Aggiornamento del virus Norovirus 2016: influenza dello stomaco influenza Oregon State University, rifugio per senzatetto Brockton
Salute

Aggiornamento del virus Norovirus 2016: influenza dello stomaco influenza Oregon State University, rifugio per senzatetto Brockton

Aggiornamento del virus Norovirus 2016: influenza dello stomaco Oregon State University e rifugio per senzatetto di Brockton.

I funzionari della Oregon State University e della contea di Benton stanno lavorando insieme su un recente focolaio di norovirus, che ha colpito la scuola. L'epidemia è iniziata il 30 marzo 2016 e ha interessato quasi 60 studenti. La maggior parte delle persone colpite dal norovirus vive nei residence.

I test sono ancora in corso per confermare il norovirus, ma i sintomi riscontrati sono simili a quelli del norovirus, consistenti in vomito, crampi addominali e diarrea. Finora, i funzionari della sanità non possono restringere il cibo specifico né il luogo in cui il norovirus potrebbe aver avuto origine, ma sottolineano che è altamente contagioso e può essere trasmesso stando in stretta prossimità con una persona infetta, vivendo in ambienti chiusi o toccando oggetti che potrebbe avere il virus sulla loro superficie.

L'epidemia è ancora considerata piuttosto piccola, quindi le chiusure di classe o scuola non sono ancora necessarie.

Jenny Haubenreiser, direttore esecutivo di OSU Student Health Services, ha dichiarato: "La salute e la sicurezza dei nostri studenti, docenti e personale è la nostra massima priorità. Continuiamo a monitorare da vicino la situazione e ci incontriamo regolarmente con i funzionari della contea. Con la collaborazione di tutti, speriamo che questa situazione sarà contenuta nel prossimo futuro. "

Agli studenti viene consigliato di utilizzare tecniche di lavaggio delle mani appropriate ed evitare di condividere oggetti o cibo per minimizzare la trasmissione di norovirus.

La scuola sta funzionando duramente in tutti i loro sforzi per contenere il virus disinfettando aree di lavoro, dormitori e sale da pranzo.

Solvang si chiude temporaneamente a causa dell'ondata di norovirus

Alisal Guest Ranch a Solvang temporaneamente chiuso per 72 ore in risposta a un'epidemia di norovirus, inducendo il personale a condurre un'accurata sanificazione della struttura. Non sono ancora stati ricoverati in ospedale a causa dell'epidemia, ma alcuni ospiti hanno manifestato sintomi correlati al norovirus.

Gli investigatori e gli ufficiali sanitari non sono stati in grado di scoprire la fonte dell'epidemia iniziata una settimana fa quando alcuni ospiti lamentavano sintomi gastrointestinali.

Larry Fay, Direttore dei Servizi di Salute Ambientale della contea di Santa Barbara, ha dichiarato: "La natura dei sintomi, la durata della malattia, sospettavamo fortemente che stessero vivendo un'epidemia di norovirus."

"Noi doniamo Di solito, quando è in corso un'indagine, segnala casi di epidemie in corso in un impianto. E in questo caso, dal momento che Alisal e la natura delle loro operazioni, è relativamente limitato, e hanno preso la decisione di andare avanti e chiudere, abbiamo deciso di non fare una notifica pubblica ", ha aggiunto Fay.

Scoppio del Norovirus a Brockton senzatetto rifugio

Finora, quattro senzatetto sono stati colpiti da sintomi gastrointestinali legati al norovirus. Insieme al norovirus, il rifugio per senzatetto di Brockton si sta occupando anche di un problema con la cimice.

I funzionari della sanità avvisano che il rifugio è attualmente in fase di completamento delle procedure di pulizia e sanificazione. John Yazwinski, direttore esecutivo di Father Bill's & MainSpring, ha commentato: "Quando hai a che fare con così tante persone che hanno bisogno di riparo, hai questo tipo di problemi di salute. Mi sento per le persone. Il posto dove riprendersi da qualcosa di simile non dovrebbe essere in un rifugio. "

Oltre a essere trattato per il norovirus, il rifugio sta pulendo anche i letti, poiché due di loro sono stati scoperti per avere cimici.

La menzogna di Babbo Natale può essere dannosa per i bambini
La combinazione di tre farmaci può aiutare a curare meglio il mieloma

Lascia Il Tuo Commento