Affaticamento della sclerosi multipla legato a problemi di sonno e attività
Organi

Affaticamento della sclerosi multipla legato a problemi di sonno e attività

Stanchezza della sclerosi multipla legata a problemi di sonno e lunghezza del compito.
Se abbiamo la sclerosi multipla (SM), o no, tutti noi ci sentiamo un certo livello di stanchezza o affaticamento ad un certo punto della nostra vita. Tuttavia, l'affaticamento da sclerosi multipla è diverso dalla stanchezza "normale". Le persone senza sclerosi multipla non hanno problemi a svolgere semplici compiti come andare in banca o andare al negozio di alimentari. Ma per le persone con SM, la fatica può rendere quasi impossibile anche compiti così semplici.

L'affaticamento correlato alla SM è il più comune di tutti i sintomi della SM, con oltre il 90% delle persone affette da SM che segnalano stanchezza alla SM in alcuni studi. Ma il problema è che i pazienti con sclerosi multipla, accettano l'affaticamento come una parte normale della loro vita e ritengono che non sia abbastanza importante parlare ai loro medici. Anche gli operatori sanitari possono trascurare la stanchezza della SM e l'esaurimento della SM si concentra maggiormente sui segni e sintomi fisici della SM, come debolezza, problemi di mobilità, spasticità e problemi di vista.

Stanchezza correlata alla sclerosi multipla legata a problemi di sonno

un recente studio, Lauren Strober, PhD ha studiato il legame tra l'affaticamento secondario nei pazienti con SM e il sonno.

Dr. Strober è un ricercatore senior in Neuropsychology & Neuroscience Research presso la Kessler Foundation e un assistente professore di medicina fisica e riabilitazione presso la Rutgers New Jersey Medical School.

La sua attuale ricerca si concentra sull'impatto della SM sull'occupazione di individui con SM, un gruppo con tassi di disoccupazione alti fino all'80%.

Secondo il dottor Strober, la fatica ostacola il funzionamento quotidiano e il benessere. Distrugge chiaramente la capacità di una persona di partecipare alla comunità e al posto di lavoro. Ritiene che, determinando ciò che contribuisce alla fatica nei pazienti con SM, possiamo mantenere le persone impegnate in attività lavorative e sociali e migliorare la qualità della vita.

Come parte del suo studio, il dott. Strober ha analizzato 107 individui con sclerosi multipla. Ha scoperto che il 61% di loro ha riferito di dormire poco. Durante ulteriori sondaggi ha scoperto che i disturbi del sonno rappresentavano il 25% della varianza della fatica, mentre la depressione rappresentava un altro 7%.

I fattori che contribuiscono all'affaticamento cognitivo nella sclerosi multipla

La sclerosi multipla si manifesta con due tipi di affaticamento affaticamento e affaticamento secondario e uno sguardo ravvicinato a questi due risponderanno alla domanda - perché la SM causa affaticamento?

L'affaticamento primario è un risultato diretto della sclerosi multipla e potrebbe essere causato da infiammazione, demielinizzazione o altri danni al sistema nervoso centrale che comprende diverse aree del cervello o del midollo spinale.

Le scansioni rivelano che le persone che hanno stanchezza utilizzano aree del cervello più ampie per svolgere attività rispetto alle persone senza affaticamento. I ricercatori ritengono che ciò sia dovuto al fatto che la SM colpita dal cervello sta trovando nuove rotte per recapitare i messaggi quando i soliti percorsi sono stati intasati dal danno.

Trovare nuove rotte per svolgere un'azione è energivoro e dispendioso dal punto di vista energetico e questo potrebbe causare l'affaticamento. Tuttavia, queste sono solo ipotesi, e la squadra non sa per certo se esiste un legame esatto tra danno nervoso e affaticamento. Almeno, non ancora.

Il team è anche consapevole del fatto che la loro "nuova teoria delle rotte" non esclude altri processi nel cervello e nel midollo spinale che potrebbero anche portare all'affaticamento.

L'affaticamento secondario è il risultato di fattori che possono essere correlati alla SM, ma non sono la stessa MS. Questi includono: Depressione, rigidità, dolore, tremore, debolezza muscolare, ognuno dei quali potrebbe portare a sentimenti di stanchezza.

Come gestire la fatica con sclerosi multipla

Il primo passo è identificare i fattori che contribuiscono alla fatica. Un medico può aiutare a fare una valutazione completa e stabilirà una strategia per soddisfare le esigenze individuali.

Il prossimo passo è valutare i tuoi livelli di energia. Pensa ai tuoi negozi di energia come una banca. Depositi e prelievi devono essere effettuati nel corso della giornata per bilanciare il risparmio energetico. È una buona idea mantenere un diario per una settimana per determinare quale parte della giornata ti senti più stanco, quale parte della giornata ti senti energica, quali sono i fattori che causano l'affaticamento e i tuoi schemi di sonno.

Una volta questi I primi passi sono ora che puoi provare quanto segue per aiutarti a gestire meglio la fatica della sclerosi multipla:

  • La terapia occupazionale ti aiuterà a semplificare le attività sul lavoro e a casa.
  • Puoi iniziare la terapia fisica per imparare modi di camminare a risparmio energetico e svolgere altre attività quotidiane. La terapia fisica ti aiuterà anche a sviluppare un programma di esercizi regolari.
  • Prendi alcuni farmaci per il sonno per un po '- forse una settimana o due - per regolare il sonno. Ovviamente, se hai altri problemi che causano problemi di sonno (problemi alla vescica, spasticità, dolori del corpo), dovrai prima affrontare questi problemi.
  • Se sei mentalmente o fisicamente sotto stress, interventi psicologici come la gestione dello stress, la formazione sul rilassamento, l'appartenenza a un gruppo di supporto o la psicoterapia potrebbero aiutare.
  • Un'altra gestione altamente raccomandata per la fatica della SM è la gestione del calore, per cui si impara a evitare il surriscaldamento del corpo e della mente e aiuta a rinfrescarsi
  • Infine, parla al tuo dottore della tua stanchezza e lui ti aiuterà con i farmaci necessari.

Chiaramente, dalle strategie di gestione della fatica sopra descritte, è evidente che mantenere la calma fisica e mentale e ottenere un buon riposo notturno svolge un ruolo significativo nell'ottenere sollievo dall'affaticamento della sclerosi multipla. Infatti, il dott. Strober e il suo team sono convinti che lo screening di routine per i problemi del sonno e il trattamento dei disturbi del sonno possa aiutare con l'affaticamento della SM e ridurre i suoi effetti debilitanti.

Sei altri motivi per cui dovresti assumere lo yoga
L'educazione può essere la migliore difesa contro il morbo di Alzheimer

Lascia Il Tuo Commento