Danni cognitivi lievi non legati all'anestesia: Studio
Organi

Danni cognitivi lievi non legati all'anestesia: Studio

In un recente studio condotto Lo studio Mayo Clinic che ha coinvolto persone di oltre 40 anni che hanno ricevuto l'anestesia, i ricercatori hanno scoperto che lo sviluppo di una lieve compromissione cognitiva MCI) in seguito non aveva nulla a che fare con l'anestesia.

Il deterioramento cognitivo lieve è più critico rispetto alla normale età correlata declino cognitivo, ma non così critico come la demenza. I risultati dello studio possono essere ottenuti da Mayo Clinic Proceeding s (numero di febbraio).

È ben documentato il fatto che i pazienti anziani possono sviluppare delirio post-anestesia, ma questa condizione di solito viene risolta in un pochi giorni, o al massimo, un paio di settimane. L'obiettivo di questo studio era di determinare se l'anestesia chirurgica può portare a un declino cognitivo più prolungato.
Per lo studio, i ricercatori hanno seguito 1.731 pazienti maschi e femmine, di età compresa tra 70 e 89. Tutti questi pazienti erano cognitivamente normali come di ottobre 2004; le capacità cognitive dei pazienti sono state valutate ogni 15 mesi. Tra le persone seguite, l'85% ha ricevuto un'anestesia chirurgica almeno una volta dopo i 40 anni. E il 31% del gruppo ha sviluppato un lieve deterioramento cognitivo durante il periodo di valutazione dello studio.

I ricercatori hanno notato che anche un lieve deterioramento cognitivo non era legato all'esposizione per anestesia per chirurgia dopo i 40 anni, non potevano essere definitivi quando si trattava di anestesia chirurgica dopo i 60 anni, soprattutto nei pazienti sottoposti a chirurgia vascolare.

I ricercatori non sono stati completamente sorpresi perché c'è una crescente evidenza che i problemi vascolari che conducono per ictus potrebbe portare a declino cognitivo. E in questi casi potrebbe non essere l'anestesia che è il colpevole.

Secondo David O Warner, MD, un anestesista della Mayo Clinic, e l'autore senior dello studio, il take-out finale dello studio è che lì

Queste scoperte aggiungono un impulso a uno studio precedente di Mayo che ha dimostrato che i pazienti più anziani che ricevono anestesia hanno lo stesso rischio di sviluppare demenza rispetto a persone della stessa età che hanno fatto lo sviluppo di un disturbo cognitivo lieve ed esposizione ad anestesia chirurgica. non si riceve l'anestesia.

Tuttavia, all'estremo opposto della fascia di età, i ricercatori di Mayo stanno vedendo un declino cognitivo (problemi con l'apprendimento e la memoria più avanti nella vita) quando i bambini piccoli sono esposti all'anestesia. Tuttavia, i suoi primi giorni ancora, e le scoperte non sono affatto stabilite. Anche se questo viene stampato, vengono fatti altri studi per vedere se questo è davvero un problema nei bambini che ricevono l'anestesia, e se c'è un problema, qual è il modo migliore per affrontarlo.

Fonti:
//www.eurekalert.org/pub_releases/2016-01/mc-sfn011316.php

Cirrosi epatica: aspettativa di vita e stadi
Meditazione e cosa può fare per la salute del cervello

Lascia Il Tuo Commento