Più consumatori acquistano localmente comunità
Salute

Più consumatori acquistano localmente comunità

Ricercatori dell'Università dell'Iowa hanno scoperto che più americani acquistano i loro prodotti a livello locale e dai mercati contadini, non necessariamente perché credono che sia il cibo migliore, ma perché vogliono sapere chi sta coltivando il cibo. Inoltre, la loro spinta a mangiare localmente li fa sentire più collegati alla loro comunità e vogliono condividere la loro passione per una vita sana con gli altri.

L'autore corrispondente dello studio Ion Vasi ha dichiarato: "Non si tratta solo dello scambio economico; È anche uno scambio relazionale e ideologico. "

Da un punto di vista sociologico l'idea di acquistare cibo localmente può essere definita un" mercato moralizzato ". I consumatori combinano i loro valori economici e sociali e, come hanno sottolineato i ricercatori, i mercati alimentari sono più probabile che si sviluppi in aree in cui le persone si impegnano a partecipare civicamente, alla salute e all'ambiente. Anche i mercati degli agricoltori e le cooperative alimentari appaiono più nelle città con livelli di istruzione superiore, redditi più alti e più scuole da frequentare per l'apprendimento superiore. La co-autrice Sara Reyes ha dichiarato: "Sociologi e politologi hanno sostenuto che un reddito più elevato consente alle persone di prendere decisioni di consumo basate su valori, oltre a questioni di prezzo o valore."

Vasi ha aggiunto: "Si tratta di valutare il rapporto con gli agricoltori e le persone che producono il cibo e credono che il modo in cui producono il cibo si allinea con i tuoi valori personali. "

Per lo studio, i mercati alimentari locali sono stati esaminati dal numero di mercati degli agricoltori, cooperative alimentari, comunità sostenute fornitori di agricoltura e ristoranti locali. Più di 40 interviste sono state condotte con consumatori e produttori in diversi mercati in Iowa e New York.

Storicamente, i mercati degli agricoltori erano considerati "condannati" in quanto i cambiamenti nella società semplicemente non li avrebbero più richiesti. Nel 1971 c'erano 340 mercati di agricoltori in America, ma molti di loro non erano gestiti da agricoltori - solo rivenditori.

Nel corso di 20 anni il numero dei mercati degli agricoltori ha ripreso a salire. Tra il 1992 e il 2007 è stato osservato un salto triplo nelle vendite di prodotti diretti a beni di consumo. Inoltre, i mercati degli agricoltori quotati nel National Farmers Market dell'USDA sono aumentati da 3.706 nel 2004 a 8.268 nel 2014. Ricerche su internet e articoli di giornale hanno visto un aumento della promozione e menzione dei mercati degli agricoltori.

Molti si sono chiesti cosa ha scatenato il boom e ricercatori suggeriscono che con l'aumento dei negozi big-box è arrivata una spinta a comprare localmente ancora una volta. Uno studio alternativo ha suggerito: "Un numero crescente di comunità ha tentato di ottenere il controllo delle proprie economie incoraggiando l'impegno civico che sostiene gli investimenti in imprese di proprietà locale invece che in società esterne."

I risultati sono stati presentati all'American Sociology Association Annual riunione a Chicago.

Fonti:
//now.uiowa.edu/2015/08/food-community

Scoppio del virus Zika 2016, punture di zanzara, insetticidi e altro
Farmaco comune per la pressione del sangue per migliorare la sopravvivenza del cancro

Lascia Il Tuo Commento