Aggiornamento dell'influenza 2016: nuovo vaccino antinfluenzale può proteggere contro l'H1N1 utilizzando la risposta immunitaria del corpo
Malattie

Aggiornamento dell'influenza 2016: nuovo vaccino antinfluenzale può proteggere contro l'H1N1 utilizzando la risposta immunitaria del corpo

Influenza 2016 aggiornamento: Nuovo vaccino antinfluenzale in grado di proteggere contro l'H1N1 utilizzando la risposta immunitaria del corpo.

I ricercatori dell'Università della Georgia (UGA) e Sanofi Pasteur hanno sviluppato un nuovo vaccino antinfluenzale per la protezione contro diversi ceppi di influenza compresi modelli di topo H1N1in stagionali e pandemici. Ted Ross, direttore del Centro per i vaccini e l'immunologia della UGA e Georgia Research Alliance Eminent Scholar in Malattie infettive presso il College of Veterinary Medicine, ha dichiarato: "Uno dei problemi con gli attuali vaccini influenzali è che dobbiamo fare delle previsioni su quali ceppi virali essere più diffuso ogni anno e costruire i nostri vaccini attorno a quelle previsioni. Quello che abbiamo sviluppato è un vaccino che protegge da più ceppi diversi di virus H1N1 in una sola volta, quindi potremmo essere in grado di sostituire un giorno l'attuale standard di cura con questo vaccino più ampiamente cross-protettivo. "

Nel 2009, il Il ceppo dell'influenza H1N1 ha causato una pandemia, originariamente conosciuta come influenza suina in quanto simile all'influenza comunemente riscontrata nei suini, ma circola ora come un ceppo influenzale stagionale.

I ricercatori hanno utilizzato una tecnica nota come antigene reattivo ottimamente ottimizzato (COBRA ) per creare nove prototipi di vaccini sintetici composti utilizzando sequenziamento genetico di vari ceppi influenzali.

Questi vaccini sono stati progettati per riconoscere l'H1N1 negli ultimi 100 anni, ma molti dei vaccini hanno creato immunità. Questo apre le porte ai ricercatori per produrre un vaccino in grado di proteggere non solo da ceppi influenzali stagionali riconosciuti ma anche da ceppi che devono ancora essere scoperti.

Ross ha concluso: "Abbiamo ancora del lavoro da fare prima di ottenere un vero vaccino contro l'influenza universale. Ma il vaccino COBRA che abbiamo sviluppato per i sottotipi di virus H1N1 è un passo importante nella giusta direzione. "

La risposta immunitaria spinge gli scienziati verso il vaccino influenzale per tutta la vita

I ricercatori a Melbourne hanno scoperto una migliore comprensione della risposta immunitaria del corpo che potrebbe guidarli nella giusta direzione per sviluppare una vaccinazione antinfluenzale permanente. I ricercatori si sono concentrati sulle singole risposte cellulari a vari ceppi del virus dell'influenza che hanno dipinto un quadro più chiaro di come sviluppare una vaccinazione antinfluenzale più efficace.

L'influenza si modifica regolarmente, quindi è difficile prevedere quale ceppo influenzale apparirà durante prossima stagione e per prevedere la prossima possibile pandemia influenzale. I ricercatori hanno focalizzato il loro studio su come la risposta immunitaria del corpo combatte contro l'influenza e ha cercato di scoprire modi per sfruttare la potenza di queste cellule da aggiungere alla vaccinazione.

Membro del gruppo di ricerca Dr. Stephanie Gras ha detto: "Quelle cellule hanno il vantaggio che se si imbattono in un nuovo ceppo, potrebbero essere riattivati ​​molto rapidamente e in modo molto efficiente per uccidere il virus. Poiché siamo stati in grado di isolare le cellule e capire come stavano funzionando, e perché stavano lavorando in modo così efficiente, [abbiamo notato che] potevano riconoscere una vasta gamma di diversi ceppi, tra cui il virus dell'influenza aviaria. Speriamo che se riusciamo a capire come quelle cellule T lavorano in diversi tipi di tessuto, saremo un passo avanti verso la ricerca di un vaccino che possa funzionare per diversi tipi di ceppi e, si spera, evitare di avere nuove pandemie ".

Le cellule T efficienti sono trasportate dal 20 al 25% della popolazione mondiale e quindi il team sta lavorando per espandere queste cellule efficienti a più persone per offrire una maggiore protezione contro l'influenza.

Lettura correlata

Influenza stagionale Il tiro aiuta a ridurre l'influenza, l'influenza suina e il rischio di ictus

Il vaccino antinfluenzale stagionale può aiutare a ridurre il rischio di influenza, influenza suina e persino a ridurre il rischio di ictus. La vaccinazione antinfluenzale di quest'anno, in particolare, si è dimostrata la più efficace negli ultimi anni, con un'efficacia quasi del 60%, secondo i rapporti dei Centers for Disease Control and Prevention.

Aggiornamento dell'influenza 2016: la stagione influenzale deve ancora raggiungere il suo picco

Mentre la stagione influenzale continua nel 2016, i ricercatori sottolineano ancora che non ha ancora raggiunto il suo picco e la stagione influenzale del 2016 è stata la più mite vista negli Stati Uniti nel passato tre anni. I ricercatori fanno notare che i casi di influenza sono in pendenza in alcune zone degli Stati Uniti e che la stagione influenzale è ancora lontana dall'essere superata.

Fonti:
//news.uga.edu/releases/article/ Uga-sanofi-pasteur-new-vaccino-h1n1-influenzale-0316 /
//www.abc.net.au/news/2016-03-30/lifelong-flu-vaccine-a-possibility-with -new-ricerca / 7285520

10 I migliori consigli per smettere di fumare
Potenziali rischi oculari che non ti aspetti

Lascia Il Tuo Commento