Il metabolita prodotto dai batteri dell'intestino può proteggere dal diabete di tipo 2
Malattie

Il metabolita prodotto dai batteri dell'intestino può proteggere dal diabete di tipo 2

Il diabete è una malattia diffusa e 415 milioni di persone in tutto il mondo si stima che abbiano la forma adulta della malattia. Il diabete è noto per raddoppiare il rischio di morte precoce di una persona, con circa 1,5-5 milioni di decessi all'anno attribuiti alla malattia. Tuttavia, un nuovo studio dell'Università della Finlandia orientale promette che un batterio intestinale può proteggere da questa afflizione mortale.

Lo studio in questione ha identificato un batterio nell'intestino che produce un metabolita chiamato acido indolepropionico, che protegge dal diabete di tipo 2. È stato scoperto che questa particolare produzione di metaboliti veniva potenziata da diete ricche di fibre, fornendo ulteriori informazioni sul ruolo dei batteri intestinali e sulla relazione tra dieta, metabolismo e salute.

Lo studio, pubblicato in Rapporti scientifici , è stata una collaborazione con un gran numero di partner provenienti da istituti di ricerca finlandesi e svedesi. Gli esperimenti sono stati condotti presso il Centro Metabolomico LC-MS dell'Università della Finlandia Orientale.

I ricercatori hanno confrontato due gruppi partecipanti allo studio finlandese sulla prevenzione del diabete che, all'inizio, erano sovrappeso e avevano una ridotta tolleranza al glucosio. Sono stati studiati duecento partecipanti con intolleranza al glucosio per determinare chi ha sviluppato il diabete di tipo 2 entro i primi cinque anni e chi lo ha sviluppato entro un follow-up di 15 anni. Le differenze sono state poi analizzate tra i due gruppi mediante analisi metabolomica non target.
I ricercatori hanno visto differenze nei profili metabolici di coloro che hanno sviluppato il diabete di tipo 2 e quelli che non lo hanno, in particolare nella concentrazione di acido indolepropionico e alcuni metaboliti lipidici. Le alte concentrazioni di acido indolepropionico sono state scoperte per avere effetti protettivi contro lo sviluppo del diabete di tipo 2, secondo i ricercatori. È visto per essere presente in quantità elevate in coloro che hanno diete piene di cereali integrali e fibre. La sua presenza in alte concentrazioni sembrava anche promuovere la secrezione di insulina da parte delle cellule beta pancreatiche, spiegando possibilmente il suo effetto protettivo.
Inoltre, questa associazione tra acido indolepropionico e rischio di diabete è stata studiata in altri due set di dati basati sulla popolazione e acido indolepropionico
"Studi precedenti hanno anche collegato i batteri intestinali con il rischio di malattia nelle persone in sovrappeso.I nostri risultati suggeriscono che l'acido indolepropionico può essere un fattore che media l'effetto protettivo della dieta e dei batteri intestinali, "ha detto il ricercatore accademico Kati Hanhineva dell'Università della Finlandia orientale.

Lo studio finlandese sulla prevenzione del diabete è stato il primo studio randomizzato controllato sull'intervento sullo stile di vita per dimostrare che il diabete di tipo 2 può essere prevenuto dai cambiamenti dello stile di vita.

Diabete di tipo 2 legato al rischio di cancro esofageo nei pazienti con esofago di Barrett
Questo alimento potrebbe ridurre notevolmente i rischi per il diabete

Lascia Il Tuo Commento