Il farmaco per la psoriasi può essere efficace contro il morbo di Crohn: Studio
Malattie

Il farmaco per la psoriasi può essere efficace contro il morbo di Crohn: Studio

Basato su i risultati di un recente studio, ricercatori dell'Università della California, San Diego School of Medicine suggeriscono che la psoriasi Stelara può anche essere efficace contro il morbo di Crohn.

Questo farmaco, che è usato per trattare la psoriasi della condizione della pelle, è commercializzato da Johnson & Johnson.

Secondo il dott. Bruce Sands, professore di medicina presso la Mount Sinai School of Medicine di New York City, il recente studio conferma i risultati di un precedente esperimento che suggeriva anche che Stelara potesse combattere efficacemente la malattia di Crohn.

Attualmente, circa 700.000 americani hanno il morbo di Crohn, una condizione che può causare emorragia intestinale, diarrea , perdita di peso occlusale e ascessi intestinali Come il Al momento non è nota la cura per Crohn, i risultati dello studio offrono nuove speranze per le persone affette da malattia

di Crohn difficili da trattare, e il team di ricerca considera questo risultato un passo nella giusta direzione. Secondo il Dr. William Sandborn, autore principale dello studio

, capo della divisione di gastroenterologia presso l'UC San Diego School of Medicine, una delle maggiori sfide per trovare un trattamento per il morbo di Crohn è che quasi uno -Tra i pazienti sono resistenti ad alcuni degli inibitori del TNF (fattore di necrosi tumorale) comune. Questi inibitori del TNF aiutano a regolare l'infiammazione e aiutano anche a regolare il sistema immunitario del corpo. Dei rimanenti due terzi, la metà dei pazienti risponde agli inibitori del TNF in misura minima. Il che significa che quasi il 70% dei pazienti non risponde bene a questi farmaci. Come parte del recente studio, i ricercatori hanno diviso in 5 gruppi 526 persone di 12 diversi paesi con malattia di Crohn da moderata a grave. I partecipanti di entrambi i gruppi avevano almeno 18 anni e hanno confermato i pazienti con malattia di Crohn per almeno tre mesi. I partecipanti al primo gruppo hanno ricevuto Stelara per 36 settimane, mentre ai restanti partecipanti è stato somministrato un placebo inattivo per lo stesso periodo di tempo.

Stelara viene somministrato per iniezione endovenosa a intervalli di otto settimane.

I ricercatori ha osservato che i partecipanti con casi da moderati a gravi di malattia di Crohn hanno avuto miglioramenti dopo sei settimane di trattamento.

I ricercatori sono stati in grado di concludere che Stelara ha contribuito a migliorare i sintomi bloccando due proteine ​​- l'interleuchina 12 e 23 - che causano l'infiammazione. Il team è convinto che le loro scoperte possano essere un primo passo significativo verso la ricerca di una nuova opzione terapeutica per il Crohn.

Connessione tra la psoriasi e il morbo di Crohn

Il fatto che solo il due per cento dell'intera popolazione americana sia affetta da psoriasi - contro L'11% degli americani con malattia di Crohn - è una chiara indicazione che esiste un legame tra la psoriasi di Crohn e

. Per una migliore prospettiva, c'è un aumento di cinque volte maggiore del rischio di psoriasi per quelli con Crohn malattia. Quindi, qual è la connessione tra il Crohn e la psoriasi? I ricercatori ritengono che la risposta potrebbe nascondersi nei propri geni. Entrambe le condizioni sono causate da un sistema immunitario malfunzionante ed entrambe sono viste come condizioni immuno-mediate. Il che significa che, con una storia familiare di psoriasi, la persona potrebbe non solo essere a rischio per la psoriasi, ma anche un'altra condizioni mediate - come il morbo di Crohn. In effetti, la ricerca suggerisce che per quelli con una storia familiare di psoriasi, il rischio di sviluppare la psoriasi e la malattia di Crohn aumenta in modo significativo. Sandborn, che è anche direttore del Centro per le malattie infiammatorie dell'intestino presso il Sistema Sanitario di San Diego

, aggiunge che nonostante i risultati "promettenti" dello studio Stelara, i farmaci per la psoriasi saranno ulteriormente testati negli studi di fase 3. In questi studi, i pazienti che rispondono bene a Stelara saranno sottoposti a trattamento aggiuntivo per un anno. L'obiettivo è migliorare la qualità della vita del paziente aumentando la risposta clinica al farmaco, inviando la malattia alla remissione.

Come il sonno regolare è collegato alla perdita di peso
L'asma colpisce il trattamento della fertilità nelle donne, prolunga il tempo alla gravidanza e riduce il tasso di natalità: Studio

Lascia Il Tuo Commento