Il legame tra glutine e schizofrenia
Salute

Il legame tra glutine e schizofrenia

Hai mai sentito parlare del termine "follia del pane"? Fu coniato circa 50 anni fa - la "pazzia del pane" si riferiva a pazienti i cui sintomi schizofrenici svanivano spontaneamente quando veniva loro negato il consumo di prodotti a base di glutine. Da allora, molte persone hanno messo in discussione il potenziale legame tra glutine e disturbi psichiatrici. Mentre alcuni teorici propongono che le possibili basi dietetiche della schizofrenia possano avere implicazioni di vasta portata, altri ricercatori affermano che solo una piccola percentuale di schizofrenici potrebbe trarre beneficio da una dieta priva di glutine. Il dibattito ha portato a un nuovo studio che apre gli occhi esplorando la vera natura della schizofrenia, aprendo le porte a una opzione di terapia dietetica senza glutine, priva di droghe, che potrebbe rivoluzionare gli attuali approcci terapeutici per i disturbi psichiatrici.

Cosa è schizofrenia?

La schizofrenia è un disturbo mentale grave e cronico che colpisce circa l'uno per cento della popolazione sia negli uomini che nelle donne. La schizofrenia altera il pensiero, le emozioni e le capacità decisionali della persona. Se non trattata, può interferire con la capacità di una persona di funzionare correttamente e può essere debilitante o addirittura portare al suicidio. La diagnosi precoce e il trattamento della schizofrenia sono di vitale importanza affinché l'individuo affetto possa vivere nel modo più normale possibile.

Nuova ricerca sul glutine e sulla schizofrenia

Le persone che sono intolleranti al glutine presentano in genere una risposta immunitaria quando consumano glutine contenenti prodotti che comportano la produzione di anticorpi IgG anti-gliadina nel sangue. I ricercatori hanno deciso di indagare sul lavoro di sangue di 950 adulti con schizofrenia e di 1.000 adulti sani dell'area metropolitana di Monaco, per vedere se hanno mostrato questa sorta di risposta immunitaria. Stavano tentando di riprodurre i risultati di uno studio precedente che aveva riportato un livello elevato di anticorpi IgG anti-gliadina nei pazienti schizofrenici.

Dopo aver eseguito aggiustamenti per vari fattori, è stato riscontrato che gli individui con schizofrenia avevano effettivamente livelli più elevati di anti -gliadina IgG anticorpi. Gli individui con schizofrenia avevano più del doppio delle probabilità di essere intolleranti al glutine rispetto al gruppo di controllo sano. I ricercatori affermano che la direzione della ricerca futura dovrebbe essere rivolta a studi clinici a lungo termine sulle diete prive di glutine per coloro che soffrono di schizofrenia e altri disturbi psichiatrici. Ciò potrebbe potenzialmente portare a nuovi interventi preventivi e terapeutici scoperti per coloro che soffrono di vari disturbi psichiatrici, contribuendo a migliorare la qualità della vita che queste persone sperimentano.

Quali sono gli anticorpi IgG anti-Gliadina?

Chiaramente sembra che essere un collegamento tra glutine e disturbi psichiatrici, compresa la schizofrenia; tuttavia, il modo esatto in cui sono correlati deve ancora essere studiato. Fino a quando il legame non sarà evidente, precise raccomandazioni dietetiche sull'assunzione di glutine non possono essere somministrate a pazienti affetti da disturbi psichiatrici. Tuttavia, questa recente ricerca fornisce un punto di partenza per i futuri ricercatori per studiare l'effetto delle diete prive di glutine in individui a cui sono stati diagnosticati gravi disturbi psichiatrici. In futuro, le diete prive di glutine potrebbero essere un altro aspetto importante del trattamento per questa popolazione di pazienti sensibili.

I pazienti che necessitano di cure urgenti percepiscono i medici come
7 Motivi per cui la tua casa non è sicura come pensi

Lascia Il Tuo Commento