Un modesto aumento della pressione arteriosa legato a un più alto rischio di insufficienza cardiaca, morte: Studio
Salute

Un modesto aumento della pressione arteriosa legato a un più alto rischio di insufficienza cardiaca, morte: Studio

Un modesto aumento della pressione sanguigna tra gli anziani è stato collegato a un più alto rischio di insufficienza cardiaca e morte. Le letture raccomandateper persone sane oltre i 60 anni sono state recentemente modificate dal Joint National Committee (JNC) da 140/90 mm Hg a meno di 150/90 mm Hg. L'impatto di queste nuove linee guida sugli afroamericani non è chiaro a causa di dati insufficienti disponibili.

L'autore principale dello studio Tiffany C. Randolph ha spiegato, "Considerato che gli obiettivi di pressione arteriosa non sono raggiunti fino al 50% della pratica clinica, i fornitori potrebbero voler procedere con cautela nella liberalizzazione di questi obiettivi in ​​un gruppo a più alto rischio di tutti gli effetti a valle di ipertensione, come infarto, ictus e malattia renale cronica. "

I ricercatori hanno analizzato pressione arteriosa e rischio di ospedalizzazione e morte per insufficienza cardiaca in 5.280 pazienti afroamericani con un'età media di 56 anni.

I ricercatori hanno scoperto che una pressione arteriosa sistolica maggiore era associata a un più alto rischio di morte e insufficienza cardiaca. Con un aumento di 10 mm di Hg, il rischio di morte aumentava del 12 percento. Il rischio di morte era il più alto tra i pazienti sotto i 60 anni. Per questo gruppo di età, ogni 10 mm di Hg di pressione arteriosa provocava un aumento del rischio di morte del 26%.
Randolph ha aggiunto, "Questo studio osservazionale dovremmo chiederci se le attuali linee guida JNC hanno identificato l'obiettivo ottimale per il controllo della pressione arteriosa nella popolazione afroamericana. Per rispondere pienamente a questa domanda, avremo bisogno di ulteriori ampi studi randomizzati e controllati che arruolino una popolazione diversificata. Fino ad allora, i fornitori dovranno continuare a valutare i rischi e lavorare con i pazienti per stabilire gli obiettivi della pressione sanguigna sulla base di tutti i dati disponibili e le preoccupazioni dei singoli pazienti. "

L'ipertensione sta diventando una condizione sempre più comune, contribuendo a varie minacce per la vita condizioni, come malattie cardiache, infarto e ictus. La corretta gestione dell'insufficienza cardiaca è importante per ridurre il rischio di complicanze cardiovascolari, questo può essere fatto con cambiamenti dello stile di vita come mangiare bene, perdere peso, gestione di altre condizioni di salute ed esercizio regolare.

Perché è così importante controllare l'udito
L'intossicazione alimentare può diventare un'emergenza - Tecniche di prevenzione superiore

Lascia Il Tuo Commento