Purple Day per l'epilessia: diabete, cataratta, epilessia e musica
Salute

Purple Day per l'epilessia: diabete, cataratta, epilessia e musica

Il 26 marzo è il Purple Day per Epilessia, un giorno in cui le persone si uniscono per aumentare la consapevolezza. Per contribuire ad aumentare la consapevolezza di questa importante condizione, abbiamo compilato un elenco di argomenti pertinenti che trattano questioni come il diabete, la cataratta e la loro relazione con l'epilessia. Negli ultimi otto anni, il giorno viola è diventato un evento globale.

Una dieta chetogenica sicura ed efficace per quelli con epilessia grave

Una dieta chetogenica basata sul consumo di grassi e basso contenuto di carboidrati è stata trovata per aiutare i pazienti che soffre di epilettico di stato super refrattario (SRSE) - una forma grave e spesso fatale di epilessia - in un nuovo studio di Johns Hopkins e dei loro colleghi. La SRSE è caratterizzata da convulsioni prolungate e gravi che richiedono coma medicamentosi per prevenire ulteriori danni al cervello e al corpo.

La dieta chetogenica è risultata efficace nel trattamento di circa un terzo dei pazienti adulti con epilessia che sono resistente ai farmaci antiepilettici, e i ricercatori hanno deciso di stabilire se questo fosse vero anche nei casi più gravi.

Il diabete, l'epilessia e l'asma possono aumentare il rischio di suicidio e autolesionismo: Studio

Diabete, l'epilessia e l'asma possono aumentare il rischio di suicidio e autolesionismo. Per lo studio, i ricercatori hanno confrontato diversi disturbi psichiatrici e fisici in Inghilterra. Insieme con il diabete, l'epilessia e l'asma, altre malattie fisiche associate a un più alto rischio di suicidio e autolesionismo tra cui emicrania, psoriasi, eczema e poli artropatie infiammatorie.

Autori Il dott. Arvind Singhal e il dott. Jack Ross hanno detto, "È importante che i medici, i medici generici e gli operatori della salute mentale siano consapevoli dei disturbi fisici associati a un aumentato rischio di autolesionismo, in modo che gli individui a rischio possano essere meglio identificati e possano essere monitorati per qualsiasi psichiatrico sintomi e disagio mentale. "

Cataratta, epilessia e uso di antidepressivi legati alle proteine ​​del recettore del glutammato negli occhi: Studio

Cataratta, epilessia e uso di antidepressivi legati alle proteine ​​del recettore del glutammato negli occhi. L'autore corrispondente, Peter Frederikse, ha dichiarato: "Recenti studi hanno identificato le associazioni tra aumento della cataratta e dell'epilessia e hanno mostrato un aumento della prevalenza della cataratta con l'uso di farmaci antiepilettici e di alcuni antidepressivi comuni. Un tema comune che collega queste osservazioni è che la nostra ricerca ha mostrato che il più diffuso recettore per il principale neurotrasmettitore nel cervello è presente anche nella lente. "

I ricercatori hanno scoperto che le proteine ​​del recettore del glutammato - specificamente la subunità GluA2 - sono espresse nella lente e sembrano essere regolati in modo simile nel cervello. Nel sistema nervoso, le proteine ​​del recettore GluA promuovono la formazione di memoria e regolazione dell'umore e svolgono un ruolo nella patogenesi dell'epilessia.

Pazienti con epilessia che dormono a stomaco rischio di morte improvvisa: Studio

Pazienti con epilessia che dormono a stomaco rischio di morte improvvisa simile alla SIDS (rischio di morte infantile improvvisa), secondo la ricerca. L'autore dello studio, il dott. James Tao, ha dichiarato: "La morte improvvisa improvvisa è la principale causa di morte nell'epilessia incontrollata e di solito si verifica durante il sonno." Tra gli epilettici, il rischio di morte durante il sonno è più alto tra i pazienti con crisi tonico-cloniche. > I ricercatori hanno esaminato 25 studi, tra cui 253 morti improvvise. La posizione del corpo durante il sonno è stata registrata. I ricercatori hanno scoperto che il 73% delle morti improvvise si verificava in persone che dormivano sullo stomaco e il restante 27% rappresentava altre posizioni di sonno.

Epilessia e musica: come reagisce il cervello

È stato presentato che il cervello di le persone con epilessia reagiscono in modo diverso alla musica rispetto a quelle senza il disturbo. I risultati potrebbero suggerire nuove terapie per aiutare il trattamento dell'epilessia. I risultati sono stati presentati alla 123a Convention annuale della American Psychological Association.

L'epilessia può colpire chiunque di qualsiasi età ed è la quarta malattia neurologica più comune. L'epilessia è caratterizzata da convulsioni spontanee e può essere causata da un trauma alla testa

Riduce l'ipertensione, l'infarto e il rischio di ictus naturalmente esponendo la pelle alla luce del sole
Il rischio di perdita dell'udito aumenta a causa di questo

Lascia Il Tuo Commento