Farmaci per sclerosi multipla possono innalzare i livelli di anticorpi del virus JC, portando a un'infezione cerebrale fatale
Organi

Farmaci per sclerosi multipla possono innalzare i livelli di anticorpi del virus JC, portando a un'infezione cerebrale fatale

La sclerosi multipla può aumentare il rischio di un virus di John Cunningham (JCV) con conseguente infezione fatale al cervello. Lo studio ha rilevato che i pazienti con sclerosi multipla che assumono natalizumab possono avere un rischio 10 volte maggiore di sviluppare un biomarker che indica il rischio di un'infezione mortale del cervello nota come leucoencefalopatia multifocale progressiva (PML).

La PML è una condizione rara che causa danni alla sostanza bianca nel cervello. La causa di PML è virus John Cunningham, che è generalmente tenuto sotto controllo dal sistema immunitario. Negli individui con un sistema immunitario indebolito, il virus John Cunningham può causare problemi e complicanze. I ricercatori hanno scoperto che i pazienti con sclerosi multipla che assumono natalizumab sono a più alto rischio di sviluppare complicanze associate a JCV.

L'autore senior Heinz Wiendl ha dichiarato: "Un aumento dei livelli di anticorpi anti-JCV potrebbe significare un aumento del rischio di PML."

I ricercatori hanno esaminato gli esami del sangue per monitorare gli anticorpi anti-JCV in 525 persone in Germania nel corso di 15 mesi e in 711 persone in Francia nel corso di due anni. Tutti i partecipanti hanno avuto sclerosi multipla e stavano assumendo natalizumab.

Il tasso annuale di conversione da anti-JCV negativo a anti-JCV positivo era del 10% per i tedeschi e del 9% per i francesi. Entrambi i risultati sono molto più alti del tasso annuale dell'1% tra la popolazione generale e i pazienti con sclerosi multipla che non assumono il farmaco in questione.

Adil Javed dell'Università di Chicago nell'Illinois ha scritto in un editoriale di accompagnamento, "Sebbene anti Gli anticorpi JCV erano presenti ad un livello più alto, non significa necessariamente che un individuo possa avere la PML. Il rischio di PML nelle persone positive al JCV trattate per la sclerosi multipla con natalizumab senza precedente terapia immunosoppressiva è di una su 1.000 persone. Il rischio di un attacco di sclerosi multipla nei pazienti non trattati è di una persona su due. "

Wiendle ha aggiunto:" È importante che le persone con sclerosi multipla che assumono natalizumab parlino con il proprio medico prima di apportare modifiche al loro trattamento. Tuttavia, questo studio mostra che gli anticorpi anti-JCV possono servire come utile biomarcatore. Sembra che Natalizumab aumenti i livelli di anticorpi anti-JCV e questo livello più alto potrebbe essere associato a un più alto rischio di PML. I risultati di questo studio sottolineano la necessità di monitorare frequentemente gli anticorpi anti-JCV nelle persone trattate con natalizumab per la sclerosi multipla. "

Il virus di John Cunningham e i rischi per i pazienti con SM

virus John Cunningham è abbastanza comune negli Stati Uniti, con dal 70 al 90 percento della popolazione che vive con JCV. La maggior parte dei portatori di JCV non saprà mai di avere il virus e non sperimenterà alcun sintomo o effetto collaterale associato. I pazienti con sclerosi multipla hanno un rischio più elevato di sviluppare complicazioni correlate a JCV, sia a causa della sclerosi multipla stessa o perché il loro sistema immunitario è indebolito dai farmaci.

JCV può essere trasportato nel cervello dove può causare un'infezione - PML. Quando la sostanza bianca viene infettata dal virus, attacca le cellule che producono la mielina, togliendo così le cellule nervose dal loro rivestimento protettivo e esponendole a danni di conseguenza.

JCV spesso causa complicazioni in individui con sistema immunitario indebolito, rendere i pazienti con sclerosi multipla il bersaglio perfetto. Non solo i pazienti con sclerosi multipla assumono spesso immunosoppressori, ma il loro sistema immunitario è spesso compromesso a prescindere, semplicemente a causa della stessa sclerosi multipla.

Esiste un test approvato dalla FDA che può controllare JCV. Se hai la sclerosi multipla, specialmente se stai assumendo determinati farmaci che potrebbero compromettere il tuo sistema immunitario, puoi sottoporti a un test di routine per JCV per determinare il rischio di PML.

Letture correlate:

Sintomi di sclerosi multipla vertigini e vertigini possono causare vertigini, falsa sensazione di spinning

La sclerosi multipla (SM) sintomi vertigini e vertigini possono causare vertigini e sensazione di rotazione. La vertigine è una sensazione di essere girati, fermarsi e avere le sensazioni residue di rotazione anche se non si sta muovendo. La vertigini può essere sperimentata da chiunque, ma si riscontra un sintomo comune nella sclerosi multipla che colpisce quasi il 20% dei pazienti.

La sclerosi multipla può raddoppiare il rischio di mortalità precoce nei pazienti più giovani, studi dello studio

La sclerosi multipla può raddoppiare precocemente rischio di mortalità per i pazienti più giovani, rispetto ai soggetti senza sclerosi multipla (SM). La ricerca ha rilevato che il rischio di mortalità precoce per i pazienti con SM più giovani è del 59% maggiore rispetto a quelli senza la condizione.

Fonti:
//www.aan.com/PressRoom/home/PressRelease/1429
//www.healthline.com/health/multiple-sclerosis/jc-virus-risks-for-ms-patients#1

Dipendenza da Internet e smartphone trovata per creare squilibrio chimico del cervello
Rischio di sclerosi multipla più elevato nelle donne colpite da rosacea: Studio

Lascia Il Tuo Commento