari. Il primo è il perfetto assorbimento dell'ozono da parte delle piante e il secondo è il minimo assorbimento di ozono da parte delle piante.

I risultati hanno mostrato che l'assorbimento minimo di ozono da parte delle piante ha portato a 16 giorni di livelli di ozono superiori al livello considerato sicuro per l'uomo in tutto il Regno Unito e fino a 20 giorni al di sopra dei livelli di ozono sicuro per gli esseri umani nelle East Midlands e nel Regno Unito orientale. I ricercatori hanno anche calcolato che durante i mesi di giugno e luglio, l'assorbimento minimo di ozono da parte delle piante avrebbe rappresentato 970 morti premature. Se le piante avessero assorbito l'ozono a livelli perfetti, si sarebbero potute prevenire 460 di queste morti premature.

Persone con condizioni respiratorie a rischio

Dr. Emberson riferisce che una maggiore produzione di ozono può avere un impatto negativo sulla salute immunitaria poiché può seriamente influire sul sistema respiratorio aumentando l'infiammazione dei polmoni e diminuendo la funzionalità polmonare. Ciò può portare ad un peggioramento delle condizioni respiratorie, come un aumento degli attacchi di asma e un aumento della gravità di questi attacchi. Mentre le persone con malattie respiratorie sono maggiormente colpite, anche gli individui sani sono invitati a non impegnarsi in alti livelli di attività fisica nei momenti in cui i livelli di ozono sono più alti a causa dei pericoli per la salute che possono verificarsi.

Implicazioni per il futuro

La ricerca attuale mostra che esiste un legame definito tra ondate di calore, cattiva qualità dell'aria e compromissione della salute immunitaria. È necessario continuare a condurre ricerche per determinare la frequenza delle ondate di calore e la siccità per il futuro. Se le ondate di calore e la siccità sono prevedibili, si possono compiere sforzi per ridurre l'inquinamento atmosferico da veicoli e fonti industriali durante questi periodi di punta. I modi per ridurre l'inquinamento atmosferico includono il carpooling, la bicicletta e la camminata, tra gli altri. Mentre è fondamentale ridurre l'inquinamento atmosferico durante le ondate di calore e la siccità, è necessario porre maggiormente l'accento sulla riduzione dell'inquinamento atmosferico su base regolare. Ciò contribuirà a preservare la salute immunitaria e a migliorare la qualità della vita, specialmente per coloro che soffrono di disturbi respiratori esistenti.

Ogni donna dovrebbe farlo per una salute migliore
Fai queste 7 cose per vivere la vita senza dolore

Lascia Il Tuo Commento