Osteoporosi e rischio di fratture nei fumatori maschi più alti rispetto alle donne
Salute

Osteoporosi e rischio di fratture nei fumatori maschi più alti rispetto alle donne

In uno studio recente condotto su fumatori con malattia polmonare ostruttiva cronica ( BPCO ), i ricercatori hanno osservato che gli uomini di mezza età e anziani presentavano un rischio maggiore di sviluppare una bassa densità ossea, osteoporosi e fratture delle vertebre rispetto alle loro controparti femminili.

Lo studio, pubblicato online negli Annals della American Thoracic Society , usava la storia del fumo e la BPCO come fattori di rischio indipendenti per bassa densità ossea negli uomini e nelle donne.

Negli Stati Uniti, la BPCO è la terza causa di morte e quasi la metà delle persone sopra i 45 anni sono fumatori attuali o ex fumatori.

Come parte dello studio, i ricercatori della National Jewish Health e altre istituzioni hanno valutato 3.321 per cento nt ed ex-fumatori. I partecipanti avevano un'età compresa tra 45 anni e 80 anni e avevano un minimo di 10 pacchetti di anni di storia del fumo. I ricercatori hanno utilizzato la tomografia computerizzata quantitativa per valutare la densità ossea dei partecipanti.

Alla fine dello studio, i ricercatori hanno scoperto che complessivamente l'11% dei partecipanti aveva una densità ossea normale, il 31% aveva densità ossea intermedia e il 58% aveva una bassa densità ossea.

Lo studio rivelò anche che il trentasette percento dei partecipanti aveva una o più fratture delle loro vertebre.

La scoperta interessante fu che tra le persone con bassa densità ossea, il 55 percento Erano uomini, e tra questi uomini il 60 per cento ha sofferto di fratture vertebrali.

Non sorprende che l'incidenza della densità delle ossa basse fosse direttamente proporzionale al peggioramento della BPCO. Infatti, nelle persone con BPCO grave (sia uomini che donne), la percentuale di bassa densità ossea era alta dell'84%. Anche se non c'è una reale chiarezza su come la BPCO causi l'osteoporosi, il fatto che è evidente dai seguenti numeri.

I ricercatori sono stati in grado di approfondire un po 'di più il fumo e la bassa densità ossea. Secondo i loro calcoli, ogni ulteriore anno di pacchetti di fumo aumenta le probabilità di avere una bassa densità ossea dello 0,4 percento. I partecipanti con una media di 36,6 anni di fumo all'anno hanno raggiunto la densità ossea normale, mentre quelli che hanno avuto una media di 46,9 anni-pacchetto di fumo hanno una bassa densità ossea.

Effetti del fumo sulla salute delle ossa

Secondo il dottor Primal Kaur, specialista in osteoporosi al Temple University Health System di Filadelfia, gli adolescenti e gli anni venti sono in prima serata per la costruzione della massa ossea. Fumare durante questi anni cruciali limiterà la formazione della massa ossea massima e un fumatore finirà con uno scheletro più piccolo e una minore massa ossea, rispetto a un non fumatore.

La nicotina e le tossine nelle sigarette danneggiano la salute delle ossa da diverse angolazioni. Il fumo di sigarette genera enormi quantità di radicali liberi che attaccano e sopraffanno le difese naturali del corpo. Ciò si traduce in una reazione a catena di danno in tutto il corpo - direttamente dalle cellule e dai tessuti fino agli organi vitali.

Un'altra cosa che le tossine tendono a fare è sconvolgere i livelli di estrogeni, che le ossa hanno bisogno di stare bene. E a causa delle tossine, il tuo fegato produce più enzimi che distruggono gli estrogeni. Come risultato, le tue ossa diventano porose e deboli.
Anche il fumo ha effetti devastanti sull'azione dell'ormone calcitonina, che aiuta a costruire l'osso. Poiché questo importante ormone non può fare il suo lavoro senza intoppi, impatta nuova formazione ossea.

A causa di tutti questi motivi e di più, il dottor Kaur ritiene che i fumatori abbiano il doppio del rischio di frattura rispetto ai non fumatori.

Secondo alla dottoressa Elizabeth Regan, assistente professore di medicina alla National Jewish Health, le attuali linee guida sulla salute non raccomandano lo screening dell'osteoporosi per gli uomini. Anche se il fumo corrente è un riconosciuto fattore di rischio per l'osteoporosi, gli screening attuali non prendono né la storia del fumo né la BPCO come criteri per la bassa densità ossea.

Essendo consapevole dell'elevato costo della scansione CT, il dott. Regan suggerisce quando si utilizzano le scansioni CT raccomandate per sottoporre a screening i fumatori pesanti per il cancro del polmone e controllarli per la densità ossea.

Il team ritiene che sulla base delle loro scoperte, i fumatori correnti e i fumatori del passato di entrambi i sessi dovrebbero essere sottoposti a screening per l'osteoporosi.

Non sottoporre a screening i fumatori pesanti per i livelli di densità ossea è un chiaro esempio di follia e sterlina. Accettando il rischio di fumo e osteoporosi, diagnosticando l'osteoporosi nelle sue fasi iniziali e iniziando il trattamento precoce, possiamo fare la nostra parte nel prevenire le fratture, migliorare la qualità della vita e anche ridurre i costi sanitari a lungo termine.

Le etichette nutrizionali aiutano a ridurre il consumo calorico
Sai quando è ora di dormire? Your Brain Does

Lascia Il Tuo Commento