Il vaccino antinfluenzale più efficace sviluppato
Salute

Il vaccino antinfluenzale più efficace sviluppato

I ricercatori della Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health hanno sviluppato un vaccino antinfluenzale in spray nasale che è più efficace tra coloro di età inferiore ai due anni e oltre i 49 anni. Entrambi questi gruppi attualmente non sono approvati per la somministrazione nasale del vaccino antinfluenzale.

I vaccini spray nasali proteggono attualmente da tali ceppi influenzali come i ceppi A dell'influenza (H1N1 e H3N2) e due virus influenzali B. Secondo i Centers for Disease Control and Prevention alcune prove dimostrano che i vaccini antinfluenzali spray nasale sono più efficaci nei bambini più piccoli rispetto a ottenere un'iniezione.

I ricercatori hanno scoperto che il virus influenzale indebolito trovato nel vaccino spray nasale può essere ulteriormente indebolito per sostenere la salute dei bambini più piccoli o rafforzati per quelli di età superiore ai 49 anni.

L'autore dello studio principale, Andrew Pekosz, ha affermato: "Pensiamo di poter utilizzare i nostri approcci di progettazione molecolare e razionale per realizzare un vaccino antinfluenzale migliore per le persone chi ne ha davvero bisogno. Possiamo farlo in modo sofisticato e accurato, non in modo cieco, il che è il modo in cui questi vaccini vengono abitualmente sviluppati. "

Esistono attualmente vaccini ad alto dosaggio per gli anziani, in quanto i vaccini contro l'influenza tendono ad essere meno efficaci in individui più anziani. Invecchiando i nostri corpi si creano più anticorpi nel tratto nasale mentre sperimentiamo molti diversi ceppi dell'influenza nel corso degli anni. Ecco perché i virus influenzali indeboliti non vengono utilizzati negli anziani.

Pekosz ha evidenziato che i vaccini attuali non sono altrettanto efficaci negli anziani e spera che il nuovo vaccino spray nasale offrirà una protezione migliore. Gli anziani sono a più alto rischio di contrarre l'influenza e inoltre presentano complicazioni a volte gravi.

Sebbene i bambini di età superiore ai sei mesi possano ricevere la versione iniettabile del vaccino antinfluenzale, è ancora consigliabile che la versione nasale sia più efficace. Permettere ai bambini di età inferiore ai due anni di ricevere un vaccino nasale aggiungerà ulteriore protezione contro i ceppi influenzali.

Con l'uso di cellule del tratto nasale, i ricercatori hanno studiato il ceppo indebolito del virus dell'influenza trovato nello spray nasale e ne hanno confrontato il comportamento con il virus dell'influenza attuale. I ricercatori hanno scoperto che il virus dell'influenza indebolito si comporta in modo diverso rispetto a una volta ricercato. Ricerche precedenti hanno mostrato che le cellule infettate dal virus inviano particelle innocue non infettive che vengono prelevate dalle cellule immunitarie e vengono attaccate per creare anticorpi. La nuova ricerca suggerisce che questa risposta non è così forte come una volta creduto.

Il nuovo prodotto si chiamerà FluMist e contiene nove mutazioni del virus dell'influenza. Gli aggiustamenti alle mutazioni possono aiutare a determinare un vaccino più forte e uno più debole sia utile per i bambini piccoli che per gli adulti più anziani.

I ricercatori sperano nel loro nuovo prodotto e credono che se tutto va bene possiamo cominciare a vedere la nuova opzione di vaccino antinfluenzale come presto da sei mesi a un anno.

Lo studio è stato pubblicato su Vaccino .

Fonti:
//www.jhsph.edu/

Bio-fortificazione della frutta previene la cecità
Malattia di Lyme trasmessa da zecche segnalate in quasi la metà di tutte le contee

Lascia Il Tuo Commento