Emicrania legata alle lacrime nelle arterie del collo, può aumentare il rischio di ictus
Organi

Emicrania legata alle lacrime nelle arterie del collo, può aumentare il rischio di ictus

Una nuova ricerca ha scoperto un collegamento tra emicrania e il rischio di lacrime arteriose nel collo - un fattore che può aumentare il rischio di ictus. Le lacrime alle arterie del collo sono conosciute come dissezione arteriosa, e mentre è stata trovata una relazione tra questa condizione e l'emicrania, la probabilità di svilupparla è ancora considerata bassa. Mentre dolorose, le emicranie sono generalmente benigne e non causano alcun danno a lungo termine o duraturo.

Lo studio ha esaminato 2.500 pazienti con ictus di età compresa tra 18 e 45 anni, il 13% dei quali ha sofferto di ictus correlato a lacrime arteriose. Questo 13 percento era anche più probabile che avesse livelli elevati di colesterolo, diabete e fumo. I ricercatori hanno analizzato lo schema delle emicranie in relazione alle lacrime e all'ictus della nave e hanno scoperto che le lacrime erano più frequenti nei pazienti che soffrivano di emicranie senza aura.

In termini di emicrania, l'aura è definita come i cambiamenti sensoriali provocati dalla condizione lampi di luce, disturbi della vista e formicolio nelle mani o faccia. Questi cambiamenti possono verificarsi prima dell'inizio di un'emicrania o durante il suo decorso. I pazienti che soffrivano di emicrania senza aura avevano 1,7 volte più probabilità di avere una dissezione arteriosa nel collo e, di conseguenza, un aumentato rischio di ictus. Anche gli uomini di età compresa tra 39 e più giovani sperimentavano più le lacrime e gli ictus successivi.
Poiché lo studio era osservativo, non vi era alcuna causalità determinata tra emicrania, lacrime e arterie, piuttosto si osservava una relazione tra questi tre fattori. Il dott. Alessandro Pezzini, autore dello studio, ha spiegato: "Non possiamo dire nulla sull'esistenza di una relazione di causa-effetto tra emicrania e dissezione arteriosa". Il dott. Pezzini e i suoi colleghi ipotizzano che la relazione possa essere dovuta a emicranie e lacrime arteriose che potenzialmente hanno una base genetica simile o sono collegate a un'anormalità sottostante che predispone un individuo ad entrambe le condizioni.

In circa la metà dei casi, non è stato riscontrato alcun trigger per le lacrime delle arterie. Tuttavia, la causa più comune è il trauma sperimentato da un colpo di frusta, una manipolazione chiropratica errata o una lesione legata allo sport. Il dott. Patrick Lyden, che ha scritto un editoriale per accompagnare lo studio, suggerisce che coloro che soffrono di emicrania dovrebbero evitare attività che li mettono a rischio di dissezione arteriosa come il sollevamento di carichi pesanti. Raccomanda anche che nel caso di un incidente che coinvolga colpo di frusta o lesioni al collo, i pazienti con emicrania dovrebbero prendere l'aspirina in quanto è un diluente del sangue delicato. Infine, il Dr. Lyden sottolinea l'importanza di conoscere i segni di ictus e di garantire che i servizi di emergenza vengano contattati immediatamente se i sintomi si sviluppano.

Perché il rischio di cadute aumenta con l'età
Il trucco scientifico di Harvard: il cibo sano diventa irresistibile?

Lascia Il Tuo Commento