Rischio renale di calcoli renali più alto con supplementi di calcio, più basso con vitamina D
Salute

Rischio renale di calcoli renali più alto con supplementi di calcio, più basso con vitamina D

I supplementi di calcio aumentano il rischio di calcoli renali, ma il rischio si abbassa con la vitamina D. Il calcio è noto per contribuire allo sviluppo dei calcoli renali, ma d'altra parte, anche poco calcio può contribuire a la formazione di calcoli renali.

L'ossalato di calcio - il colpevole dietro i calcoli renali - può essere trovato in molti dei cibi che mangiamo, non solo nei latticini. Se una persona consuma alimenti contenenti calcio e prende integratori di calcio aggiuntivi, aumentano il rischio di calcoli renali. La chiave è di mantenere un corretto equilibrio di calcio nel corpo e di fare quella vitamina D.

Supplementi di calcio legati al rischio di calcoli renali

Per l'ultimo studio, i ricercatori hanno esaminato le raccolte di urine nelle 24 ore e Immagini TC da pazienti con una storia di calcoli renali. Dal totale, 1486 pazienti stavano completando con il calcio, 417 stavano integrando con la vitamina D, e 158 pazienti non hanno usato alcun supplemento.

Quelli che hanno integrato con calcio hanno visto un minore calcio totale e ossalato nelle urine, e i livelli ematici non sono stati influenzati. D'altra parte, questi pazienti hanno visto anche il più rapido tasso di crescita dei calcoli renali. La supplementazione di vitamina D ha visto una diminuzione dell'escrezione di calcio urinario e una diminuzione della crescita delle pietre. I ricercatori ritengono che l'integrazione con la vitamina D possa essere utile per ridurre il rischio di formazione di calcoli renali.

L'investigatore Christopher Loftus, MD, ha dichiarato: "Mentre l'assunzione di calcio supplementare ha associato effetti positivi, questi risultati suggeriscono che, a fronte di una dieta, il calcio può peggiorare la malattia di pietra per i pazienti che sono noti per formare calcoli renali. "

Vitamina D e malattia renale

Rapporti precedenti hanno rivelato che la vitamina D può essere utile nella prevenzione della malattia renale. Uno in particolare ha studiato 2.012 partecipanti e non ha trovato alcuna associazione tra i dosaggi di vitamina D e un aumentato rischio di calcoli renali.

I partecipanti sono stati studiati nell'arco di 19 mesi e solo 13 individui hanno sviluppato calcoli renali. Il responsabile dello studio, il dott. Cedric F. Garland, ha dichiarato: "Le prove di montaggio indicano che un livello sierico di vitamina D nell'intervallo terapeutico di 40-50 ng / mL è necessario per una sostanziale riduzione del rischio di molte malattie, tra cui il cancro al seno e al colon-retto. I nostri risultati potrebbero attenuare le preoccupazioni degli individui sull'assunzione di supplementi di vitamina D, poiché non è stato mostrato alcun collegamento tra tale integrazione e un aumento del rischio di calcoli renali. "

I fattori di rischio evidenziati erano un maschio più anziano con un indice di massa corporea più alto (BMI). I ricercatori suggeriscono che quelli con un BMI più elevato richiedono una supplementazione di vitamina D più elevata.

Raccomandazioni per prevenire calcoli renali ricorrenti

I calcoli renali sono reclamizzati come una delle sensazioni più dolorose a cui una persona può sottoporsi, ancor più del parto, a seconda di chi chiedi. Se in passato hai già avuto calcoli renali, vorrai sicuramente evitare che si ripetano.

Il principale mezzo per prevenire i calcoli renali è attraverso la dieta e bere molti liquidi. Anche la ricerca dell'American College of Physicians (ACP) ha condotto ricerche cliniche per prevenire meglio i calcoli renali.

I ricercatori suggeriscono che in quelli con una storia di calcoli renali è importante aumentare l'assunzione di liquidi per urinare fino a due litri giorno. Inoltre suggeriscono che se l'assunzione di liquidi da sola non riduce il rischio di calcoli, prendi in considerazione l'associazione con farmaci, come un diuretico, un citrato o un tiazide.

Il presidente dell'ACP, il Dr. David Fleming, ha dichiarato: "Aumento del fluido l'assunzione diffusa durante il giorno può ridurre la ricorrenza della pietra di almeno la metà senza praticamente effetti collaterali. Tuttavia, le persone che già bevono la quantità raccomandata di liquidi, o quando l'assunzione di liquidi è controindicata, non dovrebbero aumentare l'assunzione di liquidi. "

Sebbene la ricerca ACP non abbia trovato una differenza tra il consumo di acqua di rubinetto e quella filtrata, hanno scoperto che una riduzione del consumo di bibite è benefica per ridurre il rischio di calcoli renali.

L'uso di farmaci elencati era il modo migliore per prevenire calcoli renali da calcio, ma gli studi di confronto tra farmaci non sono stati fatti, quindi i ricercatori non hanno raccomandazioni per il migliore.

Anche i cambiamenti dietetici sono stati suggeriti nei risultati. Ridurre l'ossalato alimentare e le purine e le proteine ​​animali è importante per prevenire i calcoli renali. Ciò significa che è necessario ridurre al minimo l'assunzione dei seguenti alimenti: cioccolato, barbabietole, noci, rabarbaro, spinaci, fragole, tè e crusca di frumento.

Cambiamenti dello stile di vita per prevenire recidive renali

Cambiamenti di stile di vita semplici per prevenire meglio la ricorrenza di calcoli renali comprende:

  • Bere più acqua: da 2,5 a tre litri al giorno. Bevi durante il giorno. Stick con bevande neutre ed evitare la soda. Urinare fino a 2,5 litri al giorno. L'urina deve essere di colore giallo chiaro.

  • Modificare la dieta - ridurre al minimo gli alimenti con ossalati, purine e proteine ​​animali. Mangia una dieta equilibrata e varia. Mangia un sacco di frutta, verdura e fibre. Consuma il calcio raccomandato - non più o meno. Ridurre l'assunzione di sale.
  • Mantenere un peso sano.
  • Evitare lo stress.
  • Esercitare regolarmente.

Lettura correlata:

5 cose che aumentano il rischio di calcoli renali

I calcoli renali sono incredibilmente dolorosi pietre che si formano all'interno dei reni. Ci sono molte ragioni per cui si svilupperebbe un calcolo renale, come mancanza di acqua, eccessivo accumulo di calcio e eccesso di acido urico che può derivare da una dieta ricca di proteine.

Rimedi naturali per calcoli renali

Spesso rispetto a un dolore molto peggiore di quello del parto, i calcoli renali non sono una questione da ridere. Senza una causa per i calcoli renali, possono colpire chiunque in qualsiasi momento. Tipicamente i calcoli renali sono la formazione di acido urico, calcio e ossalato nei cristalli.

Fonti:
//www.sciencedaily.com/releases/2015/10
//health.ucsd. edu / news / releases / Pages / 2013/10/17-vitamina-d-and-calcoli renali
//www.acponline.org/newsroom/kidney_stones

Studio dimostra che il dolcificante artificiale è troppo buono per essere vero dopo tutto
La logopedia funziona altrettanto bene online di

Lascia Il Tuo Commento