Aumento del bisogno di sonno un segnale di avvertimento per la demenza?
Organi

Aumento del bisogno di sonno un segnale di avvertimento per la demenza?

Una nuova ricerca ha trovato un'associazione tra anziani che improvvisamente iniziano a dormire più ore e un aumento rischio di demenza. Gli adulti più anziani che hanno iniziato a dormire più di nove ore a notte hanno visto il loro rischio di sviluppare demenza più tardi nella vita più del doppio, mentre quelli che hanno scoperto che improvvisamente avevano bisogno di più sonno e non avevano un diploma di scuola superiore hanno riscontrato che il rischio aumentava di sei volte. Ciò suggerisce che esiste una connessione tra il sonno e l'educazione e il rischio di sviluppare demenza negli anziani.

Questa connessione è stata scoperta rintracciando gli anziani iscritti al Framingham Heart Study, che ha seguito 2.500 partecipanti di età superiore ai 60 anni. Nel corso di 10 anni, il 10% di questi individui è stato diagnosticato con demenza, con la maggior parte dei casi di malattia di Alzheimer. Mentre i ricercatori non hanno riscontrato un aumento del rischio di demenza in coloro che avevano dormito più a lungo per una media di 13 anni, i partecipanti che avevano iniziato a dormire nove o più ore a notte avevano quasi il doppio del rischio.

Lo studio ha rivelato che 20 la percentuale di questi nuovi dormiglioni lunghi fu successivamente diagnosticata con demenza e si scoprì che avevano volumi cerebrali più piccoli. Il co-autore Matthew Pase della Boston University School of Medicine ha razionalizzato che il sonno extra può essere dovuto a cambiamenti chimici che avvengono nel cervello, o allo sviluppo di demenza che aumenta il livello di esaurimento del paziente. Mentre l'associazione trovata non indica una relazione causale tra ore di sonno prolungate e demenza, Pase ha suggerito che ulteriori ricerche e monitoraggio di abitudini di sonno potrebbero essere utili in alcuni casi. Ha spiegato, "Se qualcuno ha riportato di recente un letto più lungo, potrebbe sottoporsi a una valutazione della memoria."
Mentre i modelli di sonno interrotti sono un sintomo comune di demenza, non è chiaro se le modifiche alle abitudini del sonno si verificano prima o dopo lo sviluppo di la malattia. Questa nuova ricerca può essere utile per diagnosticare la demenza in anticipo, poiché l'improvviso cambiamento nella durata del sonno potrebbe rivelarsi un segnale di avvertimento per la demenza. Un test di memoria per un individuo che ha altri fattori di rischio per la demenza e ha iniziato a dormire più a lungo può rivelarsi utile per la diagnosi precoce.

Percezione del dolore alterata nella malattia di Alzheimer
I sintomi dell'ADHD fin dall'infanzia possono persistere a causa di alti livelli di critica genitoriale

Lascia Il Tuo Commento