La gravità della psoriasi legata ad una maggiore presenza di comorbidità di reni, fegato e patologie pancreatiche
Salute

La gravità della psoriasi legata ad una maggiore presenza di comorbidità di reni, fegato e patologie pancreatiche

la psoriasi è legata ad una maggiore presenza comorbida di rene, fegato e malattie del pancreas. Nello studio pubblicato su JAMA Dermatology, i ricercatori hanno scoperto che la gravità della psoriasi - misurata dalla percentuale della superficie corporea interessata - è fortemente associata a un più alto rischio di comorbidità, comprese quelle che colpiscono i polmoni, il fegato, rene, cuore e pancreas.

I ricercatori hanno intervistato i medici generici che si prendono cura dei pazienti affetti da psoriasi. Hanno trovato correlazioni significative tra gravità della psoriasi e altre condizioni come BPCO, diabete, lieve epatopatia, infarto miocardico e malattia vascolare periferica, ulcera peptica, malattia renale e altre malattie reumatologiche.

L'autore dello studio Joel M. Gelfand ha detto: " Mentre identifichiamo ulteriori malattie legate alla psoriasi, i pazienti e i medici devono essere consapevoli delle maggiori probabilità di gravi comorbidità, che è particolarmente importante nei casi gravi. Le complicanze del diabete e i legami con BPCO, malattie renali e ulcere peptiche che abbiamo identificato suggeriscono nuove aree di ricerca, mentre per la prima volta dimostrano come l'aumento della superficie corporea colpita dalla psoriasi è direttamente associato all'aumento del rischio di malattia aterosclerotica. "

Anche se la psoriasi colpisce principalmente la pelle, la correlazione può essere dovuta al fatto che è associata a un'infiammazione diffusa all'interno del corpo, che può contribuire ad altre condizioni di salute. Inoltre, molte di queste malattie condividono una via comune - TH-1 - che è nota per promuovere l'infiammazione e la resistenza all'insulina.

Psoriasi e malattie comorbili

Quasi il 30% dei pazienti affetti da psoriasi svilupperà l'artrite psoriasica, che li un rischio maggiore per malattie cardiovascolari, depressione e altre condizioni di salute. Questi includono:

  • Cancro - linfoma e melanoma
  • Malattia cardiovascolare - i pazienti con grave psoriasi hanno un rischio del 58% più elevato di sviluppare malattie cardiovascolari e il 43% di probabilità in più di soffrire di ictus
  • Morbo di Crohn - nelle donne con psoriasi, circa il 10 percento svilupperà anche una malattia infiammatoria intestinale come il morbo di Crohn, poiché i pazienti con entrambe le condizioni condividono mutazioni genetiche comuni
  • Depressione - i pazienti affetti da psoriasi hanno un rischio maggiore di depressione, mentre il trattamento della psoriasi può ridurre il rischio
  • Diabete - la psoriasi contribuisce a infiammazione e insulino-resistenza, che può causare diabete
  • Sindrome metabolica - uno studio su un campione nazionale di 6.500 pazienti affetti da psoriasi ha rilevato che il 40% di loro aveva la sindrome metabolica, rispetto al 23 per cento nel pubblico in generale. La sindrome metabolica comprende malattie cardiache, obesità e ipertensione
  • Obesità - studi hanno dimostrato che i pazienti affetti da psoriasi hanno più probabilità di essere obesi
  • Osteoporosi - un piccolo studio ha rilevato che il 60% dei pazienti affetti da psoriasi aveva l'osteopenia, che è un segnale precoce di osteoporosi futura, mentre il 18 percento ha già osteoporosi
  • Uveite -sale percentuali di pazienti affetti da psoriasi svilupperà questa malattia dell'occhio infiammatoria
  • Malattia epatica - i pazienti con artrite psoriasica sono a più alto rischio di steatosi epatica non alcolica (NAFLD)

Conoscere i fattori di rischio per queste patologie concomitanti può spingerti a intraprendere i passi necessari verso la riduzione del rischio partecipando a uno stile di vita sano e gestendo correttamente la psoriasi.

Questo delizioso trattamento può aiutare ad abbassare la pressione sanguigna
Cause di urina schiumosa: Proteinuria, infezione del tratto urinario e malattie renali

Lascia Il Tuo Commento