Purple Day per l'epilessia: diagnosi di epilessia, epilessia e volume cerebrale, crisi parziali notturne e complesse
Salute

Purple Day per l'epilessia: diagnosi di epilessia, epilessia e volume cerebrale, crisi parziali notturne e complesse

L'epilessia, caratterizzata da convulsioni, è una condizione neurologica ed è la quarta più comune tipo di disturbo neurologico. Colpisce le persone indipendentemente dalla loro età.

Il 26 marzo si tiene ogni anno la porpora Day per diffondere la consapevolezza di questa condizione neurologica in tutto il mondo. Circa 50 milioni di persone hanno l'epilessia in tutto il mondo e il 50% di questi casi ha cause sconosciute. CDC descrive l'epilessia come una condizione neurologica con crisi ricorrenti.

Noi della Bel Marra Health abbiamo compilato un elenco di alcuni dei nuovi studi per aiutare a diffondere la consapevolezza.

L'epilessia può essere rilevata da un semplice esame del sangue

Epilessia è una condizione neurologica che provoca un improvviso aumento dell'attività cerebrale, con conseguente crisi ricorrenti. Colpisce più di 50 milioni di persone in tutto il mondo e, sebbene siano stati sviluppati farmaci per curarlo, solo il 70% dei pazienti sperimenta sollievo dai sequestri. I medici spesso non riescono a distinguere tra crisi epilettiche e non epilettiche. Solo una diagnosi accurata e tempestiva può determinare.

Diagnosticare l'epilessia

I medici trovano difficile diagnosticare l'epilessia. Secondo David Henshall, professore al Royal College of Surgeons in Irlanda, questo perché il sintomo principale è un sequestro, ma "è molto raro che un dottore asserisca che il paziente abbia [uno]." I medici di solito fanno affidamento su un test del cervello chiamato un elettroencefalogramma (EEG).

Epilessia legata a riduzione del volume e della depressione del cervello

L'ultima ricerca sull'epilessia, una malattia neurologica, ha portato alla scoperta di un legame tra epilessia con ridotto volume cerebrale e depressione. Un articolo basato sulla ricerca recentemente pubblicato su Brain spiega come l'epilessia influenzi lo spessore della materia grigia nel cervello, portando al suo progressivo declino. In un altro studio pubblicato su Epilepsia, gli scienziati hanno scoperto che i pazienti affetti da disturbi dell'umore, depressione e convulsioni presentano somiglianze genetiche con coloro che soffrono di epilessia.

Il primo studio che ha portato a questa scoperta si basava su un'ipotesi non dimostrata che ha disegnato una correlazione tra epilessia e depressione, che i medici avevano sospettato fin dai tempi antichi. La ricerca è stata condotta non solo per verificare se ciò fosse vero, ma anche per migliorare il modo in cui i pazienti con il disturbo sono sottoposti a screening e dare loro un trattamento migliore.

Dieta chetogenica sicura ed efficace per quelli con epilessia grave

Un chetogenico Una dieta basata sul consumo di grassi e basso contenuto di carboidrati è stata trovata per aiutare i pazienti che soffrono di epilessia da stato refrattario (SRSE) - una forma grave e spesso fatale di epilessia - in un nuovo studio di Johns Hopkins e dei loro colleghi. La SRSE è caratterizzata da convulsioni prolungate e gravi che richiedono coma medico per prevenire ulteriori danni al cervello e al corpo.

La dieta chetogenica è risultata efficace nel trattamento di circa un terzo dei pazienti adulti con epilessia che sono resistenti ai farmaci antiepilettici, e i ricercatori hanno deciso di determinare se ciò fosse vero anche nei casi più gravi.

Quali sono le cause dei sequestri notturni? Sintomi, diagnosi e trattamento dell'epilessia notturna

Le convulsioni notturne si verificano quando una persona avverte un attacco durante il sonno. La condizione può anche essere indicata come epilessia notturna. Le persone che soffrono di attacchi notturni spesso ignorano di averne sofferto, ma potrebbero avere difficoltà a svegliarsi oa stare svegli. Le convulsioni notturne possono verificarsi solo dopo che una persona si è addormentata, appena prima di svegliarsi, durante un pisolino durante il giorno, o semplicemente in uno stato di sonnolenza.

Le ragioni precise per cui si verifica il sequestro notturno negli adulti non sono completamente comprese ma si pensa essere una malattia del sistema nervoso centrale in cui l'attività delle cellule nervose nel cervello si interrompe portando allo sviluppo di convulsioni. Ciò può causare periodi di comportamento e sensazioni inusuali e, a volte, persino perdita di coscienza.

Convulsioni parziali complesse: cause, sintomi, diagnosi e trattamento

Per definizione, le crisi parziali complesse interessano solo aree specifiche del cervello piuttosto che l'intero cervello simultaneamente. Come altri tipi di convulsioni, sono caratterizzati da vari picchi di energia elettrica che si verificano in diverse parti del cervello. Questa sensazione può essere causata da un numero qualsiasi di fattori attenuanti, che saranno discussi di seguito. Di solito hanno un impatto sulla consapevolezza di una persona e possono portare a incoscienza temporanea o compromissione della consapevolezza.

Le crisi parziali complesse sono più comunemente chiamate convulsioni di sensibilizzazione focale o crisi di consapevolezza focale e possono colpire chiunque indipendentemente dall'età, dal sesso, dalla salute fisica o etnia. Tuttavia, le persone che hanno sofferto di ictus, lesioni cerebrali, infezioni cerebrali o epilessia sono maggiormente a rischio.

Condividi queste informazioni

L'iniezione per due volte all'anno può aiutare a ridurre il colesterolo
Gli smartphone disturbano il sonno

Lascia Il Tuo Commento