Tachicardia atriale multifocale: cause, sintomi e trattamento
Salute

Tachicardia atriale multifocale: cause, sintomi e trattamento

tachicardia atriale multifocale (MAT) è una patologia cardiaca caratterizzata da un battito cardiaco irregolare veloce, altrimenti noto come aritmia. Il paziente presenterà un battito cardiaco più veloce di 100 battiti al minuto (bpm) - in alcuni casi raggiungendo un massimo di 250 bpm - che è più del doppio della frequenza normale. Questo è causato da diversi siti di competere attività atriale o di un'anomalia nei segnali di essere ricevuti dalle diverse aree del cuore.

Prevalenza delle tachicardia atriale multifocale

La prevalenza di atriale multifocale tachicardia è dipende dal sesso e dall'età del paziente. Si verifica più spesso nei maschi rispetto alle donne e nei pazienti anziani prevalentemente. Una media presa da nove diversi studi su MAT ha mostrato la più alta prevalenza in pazienti di età superiore ai 70. La tachicardia atriale multifocale si verifica più spesso in pazienti con più problemi medici e compare solo nello 0,05-0,32% dei pazienti in ospedale.

Quali sono le cause e i sintomi della tachicardia atriale multifocale?

La tachicardia atriale multifocale è principalmente causata da una maggiore condizione medica di base. Alcune delle condizioni che possono portare a MAT includere polmonite batterica, embolia polmonare, insufficienza polmonare, il cancro del polmone, malattia polmonare ostruttiva cronica, insufficienza cardiaca congestizia, malattia coronarica, azotemia, ipopotassiemia e ipomagnesiemia.

Ci sono anche alcuni fattori ciò può portare ad un aumentato rischio di MAT. Questi includono la malattia coronarica, il diabete mellito, la sepsi e un sovradosaggio di farmaci per il trattamento dell'asma. MAT è anche più probabile che si verifichino in pazienti con condizioni post-chirurgiche, in particolare entro le prime sei settimane dopo l'intervento chirurgico.

Nella maggior parte dei casi, non vi sono sintomi di tachicardia atriale multifocale presente. Se i sintomi sono presenti, possono variare notevolmente in gravità a seconda dell'età del paziente. I sintomi comprendono senso di oppressione o di pressione al torace, aumento della frequenza cardiaca, respiro corto, episodi sincopali, e vertigini.

Come è tachicardia atriale multifocale diagnosticato?

Il più delle volte, a multifocali atriale risultati di diagnosi tachicardia dalla diagnosi della condizione medica sottostante associata al MAT del paziente. Gli esami fisici sono spesso inconcludenti e non possono distinguere tra MAT e fibrillazione atriale o altre condizioni cardiache. Una diagnosi di malattia polmonare ostruttiva cronica è osservabile in circa il 60% dei pazienti con tachicardia atriale multifocale. C'è anche un legame sostanziale tra MAT e malattie cardiache, spesso insieme a malattia polmonare ostruttiva cronica.

Per differenziare MAT da altre malattie cardiache, è necessaria un'elettrocardiografia (ECG). Un ECG di un paziente con MAT mostrerà frequenze ventricolari superiore a 100 bpm,

La diagnosi differenziale di MAT

Ottenere una diagnosi differenziale di MAT comprende escludere flutter atriale e fibrillazione atriale. Una distinzione conclusiva di MAT dalla fibrillazione atriale è cruciale per determinare il seguente piano di trattamento. Le due condizioni differiscono notevolmente nel modo in cui vengono trattate. MAT può anche essere diagnosticata erroneamente come tachicardia ventricolare se il MAT ha aberrazione o se il paziente ha un blocco di branca preesistente. V'è anche la possibilità che MAT può essere interpretato come tachiaritmie strette complessi o stretta ampio con contrazioni atriali premature coerenti.

Trattamento e la prognosi di tachicardia atriale multifocale

Come MAT è spesso legata a un'altra condizione medica in stesso paziente, il suo trattamento dipende generalmente dal trattamento dell'altra questione. Nel raro caso in cui MAT si presenti da solo, i beta-bloccanti e i bloccanti dei canali del calcio possono essere utilizzati per il trattamento degli impulsi elettrici irregolari che definiscono MAT. Se i farmaci sono inefficaci, un'altra opzione è la rimozione chirurgica dei tessuti che causano le irregolarità. I pazienti sottoposti a questo tipo di chirurgia richiedono in genere un impianto di pacemaker in seguito per controllare la frequenza cardiaca.

La tachicardia atriale multifocale è raramente fatale da sola, ma anche raramente si presenta senza una causa sottostante. Vi è un tasso di mortalità del 45 percento associato a MAT a causa dell'elevata frequenza delle diagnosi di comorbilità. Il tasso di sopravvivenza del paziente ha un legame più alto con il trattamento della condizione sottostante rispetto al MAT di accompagnamento. Se la condizione medica associata viene trattata correttamente, MAT si risolverà spesso.

MAT è una condizione cardiaca che causa un battito cardiaco irregolare di oltre 100 bpm. Ciò è causato da impulsi elettrici inviati da più aree del cuore allo stesso tempo. È raro che MAT si sviluppi da solo ed è spesso un sintomo di una condizione medica di base. La maggior parte dei pazienti non mostra alcun sintomo di MAT, ma ci sono alcune condizioni causali e fattori di rischio di cui essere a conoscenza.

È importante che MAT abbia una diagnosi corretta in modo che possa essere adeguatamente trattata. Spesso scompare quando il problema di salute di base è stato identificato e trattato. È raro che MAT sia in pericolo di vita, ma è spesso associato ad altri disturbi potenzialmente letali.

Il magnesio riduce il rischio di ictus
Health shake è il nuovo frappè (5 ricette da provare)

Lascia Il Tuo Commento