Cancro alla prostata 2016: crescono i casi di cancro alla prostata metastatico, il rischio di Alzheimer, insufficienza cardiaca e mortalità per infarto
Malattie

Cancro alla prostata 2016: crescono i casi di cancro alla prostata metastatico, il rischio di Alzheimer, insufficienza cardiaca e mortalità per infarto

Cancro alla prostata 2016: abbiamo stilato un elenco delle nostre principali notizie riguardanti il ​​cancro alla prostata e altri problemi di salute correlati tra cui il cancro alla prostata metastatico, il morbo di Alzheimer, l'insufficienza cardiaca e l'infarto. Il cancro alla prostata può influenzare queste altre condizioni o essere influenzato da loro e quindi è importante tenersi informati su come si riferiscono.

Nell'ultimo decennio i casi di prostata metastatica sono aumentati del 72% e la tendenza al rialzo potrebbe essere il risultato di un minor numero di gli uomini vengono proiettati per questo. L'autore dello studio, il dottor Edward Schaeffer, ha dichiarato: "Un'ipotesi è che la malattia sia diventata più aggressiva, indipendentemente dal cambiamento nello screening. L'altra idea è che le linee guida di screening sono diventate più lassiste, quando gli uomini vengono diagnosticati, è in uno stadio più avanzato della malattia. Probabilmente entrambi sono vere. Non lo sappiamo con certezza, ma questo è il fulcro del nostro attuale lavoro. "

È importante che gli uomini ricevano uno screening precoce per il cancro alla prostata, specialmente se si trova in famiglia o se hanno una madre o una sorella con seno o ovarico cancro come il suo rischio di cancro alla prostata aumenterà anche di conseguenza.

Di seguito abbiamo le nostre storie migliori non solo per tenervi informati sul cancro alla prostata, ma anche per rivelare modi per ridurre il rischio.

Pazienti affetti da cancro alla prostata su ADT affrontano il rischio di Alzheimer, rischio di cancro alla prostata inferiore nei diabetici di tipo 2: Studi

Cancro alla prostata pazienti affetti da deprivazione androgenica ( ADT ) affrontano il rischio di Alzheimer, ma I diabetici di tipo 2 hanno meno probabilità di sviluppare il cancro alla prostata, secondo la ricerca.
Il primo studio non dimostra una relazione causa-effetto, ma mostra semplicemente un'associazione tra ADT e malattia di Alzheimer.

Autore principale Dr. Kevin T. Nead ha dichiarato: "Volevamo contribuire al disco sione in merito ai rischi e ai benefici relativi dell'ADT e nessuno ha ancora esaminato l'associazione tra ADT e morbo di Alzheimer. Sulla base dei risultati del nostro studio, un aumento del rischio di Alzheimer è un potenziale effetto avverso dell'ADT, ma sono necessarie ulteriori ricerche prima di prendere in considerazione le modifiche alla pratica clinica. "

Gli androgeni sono ormoni che stimolano le cellule della prostata a crescere. Le terapie che sopprimono gli androgeni sono spesso utilizzate per colpire i tumori della prostata. Negli Stati Uniti, quasi mezzo milione di uomini sono in ADT.
La riduzione dell'attività degli androgeni può portare a effetti avversi, poiché lo studio ha sottolineato che può contribuire all'obesità, diabete, impotenza, pressione alta, depressione e malattie cardiache. Recenti scoperte hanno anche scoperto che il basso livello di testosterone potrebbe contribuire al declino cognitivo. I maschi con malattia di Alzheimer hanno spesso un testosterone basso, rispetto agli uomini senza malattia di Alzheimer.

I ricercatori hanno valutato due serie di dati medici dal sistema sanitario di Stanford e dal Mount Sinai Hospital di New York, Coinvolgimento di 1,8 milioni di pazienti dal primo e 3,7 milioni dal secondo.

Farmaci per il cancro alla prostata legati a insufficienza cardiaca congestizia, rischio di mortalità per infarto negli uomini: Studio

Un recente studio pubblicato su BJU International afferma che alcuni farmaci per il cancro alla prostata può aumentare il rischio di decessi cardiaci negli uomini con insufficienza cardiaca congestizia o precedenti infarti.

Ricercatori guidati da David Ziehr della Harvard Medical School e Paul Nguyen, MD, del Dana-Farber / Brigham and Women's Cancer Center, ha scoperto che una terapia ormonale comune contro il cancro alla prostata - la terapia della privazione degli androgeni (ADT) - aumenta il rischio di problemi cardiaci. Questi includono cardiopatia ischemica, diabete, attacchi di cuore e morte cardiaca improvvisa.

La loro analisi si basa su uno studio esaustivo in cui i ricercatori hanno condotto un'analisi dettagliata della durata di cinque anni su 5.077 uomini con prostata cancro. I partecipanti sono stati divisi in due gruppi. Il primo gruppo (1523 partecipanti) comprendeva uomini che hanno ricevuto ADT tra il 1997 e il 2006. Il secondo gruppo di uomini (3554 partecipanti) non ha ricevuto ADT.

Dopo aver seguito i partecipanti per 4,8 anni, i ricercatori non hanno trovato alcun collegamento tra ADT e decessi correlati al cuore negli uomini senza fattori di rischio cardiaco, diabete o ipertensione.

Tuttavia, negli uomini aveva avuto precedenti infarti o era stato diagnosticato un cuore congestizio fallimento, ADT il rischio di decessi legati al cuore è salito di 3,3 volte.

I pazienti con cancro alla prostata in sorveglianza attiva possono avere metastasi

I pazienti con cancro alla prostata in sorveglianza attiva possono avere metastasi.Metastasi è un termine usato per descrivere la diffusione di cancro ad un'altra parte del corpo. Il cancro alla prostata, in particolare, può diffondersi alle ossa e al fegato o ai polmoni. Diffondere al cervello, d'altra parte, è raro per il cancro alla prostata.

Anche quando il cancro alla prostata si diffonde ad altre parti, ad esempio le ossa, non diventa cancro osseo - è ancora considerato come un tumore alla prostata che ha metastatizzato

Il carcinoma della prostata metastatico è una forma avanzata e sebbene non ci sia cura, può essere trattato e gestito. Gli obiettivi del trattamento comprendono la gestione dei sintomi, il rallentamento del tasso di crescita del cancro e il restringimento del tumore.

A volte il cancro alla prostata è localmente avanzato, il che significa che si è diffuso solo a un tessuto vicino. Questo è diverso dal cancro metastatico, che è solo quando il cancro si diffonde in una parte diversa del corpo.

Quando il cancro alla prostata metastatizza, le cellule tumorali si staccano dal tumore originale, si muovono attraverso il sangue o i linfonodi e inizia a circolare nel corpo. Queste cellule poi attraversano i vasi sanguigni e si attaccano ai tessuti dove iniziano a moltiplicarsi e a crescere.

Le probabilità di sviluppare un cancro alla prostata metastatico sono del 50% per gli uomini con diagnosi di carcinoma prostatico locale. Una piccola percentuale di uomini non viene diagnosticata con il cancro alla prostata fino a quando non si trasforma in un cancro metastatico, che i medici possono rilevare campionando diversi tessuti da varie aree del corpo. Il carcinoma metastatico si trova usando raggi X, scansioni TC, risonanze magnetiche e altri test.

Il rischio di cancro alla prostata negli uomini aumenta con ipertensione, glicemia e BMI: Studio

Il rischio di cancro alla prostata negli uomini aumenta con ipertensione, glicemia e indice di massa corporea. I ricercatori hanno esaminato 289.866 uomini arruolati in uno studio chiamato la sindrome metabolica e il progetto di cancro.

Con il tempo medio di follow-up di 12 anni, a 6,673 uomini è stato diagnosticato un cancro alla prostata e 961 sono morti a causa della malattia. Gli uomini con ipertensione e indice di massa corporea elevato (BMI) avevano un rischio maggiore, rispettivamente del 36 e del 62 percento, per la mortalità correlata al cancro alla prostata. Inoltre, gli uomini con punteggi più alti del fattore metabolico avevano anche un rischio maggiore di morire di cancro alla prostata.

Lo studio non ha rilevato un aumento del rischio di sviluppare il cancro alla prostata a causa di fattori metabolici. I fattori metabolici erano associati solo ad un più alto rischio di morte per cancro alla prostata. Lo studio condotto da Pär Stattin ha detto: "Queste osservazioni suggeriscono che i fattori di rischio cardiovascolare come sovrappeso e ipertensione sono coinvolti nella stimolazione della progressione del cancro alla prostata."

Il morbo di Parkinson può aumentare il rischio di cancro alla prostata o melanoma: Studio

Morbo di Parkinson ( PD) può aumentare il rischio di cancro alla prostata o di melanoma secondo la ricerca. I risultati dello studio supportano un legame genetico tra cancro alla prostata, melanoma e morbo di Parkinson. Il coautore Lisa Cannon-Albright ha spiegato: "Le implicazioni cliniche suggeriscono lo screening per il melanoma e il cancro alla prostata in pazienti PD appropriati e, forse, viceversa."

I ricercatori hanno esaminato i dati del database di popolazione Utah, composto da oltre due milioni di individui con alcuni record che coprono oltre 15 generazioni. Il Dr. Cannon-Albright ha spiegato: "Questa esclusiva risorsa di dati ci ha permesso di porre domande piuttosto complicate sulle associazioni di malattie che potrebbero avere una componente genetica cercando la congregazione delle malattie nei casi e nei loro parenti."

Dei 2.998 i soggetti i cui certificati di morte elencavano la malattia di Parkinson come causa della morte, 48 avevano anche il melanoma. Il rischio relativo stimato era dell'1,95 percento. Il rischio di melanoma è stato osservato anche nei parenti di primo, secondo e terzo grado, con un rischio stimato di 1,23, 1,12 e 1,06%, rispettivamente.

I ricercatori hanno identificato 212 casi di cancro alla prostata tra quelli con malattia di Parkinson. L'elevato rischio di cancro alla prostata è stato riscontrato anche nei parenti di primo, secondo e terzo grado.

Le donne sono meglio protette dall'influenza rispetto agli uomini
Il vaccino antinfluenzale sarà sostituito con un cerotto?

Lascia Il Tuo Commento