Le donne incinte con malattia infiammatoria intestinale hanno spesso carenze nutrizionali: Studio
Salute

Le donne incinte con malattia infiammatoria intestinale hanno spesso carenze nutrizionali: Studio

Le donne incinte con malattie infiammatorie dell'intestino hanno spesso carenze nutrizionali. I ricercatori hanno scoperto che più parametri nutrizionali carenti erano comuni e inadeguatamente valutati in donne in gravidanza con malattia infiammatoria intestinale (IBD).

I ricercatori hanno analizzato i dati di 136 donne incinte affette da IBD e hanno creato una revisione retrospettiva per determinare quanto spesso le informazioni nutrizionali sono ottenuto e qualsiasi prevalenza di carenze nutrizionali.

I ricercatori hanno scritto: "L'indice di massa corporea potrebbe non essere l'indicatore ottimale dello stato nutrizionale nei pazienti con malattia infiammatoria intestinale. Stato nutrizionale e risultati nelle donne in gravidanza non sono stati completamente studiati. "

Il 58% delle donne era di peso ideale, il 36% era sovrappeso o obeso, mentre il 5% era sottopeso.

Parametri nutrizionali valutati incluso albumina, vitamina D, vitamina B12, ferro e ferritina. Il 33% delle donne presentava livelli anormali di albumina, il 35% presentava vitamina D anormale, il 35% presentava ferro anormale e il 43% presentava ferritina anomala. I livelli di B12 sono risultati normali in tutte le donne.

I ricercatori hanno concluso, "I parametri nutrizionali sono valutati in modo inadeguato nelle donne con IBD in gravidanza che hanno un insufficiente [aumento di peso materno]. Tutte le donne in gravidanza con IBD, indipendentemente dal BMI pre-gravidanza, devono essere sottoposte a screening per carenze nutrizionali. "

Malattia infiammatoria intestinale in gravidanza

Quasi due terzi delle donne in remissione rimarranno in remissione durante la gravidanza, e quelle con malattia attiva è probabile che la loro malattia rimanga attiva. Avere una malattia attiva può rappresentare una sfida al concepimento e aumenta il rischio di aborti e altre complicanze, come la nascita prematura.

Ecco alcuni consigli per la cura che dovrebbe essere assunto nelle donne con IBD prima della gravidanza.

  • Le donne dovrebbero assumere integratori contenenti acido folico per ridurre il rischio di complicanze della gravidanza e difetti alla nascita.
  • Le donne dovrebbero smettere di fumare e bere alcolici
  • Le donne dovrebbero rivedere i farmaci prescritti e senza prescrizione medica.
  • L'assunzione di caffeina deve essere limitata.
  • Analisi del sangue per rosolia, varicella, HIV, epatite, e i geni ereditati dovrebbero essere condotti.

Gli studi sono inconclusi per quanto riguarda gli effetti dell'IBD sulla gravidanza e la crescita del feto. La salute del bambino e il rischio di complicanze sono basate sulla gravità della malattia, sull'estensione della IBD prima della gravidanza e sui trattamenti usati durante la gravidanza. Le donne con una maggiore gravità della malattia hanno maggiori probabilità di avere un parto prematuro o un basso peso alla nascita del bambino.

Il monitoraggio regolare durante la gravidanza può aiutare a rilevare eventuali problemi all'inizio. Inoltre, le madri in stato di gravidanza dovrebbero tenere regolari follow-up con i loro medici e segnalare eventuali modifiche che notano.

Crepitio della spalla: cause, sintomi ed esercizi
Il rischio di ipertensione negli anziani diminuisce con il volontariato, aumenta con interazioni sociali negative

Lascia Il Tuo Commento