Sclerosi multipla e prevalenza di disturbi del sonno, crisi epilettiche
Organi

Sclerosi multipla e prevalenza di disturbi del sonno, crisi epilettiche

I disturbi del sonno e le convulsioni epilettiche sono di maggiore prevalenza in quelli con sclerosi multipla. La sclerosi multipla è una malattia cronica che colpisce il sistema nervoso. Diversi studi hanno dimostrato una maggiore prevalenza di altri disturbi co-morbosi in quelli con sclerosi multipla, inclusi disturbi del sonno e convulsioni epilettiche.

Uno studio ha condotto una revisione su larga scala di altre ricerche riguardanti la sclerosi multipla, i disturbi del sonno e le crisi epilettiche. Hanno valutato 32 studi riguardanti i sequestri e 18 studi che coinvolgono disturbi del sonno. La prevalenza di convulsioni in pazienti con sclerosi multipla era del 2,28% e i disturbi del sonno erano dell'1,6% per la narcolessia, del 14,5-57,5% per la sindrome delle gambe senza riposo, 2,22 - 3,2% per il disturbo del comportamento REM e 7,14 - 58,1% per l'apnea ostruttiva del sonno. la revisione della letteratura ha rivelato che ci sono maggiori casi di disturbi del sonno e convulsioni in quelli con sclerosi multipla. La revisione ha riconosciuto lacune nella ricerca e ha identificato che oltre all'Europa centrale e al Nord America, molte regioni del mondo non comprendono ancora la sclerosi multipla.

Sclerosi multipla e convulsioni

I pazienti con sclerosi multipla (SM) sono a più alto rischio di sperimentare convulsioni rispetto al pubblico in generale. Una crisi è anormale o eccessiva attività elettrica nel cervello, e l'epilessia è un termine che comporta più convulsioni non causate da fattori comuni.

Le convulsioni comuni vissute da pazienti affetti da SM sono indicate come crisi tonico-cloniche o crisi parziali semplici o complesse

Le crisi tonico-cloniche si riferiscono a una persona che perde coscienza e che i muscoli si irrigidiscono insieme alle convulsioni, vale a dire quando i muscoli si stringono e si allentano.

Con semplici attacchi la persona non perde conoscenza ma può sentirsi "fuori". I loro sensi di base possono essere alterati, come il gusto o la vista, ei muscoli possono iniziare a contrarsi. Nelle crisi parziali complesse, la coscienza non è ancora persa, ma la persona può perdere la consapevolezza e non ricordare cosa è accaduto durante quel periodo.

Solo l'1% della popolazione generale soffre di convulsioni, rispetto al due o tre percento della sclerosi multipla pazienti.

Sclerosi multipla e disturbi del sonno

Si stima che l'80% dei pazienti affetti da SM soffra di affaticamento, che può avere molte cause. È abbastanza comune per chi soffre di SM soffrire di disturbi del sonno. La sindrome delle gambe senza riposo è la più comune, seguita da apnea notturna, nicturia (iperattiva della notte), narcolessia e insonnia.

L'affaticamento può peggiorare i sintomi della sclerosi multipla, ed è per questo che è della massima importanza risolvere i problemi del sonno e disturbi. I sintomi della sclerosi multipla includono:

Compromissione visiva

  • Effetti muscolari
  • Sintomi sensoriali, come intorpidimento o formicolio
  • Problemi di coordinazione e equilibrio
  • Intestino, vescica e disfunzione sessuale
  • Anomalie cognitive
  • Disturbi dell'umore
  • Disturbi del sonno
  • Convulsioni
  • Migliora il sonno con SM

A seconda della causa della tua mancanza di sonno, parlare con il medico può offrire informazioni sui metodi di trattamento. Ad esempio, se hai apnea notturna, possono prescrivere l'uso di un dispositivo CPAP, che fornisce aria continua per prevenire l'interruzione della respirazione. Ecco alcuni suggerimenti che possono aiutarti a dormire bene con la sclerosi multipla.

Attacca con un programma di sonno - prova ad addormentarti e svegliati allo stesso tempo.

  • Limita lunghi periodi di seduta o sdraiati.

  • Esercizio quotidiano.
  • Prendi più luce naturale possibile.
  • Limita i sonnellini lunghi durante il giorno.
  • Segui la routine della buonanotte.
  • Evitare stimolanti come caffeina o alcool prima di andare a letto.
  • Limitare i pasti prima di andare a letto
  • Non fare attività fisica prima di andare a dormire.
  • Per non guardare la TV o utilizzare dispositivi elettronici vicino al momento di coricarsi o nel letto.
  • Riduci lo stress e allontana lo stress dalla camera da letto.
  • Crea un'atmosfera pacifica in cui dormire - assicurati che la stanza non sia troppo calda o fredda e che sia buio.
  • Opzioni di trattamento per gli attacchi in MS

Le convulsioni possono essere debilitanti e pericolose, specialmente se si è soli. Le opzioni di trattamento per le crisi in quelle con SM comportano l'uso di farmaci per prevenire e ridurre il rischio di convulsioni. I cambiamenti dietetici e il biofeedback si sono dimostrati efficaci, ma dovrebbero essere discussi con il vostro medico o dietologo.

Al fine di assumere il controllo delle crisi, è importante potenziare se stessi. Puoi farlo tenendo un diario delle crisi e monitorando la frequenza e l'intensità di ogni episodio. Inoltre, documenta le impostazioni e le modifiche che potresti aver apportato nella giornata in merito all'attività fisica, alla dieta o persino ai farmaci: tutte informazioni utili da inoltrare al medico. Infine, indossare un braccialetto medico è efficace se sei sempre solo o in pubblico, quindi le persone possono essere informate delle tue condizioni e trattarti di conseguenza.

Evita questi cibi se vuoi dormire bene la notte
Mese per la consapevolezza dell'alcol: alcol e perdita di memoria, cardiomiopatia alcolica, dolore ai reni dopo aver bevuto alcol

Lascia Il Tuo Commento