Vampate di calore in menopausa e sudorazioni notturne: ruolo dei geni, cause e prevenzione
Rimedi Naturali

Vampate di calore in menopausa e sudorazioni notturne: ruolo dei geni, cause e prevenzione

Le vampate di calore della menopausa e la sudorazione notturna possono rendere insopportabile la vita nella tua stessa pelle. Il calore costante e la sudorazione possono essere scomodi e rendere il sonno abbastanza difficile.

Una vampata di calore è un'improvvisa sensazione di calore, a volte seguita da arrossamento e sudorazione. La causa delle vampate di calore è ancora sconosciuta, ma tendono a essere un sintomo comune della menopausa. Alcuni medici ritengono che si verifichino vampate di calore a causa di cambiamenti nella circolazione. Per quanto tempo durerà un flash caldo è diverso per ogni donna.

Recenti ricerche presentate all'American Menopause Society 2015 Annual Meeting ha ora collegato i geni a vampate di calore.

Ruolo dei geni nelle vampate di calore della menopausa

I ricercatori hanno ha scoperto che le donne in postmenopausa che hanno una variante genetica per il recettore tachichinina 3 hanno maggiori probabilità di manifestare sintomi come vampate di calore e sudorazioni notturne. La ricercatrice principale, Carolyn Crandall, M.D., ha dichiarato: "Sebbene questi risultati non siano conclusivi, perché ancora non comprendiamo chiaramente la biologia responsabile dei sintomi vasomotori, questi risultati aprono nuove vie per indagare i meccanismi biologici alla base dei sintomi. Se altri studi confermano un ruolo per il recettore tachichinina 3, questi risultati potrebbero portare a nuovi bersagli farmacologici per aiutare a gestire i sintomi vasomotori gravi. "

La ricerca è stata condotta con un ampio studio genomico per trovare marcatori nel DNA e variazioni geniche. Il Dr. Crandall ha aggiunto: "A nostra conoscenza, questo è il primo studio su tutto il genoma che ha studiato la variazione genetica in relazione ai sintomi vasomotori in un'ampia coorte di donne in postmenopausa negli Stati Uniti."

Lo studio ha coinvolto una linea di base 17.695 campioni di genotipo di donne arruolate nei tre studi genetici di Women's Health Initiative. Più di 19 milioni di polimorfismi a singolo nucleotide (SNPs) sono stati valutati.

Hanno trovato che il 39,3% delle donne ha riferito di usare la terapia ormonale e il 19% ha riferito di ovariectomia bilaterale.

Dr. Crandall ha aggiunto: "Le mutazioni in questo gene del recettore tachichinina 3 causano una sottostimolazione del GNRH, portando a un ipogonadismo negli studi sugli animali, quindi sembra avere un senso biologico. Tuttavia, questo è il primo studio sull'associazione genome-wide, quindi dobbiamo essere cauti nella nostra interpretazione. Queste informazioni saranno molto preziose per comprendere il meccanismo biologico sottostante e indicare nuovi bersagli terapeutici. "

Le vampate di calore della menopausa e la sudorazione notturna possono durare sette anni o più

Ricerca pubblicata in JAMA Internal Medicine ha rivelato che le vampate di calore della menopausa e la sudorazione notturna possono durare fino a sette anni o più. Lo studio ha esaminato le donne che stavano passando alla menopausa. Frequenti sintomi vasomotori (VMS) - vampate di calore e sudorazioni notturne - sono stati definiti come avvenuti almeno sei volte in un periodo di due settimane.

Il totale medio della durata del VMS era di 7,4 anni. Le donne che erano in pre-menopausa o in perimenopausa precoce avevano la più lunga durata di VMS - la durata mediana era di 11,8 anni. Le donne in postmenopausa hanno avuto la durata più breve a 3,4 anni.

Le donne afroamericane hanno avuto il VMS più lungo (10,1 anni) e le donne asiatiche avevano il più breve (4,8 anni). Le donne ispaniche e caucasiche erano rispettivamente nel mezzo con una durata di 8,9 anni e 6,5 anni.

L'età, il livello di istruzione, lo stress percepito, la sensibilità ai sintomi e i sintomi depressivi e ansiolitici erano anche fattori che determinano la durata del VMS. Lo studio ha concluso: "Questi risultati possono aiutare gli operatori sanitari a consigliare ai pazienti le aspettative riguardo al VMS e assistere le donne nel prendere decisioni terapeutiche in base alla probabilità che il loro VMS persista. Inoltre, la durata mediana totale VMS di 7,4 anni evidenzia i limiti dell'orientamento raccomandando l'utilizzo a breve termine dell'HT [terapia ormonale] e sottolinea la necessità di identificare terapie a lungo termine sicure per il trattamento dell'SV. "

Altre cause e sintomi di vampate di calore in menopausa

Anche se la causa esatta delle vampate di calore non è chiara, ci sono ancora teorie sul motivo per cui accadono.

Diminuzione degli estrogeni:

Questa è una causa discutibile di vampate di calore ; molti dottori e ricercatori non sono d'accordo su questo. La Mayo Clinic sottolinea in particolare che il basso estrogeno da solo non porta a vampate di calore, come si vede in diverse fasce di età delle donne. Tuttavia, quando la menopausa accompagna bassi livelli di estrogeni, sembra provocare vampate di calore. Cause dello stile di vita:

Le vampate di calore non sono vissute da tutte le donne e coloro che le sperimentano hanno gradi diversi. Per combattere le vampate di calore, è importante considerare i fattori di stile di vita, che possono peggiorarli. Alcuni fattori noti che peggiorano le vampate di calore sono l'obesità, il fumo e la mancanza di attività fisica. Fattori di incitamento:

Molti fattori sono fuori controllo da una donna quando si tratta di vampate di calore, ma stimolanti come cibo piccante, caffeina, l'alcol e il fatto di trovarsi a temperature elevate, che possono peggiorare le vampate di calore, sono fattori controllabili. La buona notizia è imparando e comprendendo i tuoi trigger che puoi meglio evitare o minimizzare. Oltre a sentirsi caldo e arrossato, altri sintomi di vampate di calore includono:

dita formicolio

  • battito cardiaco rapido
  • caldo skin
  • Sudorazione
  • Faccia arrossata e sciacquata
  • Sudorazioni notturne della menopausa

Le sudorazioni notturne sono simili alle vampate di calore ma si verificano la sera. Questo può essere problematico perché può creare insonnia o rendere difficile il sonno, il che può aggravare i sintomi di vampate di calore il mattino seguente.

Si ritiene che i livelli di estrogeni fluttuanti siano responsabili della sudorazione notturna della menopausa. Questo cambiamento di estrogeni influisce sull'ipotalamo, che è la regione del cervello che controlla e modifica la temperatura. L'ipotalamo può confondersi con i cambiamenti di estrogeni, quindi quando il corpo tenta di raffreddarsi aumenta la temperatura corporea dilatando i vasi sanguigni e innescando le ghiandole sudoripare. Quando questo si verifica durante la notte porta a sudorazioni notturne, lasciandoti a letto bagnati e a disagio.

Altre ricerche suggeriscono che la sudorazione notturna contribuisce anche a una cattiva salute cardiovascolare. Uno studio, in particolare, ha collegato i sudori notturni al colesterolo alto e alla cardiopatia coronarica.

Prevenzione e trattamento delle vampate di calore della menopausa

Una parte della prevenzione delle vampate di calore della menopausa è evitare i trigger. Trigger comuni per vampate di calore in menopausa sono:

Stress

  • Caffeina
  • Alcol
  • Alimenti piccanti
  • Abbigliamento stretto
  • Calore
  • Fumo di sigaretta
  • Altri suggerimenti per gestire meglio le vampate di calore della menopausa sono:

Cerca di rimanere calmo - mantieni la tua casa e la tua camera da letto anche durante la notte.