I cambiamenti del cervello legati all'alimentazione ad alto contenuto di grassi possono causare ansia, depressione
Salute

I cambiamenti del cervello legati all'alimentazione ad alto contenuto di grassi possono causare ansia, depressione

Una dieta ricca di grassi ha dimostrato di creare cambiamenti cerebrali che possono contribuire all'ansia e alla depressione. Le ultime scoperte, che sono state condotte su topi, hanno rivelato che un aumento del peso corporeo e glicemia alta come risultato di una dieta ricca di grassi sono collegati con ansia e depressione.

Autore Senior, il Dr. Bruno Guiard, ha detto, "Nel trattamento della depressione, in generale non esiste alcun predittore di resistenza al trattamento. Quindi, se consideriamo i disordini metabolici come un predittore di resistenza al trattamento putativo, questo dovrebbe incoraggiare gli psichiatri a mettere in atto un trattamento personalizzato con farmaci antidepressivi che non destabilizzino ulteriormente il metabolismo. "

Quando i topi furono tolti dalle diete ad alto contenuto lipidico le alterazioni metaboliche sono state completamente annullate e i loro sintomi di ansia diminuiti. Il dott. Guiard ha aggiunto: "Questa scoperta rafforza l'idea che la normalizzazione dei parametri metabolici possa offrire migliori possibilità di ottenere la remissione, in particolare nei pazienti depressi con diabete di tipo 2."

I risultati sono stati pubblicati nel British Journal di Farmacologia .

Dieta e depressione ad alto contenuto di grassi

Vi sono stati numerosi studi che collegano le diete ad alto contenuto di grassi a un peggioramento della salute mentale. In uno studio alternativo, condotto anche su topi, i ricercatori della Louisiana State University hanno impiantato topi sottoposti a una dieta normale con batteri di topi che consumavano solo grasso. La cognizione e il comportamento sono stati poi registrati per un periodo di tempo contro un gruppo di controllo di topi.

I topi che hanno ricevuto i batteri dai topi grassi hanno espresso comportamenti ripetitivi, ansia e disturbi della memoria. Questi topi avevano anche aumentato l'infiammazione e la permeabilità del loro intestino.

John Krystal, MD, direttore di Biological Psychiatry , ha dichiarato: "Questo documento suggerisce che le diete ad alto contenuto di grassi compromettono la salute del cervello, in parte interrompendo la relazione simbiotica tra gli umani e i microrganismi che occupano i nostri tratti gastrointestinali. "

I risultati suggeriscono anche che i cambiamenti comportamentali possono verificarsi anche quando l'animale non è obeso. Sfortunatamente, come la dieta ad alto contenuto di grassi causi cambiamenti comportamentali è ancora in gran parte sconosciuta.

Ci sono stati numerosi precedenti studi di ricerca che collegano una connessione tra batteri intestinali e condizioni psicologiche. Quest'ultima ricerca supporta ulteriormente ciò che è stato precedentemente detto.

Sia l'obesità che la depressione sono state pensate per essere causate dalla genetica, ed è più comune che un individuo depresso consumerà cibi ricchi di grassi per sentirsi meglio. D'altra parte, lo stigma associato a una persona obesa che mangia cibi ricchi di grassi è legato alla depressione.

La Coalizione d'azione sull'obesità ha riportato: "Uno studio recente ha rilevato che, nel complesso, gli individui obesi hanno un rischio elevato di depressione del 20%, e in particolare per le persone istruite all'università caucasiche con obesità, il rischio di depressione sale fino al 44%. "

Queste nuove scoperte potrebbero ulteriormente stringere il legame tra obesità e depressione.

Raccomandazioni sui grassi: Quanto grasso è buono per

Più e più vediamo etichette che leggono "senza grassi", ma abbiamo bisogno di grassi per funzionare e deve essere il grasso buono. I grassi nocivi includono grassi saturi e grassi trans - entrambi si trovano nei fast food, nei prodotti alimentari trasformati e sono comunemente associati a cattive condizioni di salute. D'altra parte, gli acidi grassi monoinsaturi, polinsaturi e omega sono grassi sani di cui il nostro corpo ha bisogno per una buona salute generale. Ma è ancora possibile avere troppo di una cosa buona, ed è per questo che è importante sapere esattamente di quanto grasso abbiamo bisogno.

Quanto grasso hai bisogno dipende da molti fattori, tra cui età, peso, sesso e attività livello. L'USDA raccomanda che l'assunzione di grassi dovrebbe essere dal 20 al 30 percento dell'apporto calorico giornaliero. I grassi saturi dovrebbero essere limitati al di sotto del 10% (200 calorie basate su un'assunzione calorica di 2000) e il grasso trans dovrebbe essere inferiore all'1% (due grammi in base a un'assunzione calorica di 2000). Tieni presente che questo grasso dovrebbe provenire dalla carne rossa e non dai cibi trasformati.

Se non si è sicuri di quanto grasso si debba consumare, o se si desidera sapere che cosa esattamente dal 20 al 30 percento è, parlare con il medico; possono consigliare l'assunzione di grassi personalizzata in base alle vostre esigenze e condizioni di salute.

Come ridurre i grassi cattivi nella vostra dieta

Come accennato, i grassi saturi e trans sono i tipi di grasso noti per aumentare il colesterolo cattivo e contribuire al cardiovascolare i problemi. Per questo motivo, è importante minimizzarli o eliminarli dalla dieta.

La buona notizia è che la FDA ha vietato i grassi trans, quindi nei prossimi anni non dovrai preoccuparti della loro presenza in Alimenti. Tuttavia, i grassi trans si trovano naturalmente in prodotti come la carne rossa, quindi ridurre al minimo l'assunzione è una buona idea.

Altri modi per eliminare i grassi trans includono il consumo di alimenti come prodotti da forno, cibi fritti, snack, grassi solidi come margarina e prodotti premiscelati come il cake mix.

I suggerimenti per ridurre l'assunzione di grassi saturi includono:

  • consumare meno carne rossa
  • attaccare con carne bianca
  • cuocere, cuocere alla griglia o grigliare invece di
  • Rimuovere la pelle dal pollo quando possibile.
  • Evitare carni impanate o verdure fritte
  • Scegliere latte magro e formaggi magri
  • Usare oli vegetali liquidi, in particolare olio d'oliva.
  • Evitare creme e salse di formaggio o farle servire sul lato.

Non solo i grassi cattivi contribuiscono all'obesità, ma possono anche influire sul cuore e persino sulla salute mentale. Se vuoi mantenere una salute generale ottimale, puoi! La prima mossa è ridurre l'assunzione di grassi nocivi e attenersi a quelli buoni.

Evitare lo stile di vita sedentario riduce il rischio di malattia renale cronica
Primo caso di calcoli renali legati a un più alto rischio di malattia renale cronica: Studio

Lascia Il Tuo Commento