La diffusione del melanoma potrebbe essere rilevata prima con un nuovo esame del sangue
Salute

La diffusione del melanoma potrebbe essere rilevata prima con un nuovo esame del sangue

Un nuovo esame del sangue può aiutare rilevare la diffusione del melanoma - cancro della pelle - molto prima, secondo gli ultimi risultati. L'esame del sangue monitora i frammenti di DNA dalle cellule tumorali morte nel sangue ed è risultato essere più efficace degli attuali metodi di test.

Il ricercatore senior David Polsky ha detto: "I nostri risultati dello studio mostrano che il DNA del tumore circolante è un sangue superiore test per la valutazione e il monitoraggio della progressione del melanoma metastatico. "

L'attuale test disponibile per tracciare la diffusione del melanoma misura gli enzimi denominati lattato deidrogenasi (LDH). LDH aumenta durante la crescita tumorale aggressiva, tuttavia, può anche aumentare a causa di altre malattie e funzioni biologiche, secondo i ricercatori.

Il nuovo test del sangue misura il DNA tumorale circolante (ctDNA) rilasciato nel sangue quando le cellule tumorali muoiono.
Lo studio consisteva in 31 pazienti con melanoma avanzato (metastatico) inoperabile che ha ricevuto l'attuale test disponibile e il nuovo esame del sangue.

I ricercatori hanno scoperto che il ctDNA era elevato nell'80% dei pazienti in procinto di sottoporsi a trattamento per melanoma avanzato e LDH i livelli erano elevati solo al 30 percento.

Inoltre, il ctDNA ha anche rilevato una recidiva del cancro che è stata confermata dalla TC o dalla radiografia nell'85 percento dei pazienti. Il test LDH lo ha rivelato solo nel 54% dei pazienti.

I ricercatori ritengono che misurare il ctDNA potrebbe essere utile anche nel rilevamento e nel monitoraggio di altri tumori come il cancro al seno o al colon.

I risultati sono stati pubblicati in Oncologia molecolare

Fonti:.
//consumer.healthday.com/cancer-information-5/mis-cancer-news-102/blood-test-may-detect-melanoma-s-spread- in precedenza-706955.html

Trattamento dell'acufene con apparecchi acustici
Perdita dell'udito negli anziani (presbiacusia) associata a un maggiore rischio di morte

Lascia Il Tuo Commento