Gli anziani con demenza affrontano un aumento del rischio di mortalità a causa di transizioni di cura
Organi

Gli anziani con demenza affrontano un aumento del rischio di mortalità a causa di transizioni di cura

Gli anziani con demenza affrontano un aumento del rischio di mortalità dovuto a transizioni assistenziali. I risultati dello studio hanno scoperto che il trasferimento di pazienti affetti da demenza da un posto a un altro o il loro soggiorno durante la notte in un luogo diverso ha portato a esiti di salute aggravati. Sebbene a volte sia inevitabile, una transizione non necessaria può essere associata a errori terapeutici, riammissioni ospedaliere e un aumento del rischio di mortalità.

I ricercatori del Centro UBC per i servizi sanitari e la ricerca sulle politiche a Vancouver hanno seguito 6.876 pazienti con demenza di età superiore ai 65 anni. Venti -Tra per cento del gruppo non ha avuto alcuna condizione cronica oltre alla demenza e il 44% ha avuto due o più condizioni di salute coesistenti.

I ricercatori hanno notato un picco di transizioni durante il primo anno di diagnosi di demenza. Il 65% ha avuto almeno una transizione durante il primo anno, il 17% ha attraversato tre o più transizioni tra cui l'ospedalizzazione e oltre il 60% è stato ricoverato durante il primo anno di diagnosi.

I ricercatori hanno anche riscontrato un aumento delle transizioni durante anno prima e l'anno della loro morte. Tra gli altri fattori che hanno contribuito a una maggiore quantità di transizioni si trovano farmaci antipsicotici o benzodiazepine e vivono nelle zone rurali.

Ricevere cure costanti da un primario medico conosciuto e ricevere cure coerenti con le linee guida sulla demenza sono state associate a un minor numero di transizioni. I ricercatori hanno offerto raccomandazioni al fine di facilitare le transizioni e migliorare l'assistenza avendo una connessione con un medico primario, intraprendere una pianificazione precoce delle cure avanzate, avere un difensore del paziente per aiutare a coordinare le cure e aumentare la consapevolezza del caregiver sul supporto della comunità. per transizioni lisce nella cura della demenza

La demenza può essere una diagnosi spaventosa non solo per il paziente ma anche per quelli che lo circondano. Quando la memoria inizia a svanire, ciò può causare stress e ansietà intensi per tutte le parti coinvolte nel tempo. Al fine di ridurre al minimo lo stress associato alle transizioni associate alla cura della demenza, seguire questi suggerimenti può essere utile.

Creare ambienti familiari nel miglior modo possibile. Se un adulto più anziano si sta trasferendo dalla propria casa a una struttura di assistenza, rendi il loro nuovo posto il più "casalingo" possibile. Aggiungi i loro mobili o altri oggetti che possono contribuire ad aumentare la sensazione di essere a casa.

Pianifica la loro mossa durante il loro miglior momento della giornata. Ad esempio, se sono migliori nella prima parte della giornata piuttosto che di notte, pianifica la mossa nelle ore del mattino per ridurre lo stress.

Crea un album o una lavagna per aiutare il personale a conoscere rapidamente il paziente. Chiedi allo staff di esaminare questi pezzi prima dell'arrivo del paziente in modo che possano familiarizzare con loro.

Ascoltare la loro musica preferita può aiutare a ridurre lo stress e l'ansia in alcuni pazienti. Prendi in considerazione la possibilità di portare in radio o un lettore CD e fornire i loro brani preferiti per giocare.

Questi suggerimenti possono aiutare a rendere un po 'più facile il periodo di transizione riducendo lo stress e l'ansia per il paziente.

Lettura correlata

Demenza negli anziani legata a depressione grave

La depressione grave è stata collegata alla demenza negli anziani, con depressione maggiore e peggioramento delle condizioni che aumentano il rischio di demenza di una persona. Lo studio ha coinvolto quasi 2.500 anziani nei loro anni '70 senza alcun segno di demenza. I partecipanti sono stati monitorati per cinque anni per i sintomi della depressione e sottoposti a screening per sei anni per segni di demenza.

Lo sciroppo d'acero puro promette la prevenzione della demenza

Uno studio, presentato durante un simposio di due giorni all'incontro annuale del American Chemical Society, suggerisce che lo sciroppo d'acero puro può essere utile nella prevenzione della demenza e della malattia di Alzheimer. I risultati hanno scoperto che il puro sciroppo d'acero si dimostra promettente nel proteggere le cellule cerebrali dai danni comunemente riscontrati nella malattia di Alzheimer.

Fonti:

//www.healthinaging.org/news/research-summaries/article:03-21-2016-12-00am-for-older-adults-with-dementia-transitions-in-care-can -Aumentare-rischio-per-gravi-problemi /
//onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/jgs.14033/abstract
//www.elmcroft.com/moving-loved- uno-con-demenza /

Quali sono le cause dell'ictus talamico? Sintomi, complicanze e trattamento
Segreto per più energia? Questa parola di tre lettere

Lascia Il Tuo Commento