Studio di individuazione precoce della sclerosi multipla aiuta l'obiettivo di prevedere i sintomi della SM con anni di anticipo
Organi

Studio di individuazione precoce della sclerosi multipla aiuta l'obiettivo di prevedere i sintomi della SM con anni di anticipo

Sclerosi multipla lo studio di diagnosi precoce aiuta a prevedere in anticipo gli obiettivi di previsione dei sintomi della SM. I ricercatori del Brigham and Women's Hospital (BWH) e dell'Istituto nazionale di disordini neurologici e ictus (NINDS) hanno lanciato uno studio sugli individui a rischio di sclerosi multipla come mezzo per comprendere meglio la sequenza di eventi che portano allo sviluppo della SM. La loro ricerca aiuta anche a porre le basi per il possibile blocco dell'inizio della sclerosi multipla.

L'autore co-senior Dr. Phil De Jager ha detto: "L'individuazione precoce della SM significa la possibilità di un trattamento precedente, che potrebbe ritardare l'accumulo di disabilità. Il nostro obiettivo a lungo termine è di mappare la sequenza di eventi che portano dalla salute alla malattia, al fine di essere in grado di identificare e intervenire precocemente negli individui ad alto rischio di SM. "

Oltre 2600 famiglie sono state reclutate per interagire con lo studio tramite Facebook. Lo studio includerà poco più di 5.000 parenti di primo grado di individui con sclerosi multipla e si svolgerà nel corso dei prossimi 20 anni.

L'autore principale Zongqi Xia ha aggiunto: "Questo primo rapporto dello studio GEMS è importante perché dimostra che possiamo reclutare il gran numero di membri della famiglia che è necessario per eseguire uno studio approfondito dei fattori di rischio della SM. "

L'autore co-senior Dr. Daniel Reich ha detto:" Poiché la malattia probabilmente inizia molti anni prima appare il primo sintomo, non abbiamo ancora capito come i fattori di rischio genetici e ambientali si uniscono per innescare la SM. Quando un paziente viene a vedere un neurologo per la prima volta, il processo di infiammazione cerebrale è ben avviato, poiché molte lesioni hanno pochi o nessun sintomo. "

Dr. De Jager ha concluso: "Questo rapporto è un primo passo importante. Non abbiamo ancora uno strumento che possiamo usare clinicamente per prevedere la SM. Per sviluppare ulteriormente tali strumenti e sviluppare una piattaforma per testare strategie per prevenire del tutto la malattia, stiamo espandendo GEMS in uno studio collaborativo più ampio che accelererà il progresso della scoperta e riunirà una comunità di ricercatori per superare questa importante sfida. Nel complesso, il rischio di SM rimane molto basso per la maggior parte dei membri della famiglia. Le terapie più efficaci per la SM saranno in definitiva quelle che ne impediranno l'insorgenza, poiché l'infiammazione e la progressione della malattia sono molto più difficili una volta stabilita la malattia. "

Gli esami del sangue rilevano gli scorsi anni prima dell'insorgenza della malattia, studio precedente

Uno studio precedente ha rilevato che un esame del sangue può rilevare la sclerosi multipla fino a nove anni prima dell'insorgenza della malattia. I ricercatori sperano che le loro scoperte possano aiutare a scoprire la SM prima dell'esordio, portando a precedenti interventi e trattamenti.

Il team di ricerca israeliano ha scoperto alcune sostanze chimiche che potrebbero rivelare se una persona sta per sviluppare la sclerosi multipla. La presenza di queste sostanze chimiche nel sangue può aiutare a rilevare la sclerosi multipla presto.

Il professor Anat Achiron della facoltà di medicina dell'Università di Tel Aviv ha dichiarato: "Ogni volta che incontriamo un nuovo paziente con sintomi di SM, dobbiamo chiederci quanto tempo questo è andato avanti. "

10 Segni e sintomi precoci di demenza negli uomini
Settimana del nastro rosso (23-31 ottobre): campagna di sensibilizzazione contro alcol, tabacco, droga e violenza

Lascia Il Tuo Commento