Rischio di sclerosi multipla più bassa nei pazienti con infezione da HIV: Studio
Organi

Rischio di sclerosi multipla più bassa nei pazienti con infezione da HIV: Studio

La sclerosi multipla il rischio è più basso in sieropositivo pazienti, secondo la ricerca. L'associazione deriva dallo smorzamento cronico del sistema immunitario associato all'HIV, insieme ai farmaci antiretrovirali utilizzati per il trattamento dell'HIV. Se trovata in studi futuri, questa associazione può offrire informazioni su possibili nuovi trattamenti per la sclerosi multipla (SM).

I ricercatori hanno seguito un caso di un uomo HIV con SM i cui sintomi sono scomparsi da 12 anni dopo aver iniziato il trattamento antiretrovirale. I ricercatori hanno cercato di scoprire se i farmaci antiretrovirali possono curare o rallentare la progressione della sclerosi multipla.

I risultati dello studio hanno trovato ci può essere un possibilità di trattare MS con antiretrovirali, ma i numeri erano troppo piccolo per raggiungere la significatività statistica.

I ricercatori hanno esaminato oltre 21.000 pazienti affetti da HIV, insieme a 5,3 milioni di persone con condizioni minori come controlli, monitorate per eventi della SM nell'arco di sette anni. Quelli con HIV hanno dimostrato di avere il 62% in meno di probabilità di sviluppare la SM. Più a lungo una persona ha avuto l'HIV, meno è probabile che avrebbero sviluppato la SM.

Gli autori hanno scritto: "Se gli studi successivi dimostrano che esiste un effetto protettivo causale dell'HIV e / o del suo trattamento, e se l'entità di essa si rivela essere simile... questo sarebbe il più grande effetto protettivo di qualsiasi fattore ancora osservato in relazione allo sviluppo della SM. "

Sono necessarie ulteriori ricerche per dimostrare l'efficacia dei farmaci antiretrovirali per la sclerosi multipla.

HIV e SM: Connessione

Alcuni ricercatori in Gran Bretagna e in Europa ritengono che la sclerosi multipla è il risultato dell'attivazione di retrovirus endogeni umani (HERVs). una società svedese ha sviluppato un anticorpo monoclonale chiamato GNbAC1 mira un elemento HERV specifica.

Il collegamento è stato In primo luogo, quando un paziente con HIV e SM ha smesso di manifestare sintomi di sclerosi multipla dopo il trattamento per l'HIV, la sclerosi multipla non è scomparsa completamente, poiché le scansioni della risonanza magnetica rivelavano ancora le lesioni caratteristiche della condizione, ma la i sintomi erano scomparsi.

Studi più ampi hanno anche prodotto risultati simili in cui i ricercatori hanno scoperto che i tassi di sclerosi multipla erano più bassi nei pazienti con infezione da HIV. Ma i numeri erano così bassi che non erano statisticamente significativi.

È necessaria una ricerca futura per capire meglio il legame tra HIV e sclerosi multipla, soprattutto per scoprire se i farmaci antiretrovirali possono essere utili per la condizione.

Lettura correlata:

multiple danni visione sclerosi (neuropatia ottica) può essere invertito, di comune OTC farmaci raffreddore: Study

sclerosi multipla danni visione (neuropatia ottica) può essere invertito da un comune farmaco freddo over-the-counter, secondo la ricerca. Il farmaco, fumarato clemastine, che aiuta ad alleviare l'allergia e sintomi del raffreddore, è stato trovato per invertire temporaneamente danni visione comunemente visto nella sclerosi multipla.

sintomi della sclerosi multipla ridotti con il digiuno, come la dieta

Molte prove è venuto alla luce rivelatrice i benefici delle diete a digiuno, specialmente per la riduzione dei sintomi nella sclerosi multipla. Molte persone ricorrono a diete a digiuno come mezzo per perdere peso, ma le ultime scoperte rivelano benefici oltre la scala.

Fonti:
//www.sciencedaily.com/releases/2014/08/140804202134 htm
//jnnp.bmj.com/content/early/2014/07/16/jnnp-2014-307932.full
//www.medpagetoday.com/neurology/multiplesclerosis/44861

The Real Life Theory di 'Fat and Jolly'
Proteine ​​in eccesso legate al vagabondaggio nei pazienti con Alzheimer: Studio

Lascia Il Tuo Commento