Trattamento per sclerosi multipla, metodo di diagnosi MRI più rapido per ridurre l'infiammazione cerebrale
Organi

Trattamento per sclerosi multipla, metodo di diagnosi MRI più rapido per ridurre l'infiammazione cerebrale

Nuova terapia per sclerosi multipla scoperto, insieme a un metodo di diagnosi MRI più veloce per aiutare a ridurre l'infiammazione del cervello. Ricercatori della Facoltà di Medicina e Odontoiatria dell'Università di Alberta hanno scoperto un nuovo percorso per il trattamento della sclerosi multipla (SM). Lo scopo del nuovo trattamento è ridurre l'infiammazione nel cervello, poiché è un fattore che contribuisce alla disabilità muscolare nella sclerosi multipla.

Gli attuali trattamenti per la sclerosi multipla mirano al sistema immunitario al fine di ridurre l'infiammazione nel cervello. Sfortunatamente, la crescente forza dei farmaci indebolisce il sistema immunitario dei pazienti, rendendoli più suscettibili agli effetti collaterali e ad altre malattie. Per lo studio corrente, i ricercatori hanno esaminato l'enzima chiamato granzima B nelle cellule citotossiche come possibile bersaglio terapeutico per combattere l'infiammazione senza significativa soppressione del sistema immunitario.

Le cellule citotossiche sono usate nel corpo per combattere l'infezione e uccidere il virus cellule infette Ma nella sclerosi multipla, vengono reindirizzati contro l'ospite. Il granzima B danneggia le cellule nervose e altre aree del cervello, ma i ricercatori hanno scoperto che sopprimere il granzima B con serpina3n - un inibitore recentemente scoperto - potrebbe ridurre significativamente la progressione della sclerosi multipla nelle cellule umane e nei modelli preclinici.

Autore senior Fabrizio Giuliani "Possiamo interferire con alcune delle armi che queste cellule citotossiche usano per indurre danni alle cellule nervose nel cervello, ma senza interrompere le altre funzioni positive che hanno queste cellule. Questa molecola, serpina3n, bloccherà il danno causato dal granzima B che induce la neurodegenerazione in questa malattia e la neurodegenerazione è fortemente correlata alla disabilità. "

I ricercatori hanno scoperto che la risposta infiammatoria del corpo era minimamente influenzata quando il granzima B era preso di mira. Interferendo nelle prime fasi dell'infiammazione cerebrale nei pazienti con sclerosi multipla, la progressione della malattia può essere ridotta e rallentata.

Il coautore Chris Bleackley, che ha precedentemente scoperto il granzima B, ha aggiunto: "I risultati di questo studio sono molto eccitanti e abbastanza inaspettato. Sono un grande esempio di come la ricerca di base possa avere applicazioni sorprendenti e benefiche nel trattamento delle malattie umane. "

Giuliani ha concluso," L'importanza di questo è che puoi vedere dove sta conducendo. Puoi vedere quasi un bersaglio immediato. Questo potrebbe finalmente aprire la porta a un nuovo flusso di trattamenti. Se siamo in grado di indurre la neuroprotezione, esiste una buona possibilità di ridurre il tasso di disabilità associato all'infiammazione cerebrale. Se funziona come pensiamo, questo avrà un impatto sul trattamento dei pazienti con SM. "

Diagnostica la sclerosi multipla nel cervello mediante scanner MRI: Studio

Ricercatori dell'Università di Nottingham e Nottingham University Hospitals hanno trovato un nuovo modo di utilizzare le scansioni MRI per aiutare a rilevare i segni della sclerosi multipla nel cervello. La sclerosi multipla può essere difficile da diagnosticare poiché molti non avvertono i sintomi per un bel po 'di tempo ei sintomi possono sovrapporsi anche ad altre condizioni. Le scansioni MRI possono essere utili nella diagnosi della sclerosi multipla in quanto possono rilevare lesioni della sostanza bianca nel cervello, ma sfortunatamente queste lesioni non indicano sempre la sclerosi multipla.

I ricercatori hanno trovato un modo per utilizzare le scansioni MRI per distinguere tra lesioni e altro bianco punti nel cervello che possono essere trovati nella sclerosi multipla. Gli scanner MRI clinici possono condurre uno specifico tipo di scansione noto come imaging pesato in T2, in grado di rilevare lesioni nella sostanza bianca del cervello centrata su una vena - un noto indicatore di sclerosi multipla.

Studio condotto dal Dr. Nikos Evangelou ha detto, "Sapevamo già che gli scanner MRI per la ricerca di grandi dimensioni potevano rilevare la proporzione di lesioni con una vena nella sostanza bianca del cervello, ma questi scanner non sono disponibili clinicamente. Quindi volevamo scoprire se una singola scansione cerebrale in uno scanner ospedaliero NHS potesse essere anche efficace nel distinguere tra pazienti con SM e pazienti con lesioni cerebrali non MS. Siamo entusiasti di rivelare che i nostri risultati mostrano che l'applicazione clinica di questa tecnica potrebbe integrare i metodi diagnostici esistenti per la SM. "

Nello studio che consisteva di 40 pazienti, le scansioni MRI hanno categorizzato con successo la sclerosi multipla rispetto a pazienti con sclerosi multipla in meno di due minuti. Gli studi futuri dovranno confermare questo successo iniziale dell'utilizzo degli scanner MRI per la diagnosi di SM. Se confermato, questo metodo potrebbe essere ampiamente disponibile per aiutare a offrire una diagnosi più rapida della sclerosi multipla.

Lettura correlata:

Sintomi prurito da sclerosi multipla chiave (prurito) possono causare dolore bruciante

Un sintomo prurito da sclerosi multipla chiave (prurito) può causare dolore bruciante. Il prurito fa parte delle sensazioni anormali sperimentate nella sclerosi multipla (SM) che possono avvertire dolore e agitazione, dolore bruciante, lancinante o lacerante. Questo tipo di dolore è di origine neurologica.

La spasticità della sclerosi multipla causa spasmi muscolari involontari, rigidità muscolare

La spasticità della sclerosi multipla causa spasmi muscolari involontari e rigidità muscolare. La spasticità può essere lieve o può essere piuttosto grave che va dalla sensazione di oppressione al dolore severo e agli spasmi incontrollabili.

Fonti:
//www.med.ualberta.ca/news/2015/december/exploring -new-percorsi-per-il-trattamento-del-multipla-sclerosi
//www.nottingham.ac.uk/news/pressreleases/2016/february/new-mri-technique-offers-faster-diagnosis -di-multiple-sclerosis.aspx
//www.sciencedaily.com/releases/2016/02/160201125504.htm

Perché la depressione ha un impatto sul tuo corpo
Demenza mista: cause, sintomi e trattamenti

Lascia Il Tuo Commento